www.giornalelirpinia.it

    21/01/2021

L’Avellino trova…l’autorete di Vitiello e batte la Vibonese

E-mail Stampa PDF

Riccardo Burgio (fonte: Us Avellino)Marcatori: 8’ Vitiello (autorete)

AVELLINO-VIBONESE 1-0

AVELLINO (3-5-2): Forte; Rocchi, Miceli, L. Silvestri; Adamo, Rizzo (7’ st M. Silvestri), D’Angelo, Bruzzo (7’ st Burgio; 44’ st Dossena), Tito; Maniero (20’ st Santaniello), Bernardotto (20’ st Fella). A disposizione: Pane, Leoni, Errico, Nikolic. Allenatore: Braglia

VIBONESE (3-5-2): Marson; Sciacca, Redolfi, Mahrous (33’ st Plescia); Ciotti, Laaribi, Vitiello (33’ st Prezzabile), Tumbarello (27’ st La Ragione), Rasi; Parigi, Berardi (40’ st Spina). A disposizione: Mengoni, Falla, Leone, Ambro, Di Santo, Montagno, Riga. Allenatore: Galfano

Arbitro: Fabio Natilia della sezione di Molfetta. Assistenti: Antonio Lalomia della sezione di Agrigento e Stefano Galimberti della sezione di Seregno. Quarto uomo, Matteo Centi della sezione di Viterbo.

Ammoniti: 17’ pt Rizzo, 3’ st Vitello, 26’ st Redolfi

Recuperi: 0’ pt più 6’ st

Note: angoli, 3-5. Gara a porte chiuse.

AVELLINO – Grazie ad un’autorete l’Avellino di Braglia conquista una vittoria preziosa contro la Vibonese al termine di una gara con poche, veramente poche emozioni. La squadra di Braglia occupa il terzo posto in classifica sia pure in condominio con Teramo, Catanzaro e Catania. Ora c’è la pausa di campionato: si tornerà in campo il 10 gennaio del 2021 con la trasferta in terra d’Abruzzo contro il Teramo.

La cronacaSi parte con l’Avellino in tenuta verde e la Vibonese in completo bianco. Provano subito a darsi battaglia i due schieramenti. Al 6’ pt colpo di testa in area calabra di Maniero su angolo, palla di poco alta sulla traversa. Al 10’ pt sfiora il palo il rasoterra di Bernardotto dalla distanza. Insistono i lupi in avanti, calabri pronti in fase di ripartenza. Al 17’ pt ammonito Rizzo per un fallo su Laaribi. Al 22’ pt salva la propria porta Forte su conclusione ravvicinata di Berardi servito da Ciotti. Gara, comunque, che va assestandosi sui binari di un sostanziale equilibrio. Poche, comunque, le emozioni in fase offensiva. Al 28’ st c’è la conclusione da fuori area di Tumbarello, para a terra Forte. Al 30’ pt deviato in angolo il tiro di sinistro di Bruzzo dopo un veloce scambio con Maniero. Alto sulla traversa, al 38’ pt, il colpo di testa di Bruzzo su angolo di Adamo. Gara che si avvia stancamente alla conclusione di questa prima fazione. Non c’è recupero: finisce 0-0.

Ripresa – Nessun cambio al ritorno delle squadre in campo. Ammonito al 3’ st Vitello per un fallo su D’Angelo. Solo scaramucce nella zona centrale del campo ma nessun pericolo in fase d’attacco. Al 7’ st nell’Avellino fuori Rizzo e Bruzzo, dentro M. Silvestri e Burgio. Arriva, un minuto dopo, il vantaggio dell’Avellino con l’autorete di Vitiello che devia di testa nella sua porta con una parabola rocambolesca una conclusione di Rocchi. Incredulo il portiere Marson. Prende coraggio la squadra di Braglia ma non stanno a guardare gli ospiti che si riversano in avanti in cerca del gol del pareggio. Al 17’ st tiro da fuori area di Laaribi, para in sicurezza Forte. Al 20’ st ancora due sostituzioni nelle file dell’Avellino: fuori Bernardotto e Maniero, dentro Fella e Santaniello. Al 26’ st ammonito Redolfi. Al 27’ st La Ragione rileva Tunbarello. Doppio cambio, al 33’ st, nella Vibonese: fuori Mahrous e Vitiello, dentro Plescia e Prezzabile. Gran sinistro, al 38’ st, di Adamo, palla però fuori. Al 40’ st Spina in campo al posto di Berardi. Al 44’ st ultimo cambio nell’Avellino: fuori Burgio, dentro Dossena. Ci saranno 6 minuti di recupero. Tenta ora il tutto per tutto la Vibonese per cercare di conquistare il pareggio. Alto al 48’ st il tiro di Plescia.  Il risultato non cambia. Finisce 1-0 per l’Avellino. In aggiornamento…

Aggiornamento del 23 dicembre 2020, ore 17.38Dichiarazioni post-gara dell’allenatore Piero Braglia – “Io posso solo ringraziarli questi ragazzi. Basta vedere in che condizioni siamo scesi in campo, basta vedere le difficoltà che abbiamo avuto, però hanno dimostrato un grande attaccamento, volevano fare qualcosa di buono, hanno trovato il gol in maniera fortunosa. Però, rispetto ad altre partite, siamo stati più attenti dietro, abbiamo concesso poco, ci siamo sacrificati, e pure nelle difficoltà hanno dimostrato che volevano vincere e poi hanno fatto di tutto per portarla in fondo. Io lo so che non è stata una bella partita però a volte non puoi essere sempre bello in condizioni di difficoltà come siamo noi in questo momento. La squadra ha fatto quello che poteva, ha fatto una serie di partite che sono otto in ventiquattro giorni: io sfido chiunque a pretendere di più. Poi ognuno il calcio le vede come vuole”.

E ancora: “Sappiamo che dobbiamo migliorare tanto, che dobbiamo migliorare un pochino anche la squadra, cercare di recuperare i ragazzi che in questo momento sono fuori. Dobbiamo per ora essere felici ed augurare un buon Natale a tutti”.

Aggiornamento del 23 dicembre 2020, ore 17.49 – Francesco Forte, portiere dell’Avellino: “Oggi è una vittoria che volevamo, l’abbiamo cercata in tutti i modi e l’abbiamo ottenuta. Sapevamo che incontravamo una squadra composta da un mix di giovani e gente esperta che correva su ogni pallone, è stato difficile, ma alla fine è stato liberatorio per tutta una serie di motivi, ce lo meritiamo. Ora c’è questa vacanza, ce lo meritiamo, siamo già proiettai al ritorno perché vogliamo ripartire più carichi di prima”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com