Champions/Sidigas ancora sconfitta, Nymburk qualificato

Martedì 23 Gennaio 2018 20:10 Franco Marra
Stampa

Ariel Filloy (fonte Scandone basket)NYMBURK – Terza sconfitta consecutiva tra Champions e campionato per la Sidigas Avellino che in Boemia deve cedere al Cez Basketball Nymburk per 81-77 complicandosi la vita ai fini della qualificazione al turno successivo di Champions League. La squadra di Sacripanti ha commesso diversi errori soprattutto nell’impostazione difensiva così come era già successo contro Reggio Emilia in Lba.

In aggiornamento…Terza sconfitta consecutiva per la Sidigas Avellino, la seconda in Fiba Champions League, che esce sconfitta dal campo del Cez Nymburk per 81 a 77. La sconfitta subita in Repubblica Ceca complica il cammino della formazione di Sacripanti, che ora dovrà vincere le ultime due partite per sperare ancora nella qualificazione. La situazione, comunque, sarà un po’ più chiara dopo i risultati delle altre squadre che giocheranno di mercoledì, mentre lo Zielona Gora, vincente sull’Ostenda, raggiunge sia la Sidigas che i belgi al quarto posto della classifica. E’ stata una gara subito difficile  per i biancoverdi, con i cechi che partono forte, trovando il 19 a 11 al 6', grazie ad una difesa aggressiva che ha limitato l'attacco di Avellino, a lungo a secco nel tiro da tre punti. Il Nymburk continua  a macinare gioco e punti, ed al 10'  è sul + 12 (26/14), rispondendo con grande energia al timido tentativo di recupero della Sidigas (28/20 al 12'), portandosi addirittura al + 18 (42/24 al 17'). Gli irpini hanno una reazione d’orgoglio, ritrovano il tiro da tre punti dopo lo 0/10 iniziale, e piazzano un break di 2 a 16 che riapre i giochi alla fine del secondo periodo, che si chiude sul 44 a 40. In campo ora c’è un sostanziale equilibrio, ed al 24’ siamo sul 53 a 51, ma poi il Nymburk allunga nuovamente grazie alla buona vena di Ray, che contribuisce con 9 punti al parziale che fissa sul 66 a 56 il punteggio al 30'. La Sidigas ha un nuovo scatto di orgoglio, e piazza un parziale di 5 a 16 che vale addirittura il - 1 (73/72 al 37'). Ma nel finale Leunen e compagni non hanno più le energie per riuscire ad agganciare e superare i padroni di casa, che sbagliano poco ed ottengono l'importante successo che porta i cechi alla qualificazione alla fase successiva, mentre per la Sidigas, invece, la situazione è piuttosto complicata.

Così Sacripanti al termine del match: “Complimenti al Nymburk per aver disputato una grande partita, riuscendo a trovare tante soluzioni offensive, sia da due che da tre punti. Noi abbiamo invece commesso troppi errori banali e, nonostante alla fine dell’ultimo quarto abbiamo provato a cambiare difesa impostando una zona match-up, ugualmente non siamo riusciti a mettere a segno i tiri fondamentali per tornare in partita. Come ho ripetuto più volte il livello della Champions League è molto alto e Nymburk questa sera ce ne ha dato ulteriore prova”.

Sulla stessa lunghezza d’onda è Thomas Scrubb, ancora una volta il migliore in campo per la Sidigas: “Abbiamo perso una partita indubbiamente importante per noi. La nostra difesa non è stata efficace in varie situazioni e loro sono stati bravi ad approfittarne. Alla fine abbiamo cercato di tornare in partita ma non c’è stato il tempo”.

Questo il tabellino del match:

CEZ NYMBURK  - SIDIGAS AVELLINO 81 - 77

Cez: Ray 24, Benda 14, Pumprla, Lawrence 8, Berisha 6, Peterka 7, Bohacik 7, Davis n.e. Barac n.e. Kriz 6, Vyoral, Hruban 9. All. Amiel

Sidigas: Zerini n.e., Wells 7, Fitipaldo 2, Esposito n.e. Leunen 10, Scrubb 24, Filloy 12, D'Ercole 2, Rich 11, Fesenko 5, N'Diaye 4, Parlato n.e. All. Sacripanti.

Arbitri: Yilmaz, Ciulin e Sharapa.

Note: parziali 28/16 - 44/40 - 66/56. Usciti per 5 falli: Lawrence. Tiri liberi: Cez 9/9, Sidigas 14/20. Tiri da due punti: Cez 24/45, Sidigas 18/32. Tiri da tre punti: Cez 8/28, Sidigas 9/28. Rimbalzi: Cez 37, Sidigas 38.