www.giornalelirpinia.it

    18/08/2019

L’occhio sulla città/Sarà ancora ballottaggio

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Attualita_torre_orologio.jpgAVELLINO – Come prevedibile e forse anche un po’ previsto, a più o meno un anno di distanza, sarà ancora ballottaggio. Per conoscere chi sarà il nuovo sindaco della città capoluogo, infatti, bisognerà attendere l’espletarsi del secondo turno elettorale che vedrà opposti, il prossimo 9 giugno, il candidato Luca Cipriano ed il candidato Gianluca Festa.

Alla cittadinanza spetterà comunque una difficile scelta, ancor più ardua, se si considera che si dovrà farla tra due candidati espressione di un’area politica verosimilmente non contrapposta e probabilmente con un’idea di città non del tutto dissimile. Per questo, molteplici elementi di valutazione dovranno offrirsi all’attenzione del cittadino elettore per una scelta più responsabile e consapevole: un attento confronto delle biografie dei candidati, una giusta attenzione alle squadre a sostegno degli stessi, valutandone serietà, esperienza, competenza ed ogni altro elemento si ritenga confacente al rispetto del bene comune e all’esclusivo interesse della comunità.

In quest’ottica non si potrà non tener conto delle singole proposte programmatiche di priorità e non, offerte dai due competitors,  nonché della loro capacità attrattiva. Perché, ben venga la pur legittima volontà di rinnovamento individuale della classe politica cittadina cercata e in parte pur già  consegnata dal primo turno di queste elezioni amministrative ma, com’è ovvio, riteniamo che ogni innovazione o idea di novità, per ottenere il suffragio di reale attuabilità programmatica, deve sempre accompagnarsi ad una tangibile concretezza di proposta: viceversa, la stessa, risulterebbe evanescente sin dal pensiero. Perciò, solo nella consapevolezza di non aver tralasciato nessuno degli elementi di valutazione suggeriti ed indicati, si potrà essere chiamati a fare sintesi nella massima libertà e con coscienza: agli avellinesi l’ardua sentenza.

Ora, stante la legittima ed intima convinzione che ogni singola espressione di voto sia  determinante a decidere le sorti ed il futuro della città, ai cittadini l’invito rinnovato ad esercitare la responsabilità del diritto di voto: le opzioni saranno soltanto due, per molti non ci sarà il candidato scelto al primo turno ma proprio per costoro, dal momento che comunque al termine dello scrutinio ci sarà il nuovo sindaco eletto, l’invito per la scelta o di un candidato di ripiego o per un candidato che limiti le chances dell’altro non gradito. Il nostro occhio, per parte sua, non potrà che restare in fiduciosa attesa pronto, come da prassi, ad osservare e registrare quanto accadrà.

Intanto, a integrazione del nostro sguardo dello scorso sabato, non possiamo che esprimere viva soddisfazione alla notizia della recente assegnazione del premio come miglior direttore sportivo dall’anno della serie D a Carlo Musa, giovane e competente ds della Calcio Avellino Ssd. Al direttore Musa giungano sinceri auguri e le congratulazioni della nostra rubrica e di questa testata, col non celato auspicio che questo binomio vincente  possa consolidarsi, a garanzia di nuovi e più prestigiosi successi.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com