www.giornalelirpinia.it

    17/10/2018

Incendi boschivi, sindaci e istituzioni a confronto in prefettura

E-mail Stampa PDF

Da sx: D'Eliseo, Campobasso, Tirone e Rescigno (fonte Servizi inormativi prefettura di Avellino)AVELLINO – Nel salone del Palazzo di governo si è tenuto ieri il primo di una serie d'incontri organizzati dalla prefettura di Avellino di concerto con la direzione Genio civile Avellino-Ariano Irpino, con l'importante obiettivo di avvicinare ancor maggiormente le istituzioni al territorio nella lotta attiva contro una piaga (nella maggior parte dei casi di natura antropica) che nella sola estate del 2017 ha devastato buona parte dell'area boscata irpina, con circa mille incendi, raggiungendo talvolta un picco giornaliero di trenta fronti contemporanei.

L'evento inaugurale si è svolto alla presenza del presidente della Provincia, Domenico Gambacorta, dei sindaci ricadenti nell'ambito della Comunità montana Irno-Solofrana con il presidente Antonio Rescigno, dei rappresentanti dell’ente Parco dei Monti Picentini, Rete Ferroviaria Italiana, Anas spa, Autostrade Spa, Alto Calore Servizi spa, Terna Rete Italia spa, Enel spa, dei gestori delle dighe di Conza San Pietro e Macchioni, nonché delle associazioni di volontariato Aib.

Nella sua introduzione il prefetto Maria Tirone – si legge in un comunicato – ha innanzitutto sottolineato l'importanza della vicinanza delle istituzioni al territorio, declinata attraverso la delocalizzazione di incontri analoghi nella provincia irpina, al fine di agevolare la partecipazione delle comunità locali, sulla tematica complessiva della prevenzione e della lotta agli incendi boschivi, la quale abbraccia molti aspetti, sia organizzativi, che legali e ambientali come pure di sicurezza pubblica.

L'ampiezza degli interventi contro gli incendi, attraverso il coinvolgimento di cospicue risorse umane e tecnologiche, rende necessario un approccio multilivello: sensibilizzare l'opinione pubblica ad attuare comportamenti rispettosi delle norme attraverso l'informazione e la comunicazione; formare organizzazioni ed associazioni locali di volontariato che possano coadiuvare gli organismi principalmente preposti alla lotta e alla prevenzione, ovverosia vigili del fuoco e Protezione civile regionale.

Il prefetto ha evidenziato come la produttiva sinergia con la Regione Campania si sia tradotta in significativa maggior efficacia d'intervento pur nell'inaspettata ed inusitata ampiezza degli eventi accaduti la scorsa estate.

All'intervento del prefetto sono seguiti i ricchi contributi informativo-tecnici di Claudia Campobasso,direttrice del Genio vivile, e  Rosa D'Eliseo, comandante provinciale dei vigili del fuoco, utili a comprendere i meccanismi d'intervento e di coordinamento inter-istituzionale per favorire la collaborazione delle comunità locali, nelle loro declinazioni amministrative, solidaristiche e di cittadinanza informata.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com