www.giornalelirpinia.it

    25/11/2020

La Paganese in vantaggio s’illude, l’Avellino in dieci fa 1-1

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio8_pag_av.jpgMarcatori: 43’ pt Diop (rigore), 24’ st Aloi

PAGANESE-AVELLINO 1-1

PAGANESE (3-5-2): Campani; Sbampato, Schiavino, Sirignano; Mattia (30’ st Carotenuto), Onescu, Bonavolontà (30’ st Mattia), Gaeta, Squillace; Guadagni (17’ st Cesaretti), Diop (17’ st Mendicino). A disposizione: Bovenzi, Fasan, Esposito, Perazzolo, Cigagna, Curci, Bramati,  Isufaj. Allenatore: Erra.

AVELLINO (3-5-2): Leoni; Ciancio, Dossena, L. Silvestri; Rizzo (24’ st Adamo), Aloi, Santaniello (28’ st Dossena), D’Angelo, Tito; Fella (42’ st Bruzzo), Bernardotto. A dispoisizione: Pane,  Marco  Silvestri, Mariconda, Nikolic. Allenatore: Braglia.

Arbitro: Francesco Cosso  della sezione di Reggio Calabria. Guardalinee: Simone Piazzini della sezione di Prato e Khaled Bahri  della sezione di Sassari.  Quarto uomo, Francesco Carrione della sezione di Castellammare di Stabia.

Ammoniti: 21’ pt Ciancio, 38’ pt D’Angelo, 18’ st  Sbarbato, 23’ st Onescu, 37’ st Sbampato,   47’ st Onescu

Espulsi: 42’ pt L. Silvestri, 47’ st Onescu

Recuperi: 1’ pt più 4’ st

Note: 10-3

PAGANI (Salerno) – Finisce 1-1 al Marcello Torre il derby tra Paganese e Avellino al termine di una gara tutto sommato equilibrata sul piano del gioco. Qualche rammarico da parte dei padroni di casa che non hanno saputo approfittare della superiorità numerica. La squadra di Braglia, infatti, ha dovuto giocare tutta la ripresa in dieci uomini in seguito all’espulsione del difensore Luigi Silvestri che, sul finire del primo tempo, ha messo giù in area il suo avversario colpendolo, a quanto pare, anche con un pugno. I lupi d’Irpinia, comunque, sono tornati in campo con la chiara intenzione di rientrare in partita e sembravano esserci riusciti al 12’ st quando è stato loro assegnato un rigore per un fallo su Bernardotto, uno dei migliori in campo, rigore però fallito clamorosamente da Santaniello. C’ha pensato invece capitan Aloi a mettere le cose a posto mettendo a segno il gol dell’1-1 direttamente su punizione.

La cronaca È l’Avellino che prova nella fase di avvio a dettare i ritmi di gioco ma è la Paganese a portare il primo serio pericolo in fase d’attacco: all’8’ pt, infatti, salva miracolosamente sulla linea Ciancio su una conclusione ravvicinata di Gaeta servito da Diop. Al 14’ pt occasione anche per l’Avellino con Rocchi prima e Santaniello poi, riesce a sbrogliare la situazione la difesa di casa. Irpini che sembrano prendere coraggio ma non stanno a guardare i padroni di casa che si rendono pericolosi in contropiede. Al 21’ pt ammonito Ciancio. Al 29’ pt sfiora il palo Aloi con un tiro di sinistro dalla media distanza. Gara che sale di intensità sul piano agonistico con qualche scontro di troppo che l’arbitro fa bene a reprimere sul nascere. Al 38’ pt ammonito per simulazione D’Angelo, autore di una caduta in area della Paganese.  Al 42’ pt c’è la svolta della partita: fallo in area di Luigi Silvestri su Sirignano, colpito anche con un pugno, l’arbitro tira fuori il cartellino rosso e concede il rigore. Sul dischetto ci va Diop che segna il gol dell’1-0. Avellino costretto ora a giocare in dieci. Ci sarà un minuto di recupero. Il risultato di questo primo tempo non cambia.

Ripresa – Si riversa subito in avanti la squadra irpina che, benché in inferiorità numerica, prova a rientrare in partita esponendosi però al contropiede degli azzurro-stellati. Reclamano il rigore i biancoverdi per un presunto fallo di mano in area di Sirignano, uno degli ex di turno di questo derby. All’8’ st  Bernardotto in velocità prova a superare con un pallonetto Campani che non si fa però sorprendere. Avellino che prova a dare consistenza alla sua azione offensiva. Al 12’ st rigore per i lupi: Schiavini interviene in ritardo su Bernardotto che cade giù in piena area. Sul dischetto Santaniello, altro ex della partita, che spreca però clamorosamente l’occasione per pareggiare mandando la palla fuori. S’arrabbia non poco nell’area tecnica il tecnico dell’Avellino Braglia.

Al 17’ st duplice cambio nelle file della Paganese: Mendicino e Cesaretti in campo al posto di Diop e Guadagni. Al 18’ st ammonito Sbarbato per un fallo su Bernardotto. Al 23’ st ammonito Onescu. Adamo in campo al posto di Rizzo. Un minuto dopo pareggio dell’Avellino con Aloi che fa fuori Campani direttamente su calcio di punizione. Al 28’ st fuori Santaniello, ancora frastornato per aver fallito il rigore, dentro Dossena.

Al 30’ st Scarpa e Carotenuto in campo al posto di Bonovolontà e Mattia. Gara che sembra destinata a dover subire un nuovo cambiamento nel risultato visto l’impegno che le due squadre stanno mettendo in campo per cercare di conquistare tutta intera la posta in palio. Al 37’ st cartellino giallo per Sbampato, autore di un fallo su Aloi. Al 42’ st Braglia manda in campo Bruzzo al posto di Fella. Ci saranno 4 minuti di recupero. Al 47’ st secondo cartellino giallo per Onescu che, espulso, raggiunge anzi tempo gli spogliatoi. Non cambia il risultato, finisce in parità il  derby tra Paganese e Avellino. In aggiornamento…

Aggiornamento dell’11 novembre 2020, ore 20.20 – Post gara: dichiarazioni Alessandro Erra, allenatore della Paganese: “Il secondo tempo non siamo stati bravi nella lettura dello svolgimento della partita perché siamo andati appresso a loro che cercavano continuamente gli attaccanti scavalcando la nostra superiorità a centrocampo che ad un certo punto è diventata virtuale perché loro scavalcavano direttamente quei difensori sopra, abbiamo sofferto la loro fisicità in avanti. Nonostante ciò abbiamo preso un punto contro una squadra che si è dimostrata all’altezza, forte, con delle ambizioni che deve perseguire. C’è comunque un pizzico di rammarico, abbiamo concesso loro di giocare sulle loro caratteristiche, abbiamo commesso troppo falli inutili, abbiamo commesso degli errori da uno dei quali è nata una mezza autorete che ha dato loro il pareggio”.

Aggiornamento dell’11 novembre 2020, ore 20.31 – Piero Braglia. Allenatore dell’Avellino: ”Io son contento della prova dei ragazzi. È dispiaciuta l’espulsione perché ultimamente non finiamo più una partita in undici e questo ci deve un attimino far ragionare di più. rivedrò le immagini e poi prenderemo anche dei provvedimenti perché non si può comportare così e penalizzare tutti i compagni che hanno l’anima. Penso che questo sia un bel segnale per come i ragazzi hanno lottato, non volevano assolutamente perdere questa  partita.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com