www.giornalelirpinia.it

    18/04/2021

La Ternana detta legge e dilaga, l’Avellino si arrende subito e va ko

E-mail Stampa PDF

Foto: fonte Terrnana CalcioMarcatori: 1’ pt Falletti, 18’ pt Paghera, 23’ pt Furlan, 21’ st Partipilo, 42’ st Dossena

TERNANA-AVELLINO  4-1

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi (11’ st Suagher), Boben, Kontek (15’ st Laverone,), Celli (29’ st Russo); Proietti, Paghera (29’ st Damian); Partipilo, Falletti (11’ st Salzano), Furlan; Ferrante.  A disposizione: Casadei, Mammarella, Vantaggiato, Torromino, Raicevic, Peralta, Frascatore. Allenatore: Lucarelli

AVELLINO (3-4-1-2): Forte; Ciancio, Miceli (9’ st Dossena), Illanes; Rizzo (29’ st M. Silvestri), Aloi, L. Silvestri, Tito (29’ st Baraye); Fella (9’ st Fella); Maniero, Santaniello (19’ st Bernardotto). A disposizione: Pane, Laezza, Capone, D’Angelo. Allenatore: Braglia

Arbitro: Andrea Colombo della sezione di Como. Assistenti: Alessandro Maninetti della sezione di Lovere e Maicol Ferrari della sezione di Rovereto. Quarto uomo, Mattia Caldera della sezione di Como.

Ammoniti: 21’ pt Falletti, 21’ pt Ciancio, 32’ pt Defendi, 15’ st Kontec

Recuperi: 0’ pt più 3’ st

Note: angoli 6-4. Gara a porte chiuse.

TERNI – La Ternana batte l’Avellino con un reboante 4-1 ed approda ufficialmente in serie B: questo il verdetto venuto fuori allo stadio Liberati al termine del big-match della 34esima giornata del campionato di Lega Pro, girone C. Una gara senza storia che gli uomini di Lucarelli hanno dominato dall’inizio alla fine con l’Avellino inspiegabilmente rassegnato a recitare il ruolo di semplice comparsa. Un atteggiamento che ha fatto letteralmente imbestialire il tecnico Braglia che non ha lesinato critiche e rimbrotti ai suoi. Sabato prossimo altra gara di cartello con l’Avellino che ospita al Partenio-Lombardi il Bari che proverà, vista anche la vittoria odierna in trasferta contro la Vibonese, ad insidiare il secondo posto in classifica di Maniero e compagni.

La cronacaSi parte. Il big match allo stadio Liberati prende il via con le fere schierate con il 4-2-3-1 e i lupi d’Irpinia con un 3-4-1-2.  Si sblocca subito il match: dopo appena 24’’ dal fischio d’avvio la Ternana va subito in vantaggio con Falletti, lanciato a rete sulla fascia destra, nonostante il tentativo di Forte di deviare la sfera. Avellino frastornato da questo gol-lampo con Braglia che scuote la testa e non si capacita di questo avvio di partita. Prova a reagire la squadra irpina e ad organizzare una manovra offensiva. Al 10’pt salva Kontec la propria porta respingendo provvidenzialmente di piede una conclusione da fuori area di Santaniello. Insistono i biancoverdi in avanti costringendo la capolista sulla difensiva. Al 17’ pt pericolosa conclusione di Ferrante, palla messa in angolo da Forte. Sul successivo corner di Partipilo l’ex Paghera mette a segno di testa il gol del 2-0. Avellino sotto choc con Braglia che si agita nell’area tecnica per incitare i suoi. Al 21’ pt ammoniti Falletti e Ciancio. Al 23’ pt c’è il terzo gol della Ternana con Furlan servito alla perfezione da Partipilo. Ternana 3-Avellino 0 dopo soli 23 minuti di gioco del primo tempo! Irpini bloccati, soprattutto mentalmente, e non in grado di dar vita ad una parvenza di reazione in grado di impensierire in qualche modo gli avversari. Al 32’ pt cartellino giallo per Defendi. Finale di tempo tranquillo con i padroni di casa che si limitano a controllare senza problemi un Avellino che appare spento e pressoché rassegnato.

Ripresa – In campo con le stesse formazioni. Al 3’ st fallisce clamorosamente il gol del 4-0 la Ternana con Falletti lanciato a rete da Partipilo. Non cambia, a giudicare da questo avvio di ripresa, il leitmotiv della gara con le fere che giocano in tutta scioltezza controllando con assoluta tranquillità la manovra degli avversari. Al 9’ st Braglia manda in campo Adamo e Dossena al posto di Fella e Miceli. All’11’ st fuori Falletti e Defendi, dentro Salzano e Suagher. Al 15’ st ammonito Kontec che, un minuto dopo, viene sostituito da Laverone. Partita ora senza troppe emozioni che si trascina verso un epilogo trionfale per la Ternana pronta a festeggiare il suo ritorno in serie B. Al 19’ st fuori Santaniello, dentro Bernardotto. Al 21’ st blitz in area biancoverde di Partipilo che realizza il gol del 4-0. Reclamata una posizione di fuorigioco. Al 29’ st walzer di sostituzioni: nella Ternana Russo e Damian rilevano Celli e Paghera, nell’Avellino Baraye e M. Silvestri in campo al posto di Tito e Rizzo. Tira fuori un po’ d’orgoglio, al 39’ e al 41’st, Bernardotto che prova a smuovere le acque paludose in cui sembra annaspare un irriconoscibile Avellino. Al 42’ st accorcia le distanze il neo entrato Dossena che mette a segno il classico gol della bandiera. Ci saranno tre minuti di recupero. Finisce 4-1. La Ternana festeggia meritatamente la conquista della serie B. In aggiornamento…

Aggiornamento del 3 aprile 2021, ore 17.43 – Le dichiarazioni post gara di Piero Braglia, allenatore dell’Avellino: “Avevamo tutto il centrocampo titolare fuori, le alternative che abbiamo non si allenavano da dieci giorni, però c’è modo e modo per perdere, abbiamo scelto forse la maniera peggiore. Loro sono bravissimi nel ribaltare l’azione, perciò anche quello che si poteva pensare con i giocatori che avevi a disposizione è saltato tutto. Avevamo pensato di giocare ad uomo in mezzo al campo per cercare di limitare le loro fonti ed uscire con i quinti sui loro quarti quando passavano la metà campo, ma dopo è saltato tutto. Poi prendi il secondo gol come s’è preso, onestamente poi le partite…anche moralmente vieni meno. Non era una partita facile per noi. Dispiace, perché dispiace. Bisogna ora cercare di recuperare più persone possibile e metterle in condizione di stare bene e presentarci bene per quest’ultima parte del campionato”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com