Maffezzoli: «A Pistoia per vincere»

Venerdì 10 Maggio 2019 11:25 Red.
Stampa

MaffezzoliAVELLINO – “Innanzitutto mi complimento con Bologna per la vittoria della Champions League e ci tengo a rinnovare l’in bocca al lupo ai ‘cugini’ del calcio. Quanto a noi, è stata una settimana difficile, la botta accusata dopo la sconfitta con Brindisi è stata forte: nonostante questo, dobbiamo onorare la nostra stagione senza pensare agli altri, chiudendo con una vittoria in trasferta, che manca da tutto il girone di ritorno. Sono stato molto chiaro con i ragazzi: non accetterò un risultato diverso dalla vittoria perché ce lo dobbiamo per il lavoro svolto in questi nove mesi. Andiamo lì per vincere e solo dopo presteremo orecchio agli altri campi, altrimenti non ha senso. Sono concentrato su quello che dobbiamo fare, non considerando la situazione di Pistoia: a prescindere dalla loro salvezza o meno, sicuramente ci terranno a chiudere bene la stagione. Ripeto che noi dobbiamo pensare ad onorare il nostro lavoro, quello dello staff e della società. Ieri mi sono rivolto agli uomini, non ai giocatori, ed è da loro che mi aspetto una reazione: vorrei poter dire che non hanno rispettato il proprio lavoro ma non è così, purtroppo sono mancati i risultati. Ieri ci siamo chiusi nello spogliatoio e ho constatato un atteggiamento è stato molto diverso. Ho voluto far capire alla squadra che noi dobbiamo fare la nostra partita e tenerci pronti qualora i risultati dagli altri campi dovessero sorriderci”.

Queste le dichiarazioni di coach Massimo Maffezzoli di presentazione dell’ultima gara di Legabasket Serie A in programma domenica sera, con inizio alle 20:45, al PalaCarrara di Pistoia.

“Per quanto riguarda la situazione infortuni – ha ancora spiegato il coach – Caleb Green non recupererà; neanche Young dovrebbe farcela: ne approfitto per dire che domenica Patric ha fatto una cosa che in pochi avrebbero fatto, mettendo la sua salute dietro al bene della squadra. Gliene sarò sempre riconoscente e sono stato io il primo a chiedergli di non forzare ulteriormente il suo fisico; Hamady Ndiaye dovrebbe invece recuperare. Quanto a Keifer Sykes e Demetris Nichols, sono stati a turno fermi per riposo precauzionale. Come sempre, però, non voglio nascondermi dietro a problemi di infortuni: chi c’è deve giocare da uomo, tutto il resto conta poco”.