www.giornalelirpinia.it

    23/09/2017

Artisti internazionali a Flussi, il festival di musica sperimentale

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Spettacoli4_flussi16.jpgAVELLINO –  Al via Flussi: ritorna da oggi a domenica prossimi il festival internazionale di arti mediali presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa e promosso dall’associazione culturale Magnitudo, che quest’anno raggiunge il traguardo dell’ottava edizione. Artisti internazionali, live concerts, dj set, workshop, conferenze, installazioni, visuals, animeranno i quattro giorni del festival, dal 25 al 28 agosto, dedicati alla sperimentazione musicale, all'arte e alla cultura digitale, il tutto nella cornice del centro storico del capoluogo irpino.

Una lineup d’eccezione, tra gli altri Frank Vigroux & Kurt d’Haeseleer, Felix Kubin, Mark Fell, High Wolf, Harmonious Thelonious, Matter, r2π, Balance, Arnaud Rivière, Anna Zaradny, Maria W Horn, Antoine Chessex, Don’t DJ, James Welburn & Nico Lippolis, Mats Erlandsson, Cogne et Foutre, Key Clef, Les énervés, Uroburo, Balance, Roberto Begini, Oico, Drum Circle, Meta-, XY Zeebra, Ruhig.

Minus Habens, il concept di questa edizione, intende aprire un orizzonte critico sull’eccessivo livello di "performatività" che un mondo in cui si è sempre “online” richiede a tutti noi. Invitando a riscoprire, nell’impossibilità di corrispondere agli standards comportamentali e prestazionali imposti dalla società, non momenti di deficienza, ma potenze attive per l’invenzione artistica e politica, tale concept intende invocare una decrescita non solo economica ma prestazionale, in cui tutti (più e meno dotati, disadattati, emarginati, malati, reclusi…) possano riappropriarsi del proprio tempo, dei propri limiti, dei propri desideri.

Il format del festival riprende la proposta delle ultime edizioni con 2 palchi su cui prenderanno forma i live set di artisti nazionali ed internazionali: Main stage: la terrazza panoramica del Teatro Carlo Gesualdo; ed Esp stage: il palco sperimentale della Casina del Principe attrezzato con impianto quadrifonico.

La sezione divulgativo-didattica del festival segue la stessa linea del concept, affiancando alla lineup musicale, workshop, installazioni e momenti di approfondimento incentrati sulle tematiche proposte con il concept Minus Habens. Tra i workshop: “Sintesi Modulare Del Suono” a cura di Luciano Lamanna e Davide Ricci (promosso da FunkyJunk);  “3D Blender” a cura di Alan Zirpoli; “Interazioni, performance, installazioni” a cura di Carmine de Rosa; “Max/MSPJitter: connecteverything” a cura di Rino Petrozziello; “VVVV: Augmented Reality Book” a cura di Martin Romeo; “Pure Data Virtual Analog Synthesizer” a cura di Mauro Buoninfante.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Teatro Gesualdo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com