www.giornalelirpinia.it

    23/09/2017

È scomparso Luigi Di Nunno, l’istitutore-topografo con la passione per la Juventus

E-mail Stampa PDF

Luigi Di Nunno in una foto giovanile e ritratto con la figlia SerenaAVELLINO – La notizia della morte improvvisa di Gino Di Nunno mi ha colpito come un pugno allo stomaco. Nonostante la differenza d’età Gino era un amico carissimo, conosciuto subito dopo la laurea ed immediatamente diventato per me, giovane architetto, un punto di riferimento. Aveva sempre la soluzione per aiutarti a risolvere dubbi legati alla attività professionale e lo faceva con infinita modestia, senza essere saccente. Ti porgeva i suoi consigli – era un esperto di topografia – con garbo ed attenzione e riusciva in questo modo, oltre a trasmetterti nozioni tecniche,  anche ad insegnarti ad essere umano,  requisito irrinunciabile per poter svolgere ogni tipo di attività.

Sapeva perfettamente quali erano le sue competenze e, qualora ce ne fosse bisogno, non esitava a coinvolgere nel suo lavoro chi riteneva potesse aiutarlo a compierlo in maniera migliore, ad esclusivo vantaggio del cliente. Dote rara questa per un professionista. Erano molti i colleghi, anche più anziani e più titolati che si rivolgevano a lui, erano tante le imprese e gli studi professionali che lo avevano scelto come loro consulente. Nonostante questa quantità di impegni, non faceva mai mancare il suo contributo alla formazione degli alunni dell’Istituto tecnico agrario “Francesco De Sanctis” dove svolgeva l’attività di istitutore.

Legatissimo alla famiglia era orgoglioso dei traguardi raggiunti dal fratello Tonino, l’ex sindaco di Avellino scomparso ad inizio del mese di gennaio di due anni fa, dal quale lo divideva solo la rivalità sportiva: tifosissimo del Napoli Tonino, della Juventus Gino. A questo proposito, nel testimoniare l’affetto e la vicinanza  di tutta la redazione de L’Irpinia alla signora Anna, ai figli Massimo, Marcello e Serena, alle nuore Ida e Loredana, al genero Fabio, agli adorati nipoti Luigi, Alessandro, Sofia Luna, Lara e Giulia, alle sorelle Licia e Titina ed al suocero Luigi Falco, voglio ricordare loro che se è vero che gli amici più cari sono fratelli che si scelgono, ebbene Gino non era solo fratello di Tonino. Lo era anche di tanti altri che è impossibile ricordare e tra i quali ci sono, orgogliosamente, anche io. Ciao Gino. Con affetto

I funerali di Luigi Di Nunno si svolgeranno domani, alle 15:00, nella chiesa Cuore immacolato di Maria di viale San Francesco.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Teatro Gesualdo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com