www.giornalelirpinia.it

    30/05/2024

Sbrescia: «Meno burocrazia, più informatizzazione nei servizi comunali»

E-mail Stampa PDF

Vincenzo SbresciaAVELLINO – “Le condizioni economiche degli enti locali - dice Sbrescia - le tasse sempre più elevate per i cittadini impongono in maniera indifferibile ed urgente un cambio di rotta nell’erogazione dei servizi amministrativi comunali. È necessario, perciò pensare alla creazione di un organismo di controllo deputato all’analisi quali-quantitativa dei suddetti servizi e dei processi e procedimenti per il raggiungimento di efficienza ed efficacia e per la riduzione dei costi”: lo sostiene Vincenzo Sbrescia, candidato al Consiglio comunale di Avellino nella lista Abellinum con Nicola Battista sindaco.

“La risorsa umana - continua Sbrescia -  è la chiave principale della buona riuscita dell’azione amministrativa; tutte le risorse, umane ed economiche, devono essere ottimizzate secondo i principi di efficacia ed efficienza. Il personale dell’amministrazione comunale rappresenta una straordinaria risorsa in termini di onestà, di esperienza e di competenza. Ma non sempre le loro energie sono ben indirizzate a servizio del cittadino-utente. Una riorganizzazione complessiva del sistema burocratico comunale deve passare attraverso il rilancio della risorsa umana. È necessario, pertanto, incentivare il personale; formarlo secondo criteri di gestione moderni, premiarlo per i risultati raggiunti, e al contempo verificare la produttività della macchina comunale. Il cittadino va posto al centro dell’azione burocratica comunale. Il Comune deve svolgere un’azione di supporto a favore dei cittadini delle imprese, assistendo con personale qualificato tutti gli utenti ed in particolare quelli più bisognosi. È necessario semplificare al massimo le procedure burocratiche per rendere veloce e spedita l’azione amministrativa e consentire agli utenti di avere risposte rapidissime. Bisogna incrementare il processo di informatizzazione e digitalizzazione dei servizi amministrativi, cui rendere possibile l’accesso mediante postazioni informatiche decentrate e finalizzate all’accesso veloce e semplificato ai servizi comunali”.

“Sempre nell’ottica di snellire i costi e aumentare l’efficienza – sostiene Sbrescia – occorre consentire l’accesso ai servizi comunali (certificati, domande, bandi, interrogazioni agli uffici) attraverso il sito del Comune, attribuendo ad ogni cittadino una specifica password per fruire da casa dei servizi comunali. Una speciale task force dovrà  lavorare per supportare e semplificare la nascita di nuove imprese. Il Comune dev’essere uno strumento al servizio delle imprese”.

Aggiornamento del 15 maggio 2013, ore 9.09 - “Occorrono interventi concertati anche con la Provincia - dichiara Sbrescia (lista Abellinum) - per costituire il polo museale cittadino integrato formato da museo irpino, carcere borbonico, Casina del principe, chiesa del Carmine, teatro Gesualdo, Villa Amendola con l’orto botanico di Villa Amendola. Da definire in tempi rapidi un programma di destinazioni d’uso delle suddette strutture comunali con la predisposizione di bandi per il coinvolgimento di investitori privati. Ciò al fine di creare sinergie tra cultura ed intrattenimento e sostenere, per tale via, i costi di gestione delle suddette strutture e del personale che andrà scelto preferibilmente tra i tanti giovani della nostra città che hanno titoli di studio specificamente indirizzati ai beni culturali ed al management della cultura. Urgente ed indifferibile la soluzione allo stallo che da tempo affligge l’ex Gil, restaurata e vandalizzata continuamente fino allo scandaloso incendio del gennaio 2013; una gestione affidata alle associazioni culturali cittadine che si occupano di cinema ma non solo dovrebbe essere improntata alla creazione di un indotto economico in grado di sopperire alle esigenze di gestione economica delle attività ivi organizzate e, sperabilmente, creare anche occupazione per i giovani oltre a corsi di formazione e professionalizzazione legati alla cultura ed al cinema. Per i giovani immagino anche una Cittadella della musica che ruoti intorno al conservatorio, al teatro ed al Parco Santo Spirito (c’è un anfiteatro quasi mai utilizzato) come luoghi naturalmente deputati alla fruizione della musica, un palcoscenico per i musicisti locali e per incontri di studio con musicisti nazionali ed internazionali di tutti i generi musicali”.

Aggiornamento del 16 maggio 2013, ore 11.23 - “Più videosorveglianza e Poliziotto municipale di Quartiere per incrementare la sicurezza urbana e prevenire la microcriminalità - Il gravissimo fatto di cronaca avvenuto ieri pomeriggio in pieno centro ad Avellino, che ha visto coinvolta una donna ed il suo compagno presi a sprangate dall’ex marito di lei in un esercizio commerciale, pone drammaticamente l’accento sul tema della sicurezza. “E’ necessario - afferma il candidato della Lista Abellinum Vincenzo Sbrescia - rafforzare la sicurezza urbana a difesa dei cittadini, specie di quelli più esposti ai rischi come gli anziani. Occorre, quindi, potenziare ed estendere il sistema già operante di video-sorveglianza affidato alla gestione della Questura. È, altresì, auspicabile la creazione della figura del poliziotto municipale di quartiere, con la finalità di monitorare costantemente le varie zone della città e prevenire la delinquenza diffusa, causata dalla crisi economica ed incrementata dall’arrivo di criminali dalle zone metropolitane limitrofe”.

Nel tema della sicurezza rientra anche il monitoraggio della situazione dei fabbricati e delle aree a rischio idrogeologico. Auspicabile, per Sbrescia, la mappatura complessiva del tessuto edilizio ed il varo di un programma di agevolazioni per rendere antisismici i fabbricati che non lo sono ancora. “Occorre implementare anche un programma finalizzato al recupero dei fabbricati dal punto di vista estetico - continua Sbrescia - per aumentare il decoro del paesaggio urbano, attualmente depresso da fabbricati usurati e ingrigiti dallo smog. Tale operazione di “restyling” potrebbe essere l’occasione per eliminare o attenuare contrasti e discromie derivanti dalle diverse epoche di costruzione dei fabbricati e donare alla città un aspetto complessivamente più armonioso. Necessaria anche la creazione di un “Fascicolo di fabbricato” per assicurare il monitoraggio degli edifici cittadini”

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com