www.giornalelirpinia.it

    29/05/2024

Dalle donne del Pd un foulard rosa per una città alla pari

E-mail Stampa PDF

Le donne del Pd al circolo della stampaAVELLINO – Questa mattina, presso il Circolo della stampa di Avellino, le donne del Pd, impegnate al fianco di Paolo Foti, hanno tinto la città di rosa.  “Le donne lo sanno” è la campagna di sensibilizzazione lanciata oggi dalle candidate delle liste legate a Paolo Foti, che le ha viste distribuire per le strade della città, davanti alle scuole, nei luoghi di lavoro e del tempo libero un foulard e il memorandum dei punti programmatici che la prossima amministrazione realizzerà.

Alla presentazione di stamattina assente il candidato sindaco Paolo Foti impegnato al Centro per l’autismo per dialogare con un uomo che minacciava di lanciarsi nel vuoto dall’alto di una gru. I lavori sono stati introdotti da Adriana Percopo: “Nella nostra squadra la massiccia presenza di donne è il presupposto per la nascita di una città alla pari”. Ha poi preso la parola la consigliera di parità della Provincia, Mimma Lomazzo, che ha parlato della necessità di individuare finanziamenti, attraverso la sinergia tra Comune, Regione e Stato, da destinare alle questioni di genere, in primis, per creare un centro d’ascolto per le donne che subiscono violenza e la creazione di strutture per ospitarle.

Dopo la lettura dell’appello al voto inviato dalla parlamentare del Pd Valentina Paris, il neosindaco di Sant’Angelo dei Lombardi, Rosanna Repole, ha chiesto che la futura amministrazione comunale lavori in sinergia con i territori. La consigliera regionale Rosetta D’Amelio, poi, ha parlato delle donne come di una risorsa fondamentale per il Pd poiché rappresentano la discontinuità rispetto al passato e il vero elemento di innovazione. Nell’intervento del segretario provinciale, Caterina Lengua, è stato ricordato il momento della compilazione delle liste e la grande attenzione dimostrata da Paolo Foti nei confronti delle donne mentre la moglie di Foti, Liliana Urciuoli, già presidente della I circoscrizione, quella del centro storico, ha chiesto proprio a Lengua di valorizzare un così grande patrimonio. A chiudere il giro di interventi Silvia Amodeo che ha affrontato il tema della sanità sottolineando quanto sia necessario incrementare i servizi in favore delle donne.

Il candidato sindaco Paolo Foti, che non ha potuto partecipare all’iniziativa in quanto impegnato al Centro per l’Autismo per dialogare con un uomo che minacciava di lanciarsi nel vuoto dall’alto di una gru (come riferiamo in cronaca), ha molto apprezzato l’iniziativa ribadendo che le donne saranno protagoniste della prossima amministrazione: “Sono convinto che una città migliore debba valorizzare ancora meglio il contributo che potranno dare le nostre donne. Sono molto fiducioso se penso che nel prossimo Consiglio comunale entreranno tante donne, anche giovani, che sapranno di sicuro offrire alla futura amministrazione un contributo importante in termini di intuito, capacità organizzativa e di ascolto. Per questo porrò particolare attenzione al “tempo delle donne”, che spesso debbono supplire a mancanza di politiche sociali mirate, sacrificando il lavoro e la realizzazione personale. E mi impegnerò affinché iniziative come quella di questa mattina possano diventare una prerogativa di questa città per mantenere alta l’attenzione su queste tematiche”.

Lo stesso Foti, nel corso del suo incontro di ieri, presso il centro Caritas, con i cittadini di Bellizzi nell’ambito del tour “Idee in movimento”, ha lanciato anche la sfida della partecipazione dei cittadini: “Avellino dovrà confermare  la sua importanza da capoluogo dell’Irpinia – ha detto – e per questo dovrà guardare all’Europa, all’agenda europea 2014-2020, a quei fondi europei che potremo direttamente intercettare per creare nuove possibilità per le nuove generazioni e per il rilancio della nostra città. Bisognerà dare forma e sostanza a una cittadinanza attiva, bisognerà creare nuove forme di aggregazione sull’esempio delle ex circoscrizioni, rappresentative delle varie esigenze e necessità dei quartieri e delle periferie”. E’ stata l’occasione anche per ribadire le priorità del suo programma: “La prima esigenza sarà quella di fare una ricognizione attenta delle finanze comunali perché i cittadini dovranno conoscere in che stato ci troveremo ad agire e perché la trasparenza amministrativa sarà il fulcro del mio operare. La seconda questione riguarderà il rinnovamento della macchina comunale e in tal senso una maggiore valorizzazione del ruolo del prossimo Consiglio comunale. Ci aspetta un compito difficile, ma resto fiducioso perché so di poter contare su uomini, donne e ben 11 giovani consiglieri under 40 che porteranno energia e vitalità”. In chiusura, l’appello in vista del ballottaggio: “Finora abbiamo fatto un ottimo lavoro, ma ora dobbiamo triplicare i nostri sforzi per convincere il maggior numero di persone ad andare a votare. Dobbiamo evitare che questa città venga consegnata a una politica vecchia, che non ha più diritto di cittadinanza ad Avellino”. Questa sera, alle ore 19.00, nuova tappa a Borgo Ferrovia (Vecchia chiesa San Francesco d'Assisi di fronte dopolavoro ferroviario).

Aggiornamento del 5 giugno 2013, ore 17.04 No al parcheggio interrato di Piazza Libertà - “Sono contrario alla realizzazione del parcheggio interrato di Piazza Libertà. Naturalmente ho bisogno di conoscere esattamente lo stato delle procedure e di verificare se è possibile, come auspico, utilizzare i fondi disponibili per implementare parcheggi già esistenti nelle vicinanze. Ritengo, infatti, che i commercianti e i cittadini della zona non possano essere tenuti in ostaggio ancora per altri anni da lavori infiniti.”

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com