www.giornalelirpinia.it

    21/08/2018

Riapre l’Avellino-Rocchetta Sant’Antonio, due giorni in treno lungo l’antica tratta

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Attualita10_avrocchetta.jpgAVELLINO – “Tutto si trasforma, e qui la trasformazione è lenta. Si animi Monticchio, venga la ferrovia e in picciol numero d’anni si farà il lavoro di secoli” (Francesco De Sanctis).

Il 26 e il 27 maggio l’Irpinia sarà nuovamente interamente attraversata dalla ferrovia. Il territorio irpino - si legge in un comunicato - si prepara ad accogliere la locomotiva e i suoi vagoni, si animeranno dunque tutti i suoi borghi con i due treni che da Avellino raggiungeranno Rocchetta Sant’Antonio sabato 26 e Conza della Campania domenica 27. Il programma di eventi è fitto e ogni paese ha voluto, a proprio modo, partecipare alla manifestazione. A precedere la due giorni di viaggi un convegno organizzato da AmoDo durante il quale associazioni ed istituzioni discuteranno le condizioni attuali delle ferrovie turistiche e i progetti per il futuro. Nella sala Ripa del complesso monumentale del carcere borbonico, il 25 maggio, venerdì a partire dalle 10:00.

Il weekend sarà dedicato ai viaggi: si parte, dunque, il 26 alle 10:05 da Avellino con un treno storico guidato da locomotiva tipo 625, detta “Signorina” per la figura sinuosa. Il Clan H, storicamente sempre al finaco di InLocoMotivi, seguirà i viaggiatori sul treno con le sue performance teatrali. Le fermate, di pochi minuti saranno a Montefalcione, Lapio, Taurasi.  A Luogosano, ore 11:10, chi vorrà potrà scendere e partecipare alla visita alle cantine offerta da Tenuta Cavalier Pepe, in occasione dell’evento nazionale di “Cantine aperte”. (Per info e prenotazioni, www.tenutacavalierpepe.it, T. 349 3172480) Il treno del ritorno è previsto per le 19:52. Per chi prosegue le tappe successive saranno Paternopoli e Castelfranci.

A Montemarano, la cui fermata è prevista per le 11:49, l’amministrazione comunale accoglierà l’arrivo del treno mentre la ProMontemarano ha organizzato una giornata di visite alle cantine di Montemarano, pranzo con i piatti della tradizione e tipica tarantella montemaranese (Per info e prenotazioni, T. 339 5264143 – 328 4569003). Treno di ritorno, ore 19:23. Chi prosegue toccherà le fermate di Montella e Nusco.  A Lioni ci si fermerà intorno alle 13:00 e si sosterà per il pranzo.

La Coldiretti assieme al Forum regionale della gioventù organizza stand enogastronomici ma i viaggiatori avranno anche la possibilità di pranzare, a prezzi speciali, in molti dei locali ristoranti. L’Agenzia viaggi Vitale offre la possibilità di visite alla abbazia del Goleto e al santuario di San Gerardo (Info e prenotazioni www.vitaleviaggi.it, T. 349 3172480). Treno di ritorno, per chi vorrà fermarsi a Lioni, previsto per le 18:27.

Il treno ripartirà da Lioni alle 14:25 e farà tappa a Morra De Sanctis. Alla stazione di Morra ad attendere i viaggiatori ci saranno navette messe a disposizione dalla ProLoco morrese per chi vorrà partecipare all’evento “Un viaggio sentimentale nei luoghi di Francesco De Sanctis”, e godersi un’escursione nel borgo dell’illustre irpino (Per info e prenotazioni: T. 349 1283136). Treno di ritorno, ore 18:14.

Per coloro che decideranno di rimanere a bordo le fermate successive saranno Conza-Andretta-Cairano, Calitri-Pescopagano, Monticchio e infine Rocchetta Sant’Antonio.  Qui il treno verrà accolto dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e dal gran concerto bandistico della città di Rocchetta Sant’Antonio. Seguirà una degustazione di formaggi della tradizione rocchettana e vini, miele e confetture dauno-irpini. Il treno ripartirà poi alla volta di Avellino, ripetendo le tappe a ritroso per accogliere nuovamente i viaggiatori scesi durante la tratta di andata.

Il 27 di nuovo in carrozza e di nuovo con locomotiva a vapore: si riparte alla volta di Conza della Campania, o meglio della stazione di Conza-Andretta-Cairano assieme al teatro di Clan H. Ripeteremo le fermate del giorno prima e anche gli eventi, dunque

- Luogosano con “Cantine aperte” (treno di ritorno, ore 17:52)

- Montemarano con le sue cantine (treno di ritorno, ore 17:25)

- Visita all’abbazia del Goleto e al santuario di San Gerardo (treno di ritorno, ore 16:25)

- Morra de Sanctis con “Un viaggio sentimentale nei luoghi di Francesco De Sanctis” (treno di ritorno, ore16:12).

Alle 13:35 il treno arriverà alla stazione di Conza-Andretta-Cairano dove sosterà per circa due ore e mezza per ripartire alle 16:00 di ritorno ad Avellino. Durante la sosta la stazione si animerà grazie alla musica e ai balli di gruppi folkloristici locali. Stand enogastronomici di prodotti e cucina locali saranno allestiti nei luoghi della stazione.

Per chi vorrà visistare i dintorni, saranno possibili le seguenti escursioni:

- Visita all’Oasi Wwf del Lago di Conza, navetta e guida 7,00 euro (2,00 euro bambini sotto i 6 anni) Per info e prenotazioni inlocomotivi

- Visita al borgo di Sant’Andrea di Conza, navetta e guida 5,00 euro. Per info e prenotazioni: Pro Loco terra di Sant’Andrea, T. 389 2506640

- Visita al borgo di Cairano, navetta e guida 2,00 euro. Per info e prenotazioni: Pro Loco Cairano, T. 346 7336818.

La traccia oraria dei treni del 26 e del 27 è disponibile sul sito di Fondazione FS, www.fondazionefs.it

L’acquisto dei biglietti sarà possibile a bordo treno. Si consiglia vivamente la prenotazione delle escursioni scelte.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com