www.giornalelirpinia.it

    19/11/2017

Teatro Gesualdo: manca il parere delle commissioni, Foti ritira la delibera

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Politica8_bilan1.jpgAVELLINO – Ancora un flop in Consiglio comunale sulla vicenda della gestione del teatro Gesualdo. Il sindaco Paolo Foti ha dovuto infatti ritirare la delibera sull’iter di affidamento esterno del Massimo cittadino per il mancato passaggio della pratica in sede di commissioni Trasparenza e Cultura che non sono state messe, quindi, in condizioni di visionare le carte ed esprimere il proprio parere. Un fatto puramente procedurale che la dice tutta sul clima di approssimazione e di pressappochismo che vige all’interno dell’amministrazione cittadina e, di conseguenza, all’interno del Consiglio comunale che ormai si caratterizza, al di là del ruolo degli schieramenti politici, per le mancate decisioni sui problemi della città.

Il Consiglio comunale, in sostanza, da tempo ormai non si svolge più nell’aula consiliare con tanto di dibattito sulle questioni all’ordine del giorno ma si svolge piuttosto a livello di conferenze-stampa o, più proficuamente, di commissioni consiliari cui, ovviamente, partecipano sempre tutti per garantirsi il gettone di...presenza.  Un Consiglio comunale, insomma, che deve continuamente fare i conti con i numeri, non quelli naturalmente legati al bilancio per poter garantire una civica amministrazione alla comunità, ma quelli che sistematicamente non ci sono all’interno della maggioranza tanto che è stato ampiamente superato il primato – si fa per dire – delle sedute che sono saltate per mancanza di numero legale.

Il pensiero, è evidente, in questo scorcio di legislatura è altrove, è rivolto alla definizione delle future alleanze politiche da cui deriveranno le scelte delle candidature in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com