Centro Dorso/L’onda lunga del neorealismo. Il Laceno d’Oro ad Atripalda

Mercoledì 15 Maggio 2019 10:45 Red.
Stampa

b_300_220_15593462_0___images_stories_Cultura5_dorso_atrip.jpgATRIPALDA – In ricordo di Biagio Venezia, insieme alla sua famiglia, allo Spi-Cgil e alla Pro Loco di Atripalda, con il patrocinio del Comune di Atripalda, venerdì 17 maggio, alle ore 10.30, presso l’aula magna del liceo scientifico “Vittorio De Caprariis” di Atripalda, il Centro Dorso organizza un seminario sul tema “L’onda lunga del neorealismo. Il Laceno d’Oro ad Atripalda”.

Introduce e coordina Antonio Zollo, giornalista. Intervengono: Maria Stella Berardino, dirigente scolastica del liceo scientifico “Vittorio De Caprariis” di Atripalda; Giuseppe Spagnuolo, sindaco di Atripalda: Nunzio Cignarella, vice presidente del Centro Dorso; Paolo Speranza, storico e giornalista; Raffaele La Sala,  storico; Michela Mancusi, presidente “Zia Lidia social club”.Seguirà un dibattito con la partecipazione degli studenti delle classi quinte del liceo De Caprariis.

Il Laceno d’oro, uno degli eventi culturali più importanti del Mezzogiorno, a partire dal 1966 si trasferì proprio ad Atripalda, presso il cinema-teatro Ideal, dove un pubblico entusiasta ebbe la possibilità di confrontarsi con grandi attori, attrici e registi italiani e internazionali.

Obiettivo del seminario – si legge in una nota del Centro Dorso – è non solo far conoscere alle giovani generazioni una pagina di storia indimenticabile, ma soprattutto riflettere sul presente e guardare al futuro del patrimonio culturale di Atripalda e dell’Irpinia.