www.giornalelirpinia.it

    25/09/2017

Anni Settanta a setaccio, un libro per capire come eravamo

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Cultura4_crescit70.jpgAVELLINO – È in programma giovedì 10 agosto, presso il circolo della stampa di Corso Vittorio Emanuele, con inizio alle ore 18.00, la presentazione del volume di Carlo Crescitelli Settanta reviseted, edizioni Terebinto. Ne parleranno con l’autore Angelo Imbriani ed Ettore Barra.

Settanta reviseted – si legge in una nota critica – è un diario semiserio dei magici anni Settanta, sviluppato fra la grande dimensione pubblica degli eventi che all’epoca rivoluzionavano il mondo, ed il piccolo privato del suo autore: al tempo bimbo prima, adolescente poi.

Dall’autunno del 1968 – con i carri armati sovietici che fanno il loro triste ingresso a Praga, e l’autore il suo triste ingresso in primina – al dicembre del 1980, con il tragico assassinio di  John Lennon a New York, consumatosi appena un paio di settimane dopo il terremoto in Irpinia: segnali entrambi della fine di un mondo e di un futuro ignoto e tutto da scrivere. Nel mezzo, le grandi e piccole gioie, e i grandi e piccoli casini di allora: la musica, lo sport, il cinema, gli ideali, le lotte, le rivolte, le tante illusioni e delusioni che la storia del costume italiano racconta. Riconsiderate oggi con il tono disincantato e a tratti beffardo dell’uomo maturo che guarda al passato ridimensionandolo, eppur rimpiangendolo.

Carlo Crescitelli vive ed opera ad Avellino, e la sua attività autoriale spazia dall’ambito letterario a quello saggistico e artistico. Sue le fortunate cronache di viaggio pubblicate sotto le spoglie de “L’antiviaggiatore”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Teatro Gesualdo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com