www.giornalelirpinia.it

    16/02/2019

Darwin Day/L’utilizzo della cinematografia nelle scienze

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Attualita10_darviday.jpgNAPOLI – L’eredità lasciata da Charles Darwin, padre della moderna teoria evolutiva, è unica ed eclettica: egli fu pioniere, tra le altre cose, nell’uso della fotografia nell’ambito scientifico. Lo dimostrano i ritratti fotografici che corredano la sua opera L’espressione delle emozioni nell’uomo e negli animali, addotti non come mere illustrazioni didattiche, ma come evidenze probanti della sua teoria dell’universalità e della natura innata dell’espressione delle emozioni nel mondo animale (uomo incluso). Ottenere questi “scatti”, in un’epoca nella quale l’istantanea non era ancora realizzabile, richiese una lunga lavorazione, cui collaborarono esperti fotografi ed anche artisti. Da Darwin a oggi, l’impiego di tecniche fotografiche e cinematografiche come strumento conoscitivo della scienza non ha fatto che divenire sempre più essenziale.

A questo tema – si apprende da un comunicato – è dedicato l’incontro-dibattito organizzato dal Comitato Scienza e Società della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, "L’utilizzo della cinematografia nelle scienze", che si terrà domani, martedì 12 febbraio, alle ore 16,30, presso la sala conferenze dell’ente di ricerca. L’evento è inserito nel ciclo di iniziative volute nell’ambito del Darwin Day promosso dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn, dall’Università degli Studi di Napoli Federico II e da F2 cultura.

Proprio a Napoli, nei primi anni del ‘900, lavorarono alcuni dei pionieri della cinematografia scientifica come Gaetano Rummo e Osvaldo Polimanti, fisiologo attivo presso la Stazione Zoologica, dove anche Jakob von Uexkull apprese l’uso della “cronofotografia” di Etienne-Jules Marey, per analizzare le sequenze delle risposte neurofisiologiche degli animali in laboratorio.

Per l’occasione, interverranno Lorenzo Lorusso, medico e storico delle neuroscienze; Virgilio Tosi, regista e storico del cinema; Monica Zoppè, Scivis-Scientific Visualization Unit, Istituto di Fisiologia Clinica, Cnr, Pisa. Moderano l’incontro-dibattito Anna Masecchia Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi di Napoli Federico II e Marcello Seregni storico del Cinema.

Nel corso del meeting sarà presentata la pubblicazione AA.VV., Osvaldo Polimanti e le origini della cinematografia scientifica, Carocci, Roma 2011, a cura di Lorenzo Lorusso, Virgilio Tosi, Giovanni Almadori. Il Darwin Day vuole offrire quest’anno l’occasione per recuperare questa straordinaria tradizione cinematografico-scientifica e, allo stesso tempo, per gettare uno sguardo sull’evoluzione recente dei potenti e sempre più sofisticati strumenti con i quali la scienza continua ad estendere l’ambito del visibile oltre le scale spaziali e temporali dell’occhio umano.

Tra gli eventi che appartengono al ciclo di iniziative  del Darwin Day, è doveroso ricordare l'incontro con Virgilio Tosi, La cinematografia scientifica: origini, sviluppo con proiezione di documentari, che si svolgerà presso il Cinema Astra di Napoli  il giorno 12 febbraio alle ore 10,00.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com