www.giornalelirpinia.it

    18/04/2021

L’occhio sulla città/Uno spiraglio di luce ma ancora tante ombre

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Rubriche-LaLettera_pza_castel_lo.jpgAVELLINO – Finalmente qualche buona notizia per il capoluogo: ricordate Piazza Castello? Inaccessibile e non percorribile dal 2012 per difficoltà burocratiche e ripetuti dissapori con i tecnici della sovrintendenza, oggi la piazza sembra avviata verso la definitiva consegna alla città.

Il progetto, che consta di un impegno di spesa di circa 5 milioni di euro, provenienti per il novanta per cento da fondi regionali, prevede un minuzioso intervento di manutenzione e riqualificazione dei ruderi del castello longobardo, nonché delle aree verdi ad esso circostanti. Un ulteriore  elemento di novità sarà rappresentato dalla rotatoria che nascerà all’uscita della bretella di collegamento tra via Circumvallazione e Corso Umberto. Uno snodo fondamentale per una sempre maggiore fluidità del traffico veicolare cittadino. Si apprende nel merito, inoltre, che di recente si è proceduto alle necessarie verifiche di stabilità e di controllo che agevoleranno l’immissione alla rotatoria di mezzi pesanti, autobus e pullman. Insomma, l’amministrazione comunale batte un colpo di concretezza: vogliamo augurarci che con la nuova Piazza Castello possano presto riprendere vita anche tutte quelle attività commerciali della zona che, per atavica incuria, hanno dovuto pagare il prezzo più alto.

A contrappunto a questo spiraglio di luce non possiamo non segnalare le ombre che si vanno sempre più addensando sullo stato di degrado e di abbandono in cui versano ormai tutte le strade cittadine. Per chi vive stancamente e passivamente la città certi scenari sono un’abitudine perché in fondo, da lungo tempo, sul tema, nihil sub sole novum e tutto diventa  “la normalità”.

Non se ne può più! Ormai completamente dissestate con buche, rattoppi posticci, tombini che sprofondano, è questo il disastro delle strade cittadine del centro e della periferia senza alcuna differenza. Ci riferiamo ad esempio a via Perrottelli, via Francesco Tedesco o via via Circumvallazione, ma anche via Tagliamento, via Piave e ancora via Annarumma e tante altre.

Avviandosi verso il centro si è portati a pensare che le cose vadano migliorando e invece no! Pensiamo al centralissimo Corso Europa, ormai sempre più simile al greto di un fiume o ad un antico tratturo, non più percorso da greggi al passo, ma da automobili che, con il loro inevitabile continuo scorrere, hanno finito per aggravarne l’inevitabile dissesto, per la “gioia” solo delle varie autofficine della città. Per non parlare dei pedoni costretti a vere e proprie gincane, a salvaguardia della propria incolumità: provate a percorrere, a piedi o in auto, una delle strade appena menzionate...

Ora, se la “rivoluzione Avellino” immaginata e più volte annunciata dal sindaco Festa rimane statica nel caratterizzarsi per improvvisazione, confusione ed approssimazione e se l’inerzia di chi, per competenze professionali, è chiamato a risolvere questi problemi corrisponde a incapacità, allora sarà meglio che altri subentrino e dimostrino quanto possibile sia la soluzione quando è la volontà e la perizia a ricercarla.

Noi, dal nostro canto, non possiamo che continuare ad offrire la garanzia di uno sguardo vigile ed attento su questo come su ogni altro tema a difesa dell’immagine, del decoro e dell’esclusivo interesse dalla nostra amata città.

Ci stiamo avvicinando alla Santa Pasqua, dovremmo essere tutti più buoni e il nostro occhio non vuol essere da meno: perciò il prossimo sabato rivolgerà il suo sguardo altrove. Augurando una serena Pasqua... ed una felice Pasquetta... a tutti voi lettori, a  risentirci sabato 10 aprile.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com