Gioco d’azzardo, sequestrate 6 slot-machine a Montoro Inferiore e a Roccabascerana

Sabato 31 Marzo 2012 14:37 Red.
Stampa

b_300_220_15593462_0___images_stories_Cronaca_cs_repertorio_slot_machines_03.jpgAVELLINO – Continua senza tregua da parte della Guardia di finanza, attraverso un’efficace azione di contrasto alle irregolarità e una costante verifica di controllo dei concessionari di videogiochi e delle cosiddette “macchinette”, la lotta al gioco d’azzardo: sequestrate, nel corso di una vasta operazione portata a termine a Montoro  Inferiore e a Roccabascerana, 6 slot-machine risultate essere utilizzate illegalmente; segnalati alla Questura di Avellino, all’Aams (Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato) e alle altre autorità competenti i titolari dei locali dove si trovavano le apparecchiature di intrattenimento.

La prima operazione, condotta dalle Fiamme gialle della tenenza di Solofra agli ordini del maresciallo Giovanni Caruso, è scattata, nella serata dello scorso 26 marzo, all’interno di un circolo di Montoro Inferiore dove, a seguito di accertamenti sulla scheda di gioco che non consentiva un regolare reset delle giocate, venivano posti sotto sequestro, sulla base anche di verifiche da parte dei funzionari dell’Aams di Avellino, tre videogiochi elettronici del tipo slot-machine più monete per un ammontare di 1488 euro rinvenute all’interno. Segnalati alle autorità la responsabile del locale, D.G.F., di 49 anni, e il gestore delle macchinette, G.R., un ventiseienne di Mercato San Severino.

Sempre i finanzieri di Solofra – questa volta nell’ambito di un piano interforze coordinato dalla Prefettura di Avellino e che ha visto l’impegno anche di carabinieri e polizia di Stato nel controllo del gioco pubblico e a tutela de minori – hanno sequestrato, ancora a Montoro Inferiore, in un bar del centro, una macchinetta di tipo bingo risultata non regolamentare. Al titolare, C.P., un 45enne del posto, oltre il sequestro dell’apparecchiatura, è stata contestata una pesante sanzione amministrativa e la prevista segnalazione alla Questura, al sindaco di Montoro, agli uffici dell’Aams.

Altre due slot-machine, infine, sono state sequestrate, perché senza le prescritte autorizzazioni, nella mattinata di ieri in un bar di Roccabascerana. Al titolare, M.A., di 57 anni, originario di Montesarchio, in provincia di Benevento, ma residente nel centro caudino, oltre le previste segnalazioni alle autorità competenti, è stata comminata una sanzione amministrativa di 4.666,66 euro. A portare a termine l'operazione sono state le Fiamme gialle della compagnia di Avellino al comando del maggiore Salvatore Serra.