www.giornalelirpinia.it

    12/12/2019

L’Avellino in vena di regali, il Potenza non fa sconti e vince

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio7_avpz_nov19.jpgMarcatori: 28’ pt Ferri Marini, 38’ pt Murano

AVELLINO-POTENZA 0-2

AVELLINO (3-5-2): Abibi; Zullo, Morero, Illanes (1’ st Karic); Celjak, Micovschi (37’ st Silvestri), Di Paolantonio, De Marco (1’ st Rossetti), Parisi; Charpentier, Albadoro (19’ st Alfageme). A disposizione: Tonti, Pizzella, Palmisano, Njie, Laezza, Carbonelli, Evangelista, Petrucci. Allenatore: Capuano.

POTENZA (3-5-2): Breza; Sales, Giosa, Silvestri; Viteritti (46’ st Isgrò), Iuliano, Coppola (18’ st Coccia), Dettori, Sepe; Murano (24’ st Vuletich), Ferri Marini (18’ st Arcidiacono). A disposizione: Ioime, Panico, França, Nembot, Longo, Souare. Allenatore: Leonetti (squalificato Raffaele).

Arbitro: Matteo Marchetti. Guardalinee:Dario Garzelli di Livorno e Gabriele Luzzi di Valdarno.

Ammoniti: 39’pt Sales, 5’ st Micovschi, 17’ st Parisi

Recuperi: 0’ pt più 5’ st.

Note: 8-4 angoli.

AVELLINO – L'Avellino fa harakiri ed esce nettamente sconfitto dal match contro il Potenza al termine di 95 minuti di gioco in cui gli errori difensivi sono stati decisivi ed hanno, in sostanza, segnato la partita. Questo senza nulla togliere ai meriti del Potenza di Raffaele, sostituito in panchina da Leonetti in quanto squalificato, che ha dimostrato di essere una squadra compatta, ben messa in campo, in grado di sviluppare un gioco essenziale, senza fronzoli, alla distanza redditizio. L'Avellino, al contrario, ha confermato quello che finora in questo campionato ha per così dire contrassegnato il suo cammino, vale a dire grosse carenze in fase difensiva che questa sera hanno avuto in capitan Morero e nel portiere Abibi due autentici portabandiera. Il tutto avallato con molta nonchalance dal tecnico Capuano che invece di lasciare i due negli spogliatoi dopo le incredibili performance del primo tempo ha preferito andare avanti nel più classico atteggiamento suicida del "muoia Sansone con tutti i Filistei". Ma tant'è. La strada ora, è appena il caso di ricordarlo, si fa sempre più salita per l'Avellino che domenica prossima è atteso dal derby con la Casertana.

La cronaca – Si parte. Irpini in completa tenuta verde, lucani con pantaloncini blu e maglietta a strisce rossoblù. Gran tifo sugli spalti con i 500 supporters del Potenza assiepati nel settore ospiti. Si danno subito battaglia le due squadre che sono schierate a specchio con il modulo del 3-5-2 e che, in questi minuti iniziali, si attardano nella canonica fase di studio. Più intraprendenti, comunque, appaiono i padroni di casa che riescono ad affondare in un paio di occasioni con Charpentier senza alcun serio pericolo, però, per la porta lucana. Le squadre si temono e badano al sodo lasciando poco spazio alla manovra con marcature molto attente e asfissianti. Al 21’ pt c’è la prima conclusione dell’Avellino, ne è autore Albadoro ma il tiro è centrale, para Breza in tutta tranquillità. Al 24’ pt gran tiro di sinistro dalla distanza di Parisi, traversa piena e palla che ritorna in campo. Prende coraggio l’Avellino che appare in gardo di esercitare in questa fase una maggiore pressione sorretto anche dal tifo incessante del proprio pubblico. Al 28’ pt tiro di Celiak che Breza para a terra. Sul capovolgimento di fronte Ferri Marini approfitta di un errore difensivo di Morero, si presenta da solo dinanzi alla porta e fa fuori Abibi: Avellino 0-Potenza 1. Prova subito a reagire la squadra biancoverde ma si espone inevitabilmente al contropiede dei lucani. Al 36’ pt Potenza vicino al raddoppio grazie ad un altro regalo della difesa di casa con il portiere Abibi che pasticcia vistosamente su una palla del tutto inoffensiva. Non sbaglia, però, al 38’ pt Murano che, servito alla perfezione dalla destra mette dentro un bolide sul quale nulla può fare Abibi ancora stordito per la precedente sua…performance. Difesa irpina, comunque, in evidente difficoltà e non in grado di tenere testa alle veloci ripartenze del Potenza. Ammonito al 40’ pt Sales.  Apprensioni per un ennesimo liscio difensivo di Morero, finisce sull’esterno della rete la conclusione di Murano. Termina il primo tempo con gli ospiti in vantaggio di due gol.

Ripresa – Doppia sostituzione nelle file dell’Avellino: fuori Illanes e De Marco, dentro Karic e Rossetti. Irpini subito in avanti per cercare di riaprire la partita. Al 4’ st bordata da fuori area di Micovschi, palla respinta in angolo da Silvestri. Cartellino giallo, al 5’ st, proprio per Micovschi dopo uno scontro con Sales. All’8’ st cade in area Albadoro dopo un primo tentativo di colpire di testa da parte di Charpentier, l’arbitro fa segno di proseguire. Insistono i biancoverdi in avanti, ma si espongono inevitabilmente al contropiede dei rossoblù lucani che, come già nel primo tempo, badano al sodo pensando a controllare il gioco e a neutralizzare eventuali pericoli. Avellino che, con il passare dei minuti, appare sempre più rassegnato e che deve preoccuparsi non poco degli errori difensivi che ancora caratterizzano la sua azione. Al 17’ st ammonito Parisi per proteste. Al 18’ st fuori Coppola e Ferri Marini,  dentro Coccia e Arcidiacono. Al 19’ st fuori Albadoro, dentro Alfageme. Al 21’ st tentativo in scivolata di Micovschi servito da Charpentier, palla fuori. Al 24’ st nuova sostituzione nel Potenza con Vuletich che rileva Murano. Al 27’ st gran tiro di Parisi, respinge di testa Dettori. Al 37’ st Capuano manda in campo Silvestri al posto di Micovschi. Gara, comunque, che sembra ormai segnata nonostante gli ultimi tentativi dei padroni di casa di accorciare quanto meno le distanze. Potenza in ogni caso molto concreto e in grado di controllare senza problemi il gioco. Saranno cinque i minuti di recupero. Al 46’ st fuori Viteritti, dentro Isgrò. Il risultato non cambia. In aggiornamento…

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com