www.giornalelirpinia.it

    18/04/2021

L'Avellino si sveglia in tempo e non dà scampo alla Paganese

E-mail Stampa PDF

Aloi (Foto di Mario D'Argenio)Marcatori: 33’ st Maniero (rigore), 39’ st Aloi

AVELLINO-PAGANESE 2-0

AVELLINO (3-5-2): Pane; L. Silvestri, Dossena, Illanes; Ciancio, Aloi, Carriero, Tito (42' st Rizzo); De Francesco (27' st Adamo); Santaniello (21' st Maniero), Bernardotto (21' st Fella). A disposizione: Forte, Rocchi. Allenatore: Braglia

PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Carotenuto, Schiavino, Cigagna; Antezza, Onescu, Gaeta (15' st Raffini), Bramati (39' st Bonavolontà), Squillace; Guadagni (25' st Volpicelli), Diop. A disposizione: Bovenzi, Fasan, Esposito, Bonovolontà, Scarpa, Perazzolo, Di Palma, Criscuolo, Cernuto, Curci. Allenatore: Di Napoli

Arbitro: Claudio Petrella della sezione di Viterbo. Assistenti: Vincenzo Adriano Catucci della sezione di Pesaro e Francesco Rizzotto della sezione di Roma 2. Quarto uomo, William Villa della sezione di Rimini.

Ammoniti: 30’ pt L. Silvestri, 33’pt Cicagna, 44’ pt Schiavino, 10’ st Bramati, 20’ st Aloi, 43’ st Onescu

Espulso: 37’ st Volpicelli

Recuperi: 2’ pt più 5’ st

Note: angoli, 6-1. Gara a porte chiuse.

AVELLINO – L'Avellino si aggiudica con il classico punteggio di 2-0 il derby con la Paganese e, con la sconfitta interna del Bari ad opera del Potenza, fortifica la sua seconda posizione in classifica alla spalle della capolista Ternana dalla quale ora la dividono 7 punti (gli umbri, comunque, devono recuperare due gare). La squadra di Braglia, dopo un primo tempo in cui ha sofferto non poco la tenacia e la caparbietà degli avversari capaci di contenerne l'offensiva, soprattutto nella zona centrale del campo, è riuscita a cambiare passo e ad imprimere alla sua azione maggiore velocità e lucidità in avanti. Prossimo impegno di campionato quello di sabato prossimo, in trasferta, in terra di Puglia contro il Monopoli.

La cronacaSi parte. Avellino e Paganese si affrontano fin dai primi minuti a viso aperto su ritmi sì sostenuti ma con il gioco che ristagna prevalentemente nella zona centrale del campo. Pochi, infatti, i pericoli in attacco con la manovra, sull’uno e sull’altro fronte, che non offre spunti in fase conclusiva. Inizia a piovere sul Partenio-Lombardi, ma dura poco. Bisogna aspettare niente di meno il 29’ pt per un po’ di…emozione quando il difensore dell’Avellino L. Silvestri viene atterrato in piena area da Ionescu: reclamato invano il calcio di rigore dal calciatore biancoverde che per tutta risposta si becca il primo cartellino giallo della gara. Ammonito, al 33’ pt, anche Cicagna. Al 39’ pt fuori il tiro di De Francesco che raccoglie una respinta del portiere Baiocco dopo una punizione di Tito. Ammonito, al 44’ pt Schiavino. Ci saranno due minuti di recupero. Si va al riposo con il risultato bloccato sullo 0-0.

Ripresa – Non ci sono cambi ad inizio di ripresa. Gioco che stenta a decollare e che si ripropone sulla falsariga di quanto visto nella prima fazione. Nessun pericolo per le due porte. Cartellino giallo, al 10’ st, per Bramati. L’Avellino in difficoltà e non in grado di superare il muro eretto nella propria metà campo dalla Paganese che non disegna, comunque, a ripartire in contropiede. Al 15’ nella Paganese fuori Gaeta, dentro Raffini. Al 20’ st ammonito Aloi. Un minuto dopo Braglia manda in campo Maniero e Fella al posto di Santaniello e Bernardotto. Cambia passo ora l’Avellino la cui manovra si fa ora più snella ed incisiva con la Paganese costretta a difendersi. Al 23’ st Aloi, solo dinanzi alla porta avversaria, sciupa la più facile delle occasioni. Palo di Maniero un minuto dopo. Avellino, ora, più propositivo e di nuovo pericoloso, questa volta, con Carriero. Al 25’ st Volpicelli rileva Guadagni. Al 27’ st Adamo in campo al posto di Di Francesco. Al 31’ st para a terra il diagonale di Tito il portiere Baiocco. Insistono i biancoverdi in avanti che riescono a capitalizzare al meglio questa superiorità territoriale: al 32’ st fallo in area su Carriero di Cicagna, rigore. Centra in pieno il bersaglio dal dischetto il neo entrato Maniero che festeggia il suo centesimo gol in carriera. Avellino 1-Paganese 0. Al 37’ st espulso Volpicelli per fallo su Adamo: l’arbitro estrae direttamente il cartellino rosso. Al 39’ st Bonavolontà sostituisce Bramati. Al 39’ raddoppio dell’Avellino con Aloi che fa fuori Baiocco con un preciso rasoterra. Al 42’ st Rizzo in campo al posto di Tito. Gara che si avvia verso l’epilogo con il risultato a questo punto saldamente nelle mani dei padroni di casa. Finisce sul taccuino dell’arbitro anche Onescu sanzionato con il cartellino giallo. Saranno 5 i minuti di recupero. Il risultato non cambia. In aggiornamento…

Aggiornamento del 7 marzo 2021, ore 20.20 – Le dichiarazioni post gara di mister Piero Braglia – “Io non è che mi diverto a far ruotare gli attaccanti. Io ho quattro calciatori forti che, se partono due, quegli altri a 25 minuti, mezz’ora dalla fine entrano e possono cambiarti le partite se entrano con lo spirito giusto, quello che ho oggi ho visto in Fella e Maniero. Non trascuro neppure Adamo perché con la sua vivacità crea sempre qualche situazione di pericolo, perciò dobbiamo essere contenti, andare avanti su questa strada e poi vedremo quello che saremo capaci di fare”.

“Oltre all’euforia per i risultati c’è anche buona qualità, c’è una buona base. io, lo ripeto per l’ennesima volta, sono contento di questo gruppo, è un gruppo che un piacere allenare, si allenano bene, stanno bene insieme, abbiamo passato periodi brutti. Perciò dobbiamo guardare in casa nostra, dobbiamo migliorare giorno per giorno”.

Alberto Dossena: “Abbiamo trovato una squadra che si chiudeva molto, dovevamo aver pazienza, però abbiamo meritato il risultato che abbiamo ottenuto, ci abbiamo creduto, siamo sempre stati lì, è stata una partita comunque tosta che alla fine ci ha premiati.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com