www.giornalelirpinia.it

    18/07/2018

Non una di meno, l’8 marzo in una nota di Potere al popolo

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Attualita8_ottomar_pap.jpgAVELLINO – "Lavoreremo per costruire anche in Irpinia la lotta femminista per l'emancipazione, per i diritti negati, per la fine dello sfruttamento, per la parità di salario, per la libertà di scelta sui propri corpi, per il diritto alla salute sessuale e riproduttiva, per una ampia operazione di educazione al rispetto ed alla tutela delle donne, per l'estirpazione del patriarcato dalla nostra cultura e dal senso comune, da ogni ambito della società".

Ogni anno solo per un giorno la violenza sulle donne torna nel dibattito pubblico. Il coro delle forze politiche – si legge in una nota di Potere al popolo Irpinia – ci ricorderà che esiste il femminicidio, esiste la violenza, esistono le molestie, ma racconterà che sono eventi isolati, che nel nostro emancipato paese la donna lavora, guadagna, fa carriera ed è in politica proprio come gli uomini.

Nessuno dirà che la donna è sfruttata due volte, al lavoro e a casa, dove ancora è responsabile del lavoro domestico e riproduttivo. Nessuno dirà che in ogni categoria sociale debole, precari, disoccupati, poveri, migranti, la donna è sempre più svantaggiata dell'uomo. Nessuno dirà che l'oppressione e lo sfruttamento sulla donna sono strutturali, incardinati nella logica di potere che il capitalismo esercita sulle nostre vite. Nessuno dirà che il patriarcato è presente in ogni ambito della società, nelle mura domestiche, nelle strade, nei luoghi di lavoro, nella cultura e nello spettacolo, nelle istituzioni. Nessuno dirà che oggi la violenza sulle donne viene strumentalmente utilizzata per giustificare le politiche sulla sicurezza contro i migranti. Nessuno dirà che i migranti sono anche donne.
In Irpinia la donna subisce il ricatto del lavoro precario, sottopagato, a nero, così come la subordinazione alla cultura patriarcale che ereditiamo dalle generazioni precedenti e che ancor domina il tessuto sociale dei nostri paesi. Crediamo che le violenza si combatta ogni giorno con misure concrete e una denuncia costante, non una volta l'anno. Crediamo che il maschilismo, la violenza e lo sfruttamento possano essere contrastate rigettando la cultura patriarcale, tutelando il lavoro, estendendo i diritti ed il welfare, così come ci chiede in Italia ed in tutto il mondo il movimento Non una di meno.

Lavoreremo per costruire anche Irpinia la lotta femminista per l'emancipazione, per i diritti negati, per la fine dello sfruttamento, per la parità di salario, per la libertà di scelta sui propri corpi, per il diritto alla salute sessuale e riproduttiva, per una ampia operazione di educazione al rispetto ed alla tutela delle donne, per l'estirpazione del patriarcato dalla nostra cultura e dal senso comune, da ogni ambito della società.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com