www.giornalelirpinia.it

    19/08/2019

L’Avellino si sveglia in tempo e batte l’Albalonga

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio7_albalonav.jpgMarcatori: 21’ st Tribuzzi

ALBALONGA-AVELLINO 0-1

ALBALONGA (4-3-3): Jorio; Succi, Panini, Paolacci, Pace; Pellecchia, Di Cairano (26’ st Follo), Barone, Magliocchetti, Corsetti; Pippi. A disposizione: Del Moro, Pucino, Sordi, Lommi, Capogna, Casanova, Proietti, Fatati. Allenatore: D’Adderio.

AVELLINO (4-3-3): Viscovo; Dionisi, Morero, Dondoni (1' st Capitanio), Parisi; Matute (18' st Gerbaudo), Di Paolantonio, Buono; Tribuzzi (49' st Omohonria), De Vena (28' st Sforzini), Da Dalt (18' st Ciotola).  A disposizione: Lagomarsini, Mentana, Falco, Saporito. Allenatore: Bucaro.

Arbitro: Luigi Catanoso della sezione di Reggio Calabria. Guardalinee: Santino Spina della sezione di Palermo e Francesco Paolo Danese della sezione di Trapani.

Ammoniti: 9’ pt Morero, 22’ pt Buono, 24’ pt Pace, 17’ st Magliocchetti, 22’ st Panini, 41’ st Dionisi, 46’ st Gerbaudo, 49’ st Tribuzzi

Recuperi: 3’ pt’ più 5’.

Espulso: 32’ st Bucaro per proteste

Note: angoli 4-2

ALBANO LAZIALE (Roma) – Importante vittoria dell'Avellino che sul campo di un'agguerrita Albalonga s'impone con una rete di Tribuzzi e si porta ora a cinque lunghezze dalla capolista Lanusei che ha pareggiato 1-1 in quel di Latina. La svolta della partita è arrivata al 18' della ripresa quando l'allenatore Bucaro ha operato un duplice cambio per cercare di dare un po' di maggiore organicità e vivacità alla manovra della sua squadra. Una mossa azzeccata che ha cambiato, in pratica, il livello di gioco della partita. Peccato però che poi il tecnico siciliano si sia fatto prendere dal nervosismo e abbia dovuto guadagnare la via dello spogliatoio anzitempo dopo l'espulsione decretata dal direttore di gara per proteste sul rigore non concesso all'Avellino in seguito all'atterramento di Ciotola in area laziale. Rimane, comunque, la soddisfazione per il successo che dà ora nuova fiducia alla squadra e a tutto l'ambiente biancoverde. Il tempo appena di festeggiare che già bisogna pensare al nuovo impegno di campionato, quello infrasettimanale di mercoledì prossimo, contro l'Anzio, attuale fanalino di coda del girone G della Lnd, in programma allo stadio Partenio-Lombardi con inizio alle ore 15:00. Seguiranno le due trasferte di Anagni e Cassino.

La cronaca – È subito bagarre tra Albalonga e Avellino che appaiono intenzionati a voler saltare la fase di studio iniziale e darsi battaglia fin dai primi minuti. Si fanno sentire i circa 300 tifosi biancoverdi presenti sugli spalti dello stadio Pio XII di Albano Laziale. Non vi sono, comunque, finora pericoli per le due porte. Al 9’ pt ammonito Morero. La gara sembra per ora assestarsi su un sostanziale equilibrio, con il gioco che ristagna prevalentemente a centrocampo. Al 20’ pt timido tentativo di conclusione di testa da parte di Matute, sfera a lato. Al 22’ pt ammonito Buono. Al 23’ pt prima occasione da rete per l’Avellino con De Vena che, però, scivola in area e vanifica il buon lavoro di Paoloantonio. Al 24’ pt cartellino giallo per Pace autore di un fallo su Tribuzzi. Al 26’ pt ancora De Vena, servito da Tribuzzi, in azione in area laziale ma Jorio riesce ad anticiparlo. Al 35’ pt salva la sua porta con una grande parata il neo portiere biancoverde Viscovo, classe 1999, che neutralizza la conclusione ravvicinata di Pippi. Non si sblocca, comunque, la partita. Ancora un pericolo in area irpina al 42’ pt con Di Cairano, servito da Corsetti, anticipato provvidenzialmente da Parisi. Tre i minuti di recupero. Finisce 0-0 il primo tempo.

Ripresa – Capitanio schierato al posto di Dondoni ad inizio di secondo tempo. Al 2’ st colpo di testa di De Vena, para a terra Jorio. Risponde sul fronte opposto l’Albalonga con Pellecchia la cui conclusione costringe Viscovo a mettere la palla in angolo. Al 17’ st ammonito Magliocchetti per un fallo su Di Paoloantonio. Non cambia, in effetti, la natura del match anche in questo avvio di ripresa, un match caratterizzato finora da molta accademia e poca sostanza sul piano del gioco. Prova Bucaro a modificarne le sorti con un doppio cambio mandando in campo al 18’ st Gerbaudo e Ciotola al posto rispettivamente di Matute e di Da Dalt. E la mossa si rivela azzeccata perché al 21’ st l’Avellino si porta in vantaggio con Tribuzzi che, dopo una bella combinazione proprio dei due nuovi entrati, mette in rete la palla al termine di un batti e ribatti in area laziale. Albalonga 0-Avellino 1. Al 26’ st prova a correre ai ripari il tecnico di casa mandando in campo Follo al posto di Di Cairano. Un minuto dopo Sforzini rileva De Vena. Al 31’ st Ciotola cade in area e viene invano reclamata la concessione del rigore da parte dell’Avellino. Protesta piuttosto vivacemente l’allenatore Bucaro che viene espulso dal campo. Al 36’ st il portiere di casa messo in difficoltà da un retropassaggio, prova ad approfittarne Sforzini ma la palla finisce sul fondo. Al 41’ st ammonito Dionisi per proteste. Finale intenso con l’Albalonga che si riversa in avanti con l’intento di conquistare il pareggio e l’Avellino attento a non commettere errori e a portare a casa questa preziosissima vittoria. Cinque i minuti di recupero. Al 46’ st cartellino giallo per Gerbaudo che, in quanto diffidato, salterà la prossima gara con l’Anzio. Al 47’ st Sforzini vicino al raddoppio ma la sua conclusione viene neutralizzata da Jorio. Al 49’ st ammonito Tribuzzi che viene anche sostituito da Omohonria. Arriva il triplice fischio ch sancisce la vittoria dell’Avellino. In aggiornamento…

Aggiornamento del 13 gennaio 2019, ore 18.30 -

Le dichiarazioni dell’allenatore Giovanni Bucaro - "Ottimo risultato maturato su un campo difficile sia per la qualità dell'avversario che per le reali condizioni del terreno di gioco. Non so dire se è una gara che ci svolta il campionato, quel che è certo è che, come ho già detto in altre occasioni, dobbiamo continuare a fare la corsa su noi stessi, gara dopo gara. Stiamo acquisendo consapevolezza, dobbiamo crederci e stare tutti compatti, noi, i tifosi, la stampa, e tutto l'ambiente".

"I cambi? Bisogna essere anche un po' fortunati ma se si vuole inseguire ed essere realmente pericolosi bisogna che tutti, dall'undici titolare alla panchina, fino alla tribuna, si facciano trovare pronti in ogni momento perché possiamo sbagliare poco o niente".

Francesco Buono: "Cerco sempre di allenarmi e di lavorare al massimo,  sono contento di come stanno andando le cose per me ma sopratutto per i risultati della squadra". "Una partita molto difficile su un campo ostico, la mia sensazione è che da qui alla fine troveremo tante altre situazioni simili, quindi dobbiamo farci trovare pronti perché sappiamo cosa ci aspetta".

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com