www.giornalelirpinia.it

    21/08/2018

Frosinone corsaro, Avellino ko

E-mail Stampa PDF

Castaldo (fonte Us Avellino)Marcatori: 40' st Dionisi, 44' st Paganini

AVELLINO-FROSINONE 0-2

AVELLINO (4-4-2): Lezzerini; Laverone, Ngawa, Migliorini (12’ st Kresic), Marchizza; Vajushi (36' st Morosini), De Risio, Di Tacchio, Molina; Asencio (18’ st Gavazzi), Castaldo. A disposizione: Casadei, Pozzi, Moretti, Ardemagni, Morero, Evangelista, Cabezas, Wilmots. Allenatore: Foscarini.

FROSINONE (3-5-2): Bardi (1’ st Vigorito); Brighenti, Terranova, Krajnc; Paganini (42′ st Ciofani M.), Chibsah, Maiello, Kone, Beghetto; Dionisi, Ciano (21′ st Citro). A disposizione: Crivello, Russo, Gori, Besea, Frara, Soddimo, Ariaudo, Matarese, Sammarco. Allenatore: Longo.

Arbitro: Jean Luca Sacchi di Macerata. Guardalinee, Marco Citro di Battipaglia e Marco Scatragli di Arezzo. Quarto uomo, Nicola Ayroldi di Molfetta.

Ammoniti: 26' st Castaldo, 27' st Brighenti, 45' st Paganini

Recuperi: 2’ più 4 ’.

AVELLINO  – Arriva con un micidiale 1-2 messo a segno nel finale di gara la prima sconfitta della gestione Foscarini alla guida dell'Avellino. A conquistare una preziosa vittoria che lo lancia in seconda posizione nella classifica di serei B è stato un Frosinone molto concreto che prima ha portato avanti una tattica di apparente attesa ma sempre in grado di creare pericoli, poi è uscito fuori con un gioco molto redditizio che gli ha consentito di colpire al momento giusto senza possibilità di scampo per i padroni di casa. Nonostante tutto, grazie alla concomitanza dei risultati dagli altri campi, tutto sommato favorevoli per quanto riguarda la classifica, l'Avellino è rimasto ancora ai margini della zona pericolosa dei play out anche se ora è atteso da due trasferte consecutive, vale a dire Palermo e Carpi, che potrebbero essere decisive in questo particolare momento del campionato. Foscarini avrà il suo bel da fare per mettere le cose a posto alla luce di queste prime tre partite sull panchina biancoverde.

La cronaca – Partenza a rallenty delle due squadre che si attardano nella canonica fase di studio di avvio gara. Prova l’Avellino a rompere il ghiaccio e ad imprimere un ritmo più elevato al gioco. È il Frosinone, però, al 7’ pt, a portare una prima conclusione verso la porta irpina con un colpo di testa dell’ex Kone servito da Beghetto, palla a lato. All’11’ pt è Asencio che si avventa su di un pallone messo in area dalla fascia sinistra, ma colpisce involontariamente Terranova che rimane a terra. La partita non decolla e le squadre cincischiano prevalentemente a centrocampo. È l’Avellino, comunque, che prova a premere di più con il Frosinone pronto a colpire in fase di ripartenza. Al 26’ pt tiro dalla distanza di Molina, palla abbondantemente fuori. Al 29’ pt pericolosa punizione dalla distanza di Ciano, sfera che sfiora il palo. Ancora Ciano al 31’ pt mette al centro un diagonale che attraversa tutta l’area, nulla d fatto. Al 34’ pt velenosa conclusione su punizione di Di Tacchio, palla respinta dal portiere Bardi. Finale di tempo un po’ più intenso con le due squadre intenzionate a mettere a segno il gol del vantaggio. In sostanza, però, non succede niente di eclatante se non una protesta del Frosinone per un fallo in area su Terranova. Si va al riposo con il punteggio fermo sullo 0-0 dopo 2 minuti di recupero.

Ripresa – Nel Frosinone dal 1’ st  in campo Vigorito tra i pali al posto di Bardi in preda a problemi muscolari alla coscia destra. Subito pericolosi i ciociari che sfiorano il gol del vantaggio con Ciano, libera all’ultimo momento Vajushi. Insistono i gialloblù che ora danno più continuità alla loro pressione, Avellino costretto a difendersi. Si riscaldano, intanto, Morosini e Gavazzi. All’8’ st ancora un pericolo per la porta irpina dopo un colpo di testa. Al 10’ st è l’Avellino che sfiora il gol con Castaldo la cui conclusione di testa, su cross di Vajushi, finisce sull’esterno della rete. Subito dopo schiaccia di testa Migliorini, para Vigorito. Al 12’ st Kresic rileva proprio Migliorini che ha problemi all’adduttore sinistro. È ora l’Avellino ad essere più intraprendente in fase d’attacco con il Frosinone che è pronto però a colpire in contropiede. Al 18’ st nuovo cambio nell’Avellino: fuori Asencio, dentro Gavazzi. Al 21’ st nel Frosinone Citro rileva Ciano. La gara è ora più vivace, con continui capovolgimenti di fronte. Pericolosa incursione in avanti al 24' st del neo entrato Citro, palla messa in angolo da Kresic. Insistono i ciociari in attacco. Al 26' arriva la prima ammonizione: Castaldo viene sanzionato dall'arbitro per proteste e, quanto diffidato, salterà la prossima gara con il Palermo. Un minuto dopo tocca a Brighenti. Al 32' st veloce incursione sulla fascia di Vajusci che riesce a mettere al centro una palla pericolosa, libera la difesa ospite. Al 34' st Gavazzi s'incunea in area e conclude, para Vigorito. Al 36' st Foscarini manda in campo Morosini al posto di Vajushi, autore di una buona prestazione. Finale, comunque, emozionante con il Frosinone che, al 40' st, si porta in vantaggio con Dionisi. Cala il silenzio sul Partenio-Lombardi. Irpini che si riversano in avanti a capofitto nella ricerca del gol del pareggio. Al 42' st Longo manda in campo Ciofani al posto di Paganini. Arriva al 44' st il raddoppio del Frosinone nella più classica azione di contropiede proprio con Paganini servito da Kone. Gara ormai segnata. Saranno quattro i minuti di recupero. Il rislutato non cambia. In aggiornamento...

Le parole di Foscarini - "Peccato per il risultato, ma devo salvare la prestazione. Siamo stati generosi nel cercare di vincere l'incontro, e ingenui nel perderlo. Ora testa al Palermo: abbiamo un'idea di gioco e tanta voglia di lavorare". Le dichiarazioni di Carlo De Risio: "Gli episodi ci hanno condannati. Potevamo conquistare i tre punti, purtroppo usciamo dal campo a mani vuote. Ma il gruppo è compatto: ci salveremo"

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com