www.giornalelirpinia.it

    24/09/2018

Foscarini chiede l’aiuto dei tifosi: «Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione»

E-mail Stampa PDF

Claudio FoscariniAVELLINO – “Ho avuto un impatto positivo con la squadra, la dirigenza e lo staff. Ora ci apprestiamo ad affrontare l'avversario più in forma in questo momento. Era la squadra giusta da non affrontare perché vive un ottimo momento: da quando è arrivato Breda sicuramente ha dato organizzazione, ha dato sicurezza, stanno ottenendo dei grandi risultati attraverso delle buone prestazioni. È la squadra forse più in forma in questo momento ed è una brutta gatta da pelare perché gioca, gioca un buon calcio, esce dalle fasce, sa punirti centralmente quando non sei coperto. È un’ottima squadra. Noi ci stiamo preparando. La partita di lunedì, comunque, mi darà dei dati su cui poter lavorare”.

Appare tranquillo e fiducioso il nuovo allenatore Claudio Foscarini nel fare un primo bilancio del suo arrivo in Irpinia e nel presentare la prossima gara dell’Avellino, quella contro un Perugia lanciato in zona play off, in programma lunedì prossimo nel posticipo notturno della 34esima giornata del campionato di serie B.

Poi passa a fare il punto della situazione all’interno della rosa attualmente a disposizione: “Cabezas, Vajushi e Morero credo siano recuperabili per lunedì. Per Bidaoui e Gavazzi ci vorranno altri dieci giorni. Voglio rivedere il vecchio Ardemagni che era a Cittadella, quello che correva, "picchiava" i difensori, era generoso, vedeva la porta, ecco io voglio rivedere quello, con le buone o con le cattive. Dopo quello che è successo – la sua parentesi, lo so – gli darò una mano, nel senso che se serve lo faccio giocare, se serve va in panchina. Lui mi deve dare degli spunti importanti perché conto tantissimo su di lui. Ripeto, ho un’immagine di Matteo e deve essere quella, di un giocatore un attimino diverso da quello che ho visto. Migliorini? L’ho visto bene, motivato e lo tengo in considerazione. Marchizza è un altro elemento molto interessante”.

Quindi il discorso si sposta sulla linea da portare avanti: “Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione, abbiamo il dovere di offrire prestazioni toniche, convincenti, determinate e anche di vincere. Fisicamente la squadra sta bene, il lavoro più importante riguarda l'aspetto mentale. Spero di vedere un Partenio-Lombardi pieno e mi auguro che i tifosi diano una mano alla squadra”.

Aggiornamento dell’8 aprile 2018, ore 18.55 - Allenamento di rifinitura questo pomeriggio, a porte chiuse, al Partenio-Lombardi. Per la sfida di domani (ore 20:30) contro il Perugia, il tecnico Foscarini ha convocato 23 calciatori: portieri, 20 Casadei, 22 Lezzerini; difensori, 13 Falasco, 3 Marchizza, 6 Migliorini, 16 Morero, 15 Ngawa, 2 Pecorini, 29 Rizzato; centrocampisti, 8 D’Angelo, 23 De Risio, 14 Di Tacchio, 11 Gavazzi, 27 Laverone, 17 Molina, 4 Moretti, 21 Morosini, 7 Vajushi, 33 Wilmots; attaccanti, 9 Ardemagni, 19 Asencio, 30 Cabezas, 10 Castaldo.

Ad arbitrare l’incontro sarà il signor Marco Piccinini della sezione di Forlì che sarà coadiuvato dai guadalinee Gaetano Intagliata della sezione di Siracusa e Paolo Formato della sezione di Benevento. Quarto uomo, Nicola De Tullio della sezione di Bari. Queste le probabili formazioni:

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Pecorini, Ngawa, Migliorini, Rizzato; D’Angelo, Di Tacchio, De Risio, Molina,; Asencio; Castaldo. Allenatore: Novellino.

Perugia (3-5-2): Leali; Volta, Magnani, Del Prete; Mustacchio, Gustafson, Bianco, Bandinelli, Pajac; Cerri, Di Carmine. Allenatore: Breda.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com