www.giornalelirpinia.it

    22/01/2021

L’Avellino va subito sotto, poi ci crede e fa 1-1

E-mail Stampa PDF

Santo D'Angelo, autore del gol dell'1-1Marcatori: 9’ pt Bombagi, 12’ st D’Angelo (rigore)

TERAMO-AVELLINO 1-1

TERAMO (4-2-3-1): Lewandowski; Tentardini, Costa Ferreira, Diakitè, Trasciani; Arrigoni, Viero (8’ st Di Francesco); Ilari, Bombagi (38’ st Mungo), Santoro; Pinzauti (42’ st Gerbi). A disposizione: D’Egidio, Cappa, Celentano, Biriligea, Di Matteo, Bunino, Iotti. Allenatore: Paci

AVELLINO (3-5-2: ): Forte; Rocchi, Miceli, L. Silvestri; Ciancio, Adamo (17’ st Carriero), Aloi, D’Angelo, Tito (22’ st Baraye); Fella (22’ st Santaniello), Bernardotto (44’ st Errico). A disposizione: Pane, Rizzo, Dossena. Allenatore: Braglia

Arbitro:  Mattia Caldera della sezione di Como . Assistenti: Paolo Laudato della sezione di Taranto e Giuseppe Centrone della sezione di Molfetta. Quarto uomo,  Tommaso Zamagni della sezione di Cesena.

Ammoniti: 26’ pt Aloi, 38’ pt Viero, 43’ pt Braglia, 16’ st Rocchi, 24’ st Ilari

Recuperi: 1’ pt più 4’ st

Note: angoli, 0-3. Gara a porte chiuse.

TERAMO – L’Avellino conquista un buon pareggio in terra d’Abruzzo contro il Termoli al termine di un incontro giocato su ritmi sostenuti ma tutto sommato caratterizzato da un sostanziale equilibrio. La squadra di Braglia, dopo essere andata sotto in apertura di gara grazie ad un gol di Bombagi, è riuscita, tirando fuori carattere e determinazione, a costruire il gioco che le ha consentito di conquistare l’1-1 che rispecchia quanto si è visto in campo. Sabato prossimo, ultima del girone di andata di questo campionato di Lega Pro, girone C, l’Avellino affronterà la Cavese in quello che si preannuncia un derby molto combattuto.

La cronaca – Squadre che si studiano nella zona centrale del campo nei minuti iniziali del match. Subito pronto a dare suggerimenti ai suoi il tecnico Braglia dall’area tecnica. Al 9’ pt Teramo già in vantaggio grazie ad un gol di Bombagi che mette dentro di destro un pallone dopo una punizione di Arrigoni. Al 13’ pt colpo di testa di D’Angelo in piena area abruzzese, nessun problema per Lewandowski. Al 21’ pt  punizione  a favore dell’Avellino per un fallo di mano fuori area di un difensore biancorosso, alle stelle la successiva conclusione di Aloi. Ed è proprio Aloi che al 26’ pt si becca il primo cartellino giallo del match per un fallo su Viero. Prova l’Avellino a dare maggiore continuità e, soprattutto, convinzione e consistenza alla sua manovra offensiva per cercare di conquistare il pareggio.  Il Teramo, per parte sua, si limita per ora a controllare e a ripartire in contropiede. Al 36’ pt non ha successo un tentativo di fuga di Bernardotto che finisce col commettere un fallo di mano nel tentativo di liberarsi del suo avversario. Al 38’ pt ammonito Viero del Teramo. Primo tempo che si avvia verso la conclusione. Fa in tempo, al 43’ pt, l’allenatore Braglia a farsi ammonire per proteste dall’arbitro Caldera. Ci sarà un minuto di recupero. Non cambia il risultato.

Ripresa – Non ci sono per ora cambi. Braglia, però, fa riscaldare a bordo campo gli uomini in panchina e prepara le prime sostituzioni. Squadre che si affrontano a viso aperto in questo avvio di ripresa. Avellino che appare più battagliero e intenzionato a conquistare il pareggio. All’8’ st Di Francesco rileva Viero nelle file del Teramo. All’11’ st Bernadotto messo giù in area da Costa  Ferreira, indica subito il dischetto del rigore il direttore di gara. Calcia D’Angelo che fa fuori Lewandowski con un angolato rasoterra. Teramo 1-Avellino 1. Sembra aver acquistato ora maggiore fiducia la squadra irpina che non si ferma e continua a dare corpo alla sua manovra offensiva. Al 17’ sf fuori Adamo, dentro l’ultimato arrivato in casa biancoverde Carriero. Al 22’ st sfilettata di Fella da fuori area, non si fa sorprendere il portiere di casa. Subito dopo doppia sostituzione nell’Avellino: dentro Baraye e Santaniello, fuori Fella  e Bernardotto. Al 24’ st ammonito Ilari. Gara aperta con le due squadre che non si risparmiano e provano a superarsi a vicenda. Al 29’ st destro di Costa Ferreira dal limite dell’area, respinge il portiere Forte. È ora il Teramo ad esercitare una maggiore pressione e, al 31’ st, sfiora il gol del vantaggio con Pinzauti  che mette sul palo una palla crossatagli da Costa Ferreira. Replica, al 33’ st, l’Avellino con D’Angelo, sfera che finisce sul fondo. Finale di gara combattuto con le due squadre che badano soprattutto a non commettere errori. Al 38’ st fuori Bombagi, dentro Mungo. Al 42’ st  fuori Pinzauti, dentro Gerbi. Al 44’ st Errico rileva Bernardotto. Ci saranno 4 minuti di recupero. Alto il tiro di Costa Ferreira al 46’ st. Il risultato non cambia: finisce 1-1. In aggiornamento…

Aggiornamento del 9 gennaio 2021, ore 20.05 Dichiarazioni post gara di Pietro Braglia: “Noi abbiamo fatto bene per un’ora e un quarto, poi dopo il pareggio ci siamo abbassati un po’ troppo. La squadra, dopo la sosta, l’ho ritrovata bella tosta, decisa, dispiace per il gol preso, una serie di rimpalli, però hanno fatto una buona prestazione, bisogna essere contenti. Credo che sia da sottolineare la prova di tutta squadra, quello che mi è piaciuta è  la reazione della squadra, la voglia di non perdere e di ribaltare il risultato, e poi abbiamo fatto anche delle belle azioni. Dobbiamo guardare avanti, venivamo da una sosta ed ora ci aspetta sabato una partita difficile con la Cavese”.

Aggiornamento del 9 gennaio 2021, ore 20.15 – Dichiarazioni di Santo D’Angelo: “Fortunatamente è  andata bene, ma il gol è una cosa in più, l’importante era ripartire, fare una grande prestazione, abbiamo fatto bene tutta la squadra. Peccato non aver vinto, ci abbiamo provato fino alla fine. Siamo stati bravi a reagire”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com