www.giornalelirpinia.it

    27/02/2021

L’Avellino va subito in gol con Adamo e vince il derby con la Cavese

E-mail Stampa PDF

Foto di Mario D'ArgenioMarcatori: 10’ pt Adamo

AVELLINO-CAVESE 1-0

AVELLINO (3-5-2: Forte; Illanes, Miceli, L. Silvestri (43’ st Rocchi); Ciancio, Adamo (18’ st Carriero), Aloi, D’Angelo,  Tito (43’ st Baraye); Santaniello (18’ st Fella), Bernardotto (18’ st Maniero). A disposizione: Pane, Rizzo, De Francesco, Dossena, Errico.  Allenatore: Braglia

CAVESE (3-5-2): Russo; Marzupio, De Franco, Granata (1’ st De Vito; 35’ st Favasulli); Senesi, Lulli (23’ st De Paoli), Cuccurullo, Pompetti, Ricchi; Calderini (40’ st Gatto), Bubas (23’ st Germinale). A disposizione: Bisogno, Paduano, Montaperto, Oviszach, Semeraro, Vivacqua. Allenatore: Campilongo.

Arbitro:  Filippo Giaccaglia della sezione di Jesi. Assistenti: Marco Cerilli e Matteo Pressato della sezione di Latina. Quarto uomo,  Emanuele Frascaro della sezione di Firenze.

Ammoniti: 38' pt Illanes, 43’ pt Aloi, 31’ st De Franco, 42’ st Ciancio

Recuperi: 0’pt più 5’ st

Note: 2-4. Gara a porte chiuse. Il capitano Mirko Miceli ha depositato un mazzo di fiori sotto la foto in ricordo del compianto collega Massimo D’Argenio.

AVELLINO – Con un gol di Adamo l’Avellino batte la Cavese e si aggiudica quello che può essere definito il derby della…noia. Una gara, quella tra irpini e metelliani, dai toni agonistici molto modesti che nulla hanno a che fare con quello che dovrebbe essere il clima di un derby, soprattutto da parte di una squadra, quella allenata dall’ex Campilongo, che si trova ultima in classifica e che deve, in qualche modo, lottare per cercare di evitare la retrocessione. Ma tant’è.

La cronaca – Schermaglie iniziali tra Avellino e Cavese legate alla canonica fase di studio con il gioco che ristagna prevalentemente nella zona centrale del campo. Alla prima azione offensiva arriva, al 10’ pt, il gol dell’Avellino con Adamo che capitalizza con un preciso diagonale rasoterra un passaggio di Tito. Subito in salita la gara della Cavese, fanalino di coda del girone C del campionato di Lega Pro. L’Avellino, per parte sua, prende coraggio e insiste nel dare continuità alla sua pressione ed alla manovra offensiva. I metelliani, comunque, non ci stanno a svolgere il ruolo di sparring partner e provano a dar vita ad una reazione che li possa riportare in partita. Al 21’ pt colpo di testa di Miceli su cross dall’angolo, sfera alta sulla traversa. Gara che non decolla ancora mai del tutto e che si mantiene su ritmi certamente non da derby. Al 29’ pt disattenzione difensiva di Silvestri nella marcatura di Calderini che cade in area, l’arbitro fa cenno di proseguire. Partita che si avvia stancamente verso la fine di questa prima parte. Fa in tempo Aloi, al 43’ pt, a beccarsi l'ammonizione per un fallo su Marzupio.

Ripresa – Nella Cavese, al 1’ st, De Vito, ex di turno, rileva Granata. Al 2’ st conclusione di Bernardotto, nessun problema per il portiere Russo. Non sembra essere cambiato, in questo avvio di ripresa, il livello della gara che si mantiene su toni agonistici veramente modesti. C’è veramente poco da segnalare. Al 18’ st tre le sostuzioni nell’Avellino: fuori Adamo, Santaniello e Bernardotto, dentro Carriero, Fella e Maniero. Arriva, pensate, al 21’ st una conclusione in porta: ne è autore il neo entrato Carriero, para a terra Russo. Al 23’ st nella Cavese fuori Lulli e Bubas, dentro De Paoli e Germinale. Al 29’ st Cavese per la prima volta pericolosa dinanzi alla porta irpina con Germinale lanciato da De Paoli. Sembrano i biancoazzurri intenzionati a dare continuità a questo loro tentativo di reazione. Al 31’ st cartellino giallo per De Franco. Al 35’ st  Favasulli in campo al posto di De Vito costretto a lasciare il terreno di gioco per infortunio. Al 40’ st Gatto rileva Calderini. Al 42’ st ammonito Ciancio. Al 43’ nell’Avellino fuori L. Silvestri e Tito,  dentro Rocchi e Baraye. Ci saranno 5 minuti di recupero. Il risultato non cambia. L’Avellino si aggiudica il derby della…noia grazie al gol iniziale di Adamo. In aggiornamento…

Aggiornamento del 16 gennaio 2021, ore 20.14 – Dichiarazioni del tecnico dell’Avellino Piero Braglia – “Noi per mezz’ora abbiamo fatto bene. Dopo la loro occasione dove è stato bravo Forte abbiamo preso un po’ di paura, siamo diventati rinunciatari, non gestivamo più la palla, abbiamo fatto fatica a ritrovare come avevamo iniziato. Poi, è chiaro che nelle occasioni avute non la chiudi allora le partite diventano difficili. È chiaro che noi dobbiamo migliorare sotto l’aspetto della qualità, stiamo recuperando giocatori importanti per noi, è chairo che dobbiamo dare tutti di più. Però intanto io devo fare i complimenti ai ragazzi, con tutto quello che abbiamo passato abbiamo trentuno punti alla fine del girone di andata e non era così scontato come sembra. Questa è una squadra che è stata totalmente rinnovata, è una squadra che n’ha passate di cotte e di crude per quaranta giorni, allora ci pigliamo quello che è. io sono tranquillo. Noi sicuramente sappiamo che dobbiamo migliorare sotto l’aspetto del gioco però, al tempo stesso, quando fai una mezz’ora in quella maniera, che trovi sempre sbocchi e che giochi vuol dire che alla base un lavoro ce l’hai”.

Aggiornamento del 16 gennaio 2021, ore 20.24 - Dichiarazioni del portiere dell’Avellino Francesco Forte: “Oggi è una partita che volevamo portare a casa per noi e la nostra classifica. Sapevamo che incontravamo una squ7adra affamata di punti perché, andando a vedere la classifica, si trovano in fondo, forse anche immeritatamente perché ho visto una squadra viva, una sq8uadra che ha combattuto su ogni pallone e, quindi, il mister in settimana ci ha messo in preallarme fino ad ieri mattina. Sapevamo che era u na partita difficile e siamo contenti che l’abbiamo portata a casa”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com