www.giornalelirpinia.it

    25/11/2017

Il Cimarosa suona bene/Grande musica nel cartellone del conservatorio

E-mail Stampa PDF

Luca CiprianoAVELLINO – Dieci concerti, da novembre a gennaio, per ripercorrere cinque secoli di musica in compagnia dei grandi maestri del pentagramma, da Bach a Handel, da Pergolesi a Schubert, da Chopin a Mendellshon, da Tschaikowsky a Gershwin, fino a Piazzola e John Cage.

Saranno loro i protagonisti del cartellone «Il Cimarosa suona bene», rassegna concertistica organizzata dal Conservatorio di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmine Santaniello, realizzata in collaborazione con il Teatro San Carlo di Napoli, il Fondo per l’Ambiente italiano, la Fondazione Telethon e il Comune di Montemiletto, che da novembre a gennaio – si legge in un comunicato – accompagnerà il pubblico nella grande musica classica, nell’opera, nel jazz, nella musica sperimentale, nel tango, nel gospel, fino ai canti delle feste della tradizione natalizia.

Una ricca rassegna di eventi, declinati attraverso il suono del clavicembalo e del pianoforte, delle chitarre e delle percussioni, impreziositi dal contributo dei docenti del Conservatorio avellinese come Andrea Avena, Enrico Baiano, Dora Dorti, Gianluca Saveri, Emanuele Segre, Fausto Trucillo, dei musicisti dell’Orchestra da Camera del «Cimarosa» diretti da Massimo Testa e Carmine Santaniello e dei giovani talenti del coro di voci bianche del Teatro San Carlo di Napoli diretto da Stefania Rinaldi.

«Una rassegna per salutare il 2016 ed iniziare il nuovo anno nel segno della musica. Con il “Cimarosa suona bene” – sottolinea il presidente del Conservatorio Luca Cipriano – offriamo al nostro pubblico un programma di 10 concerti che raccontano il variegato mondo della musica da diverse angolazioni: dall’opera del Settecento ai grandi maestri del pentagramma come Schubert, Chopin e Tschaikowsky, passando per i tanghi di Piazzola, il talento unico di Peppe Barra, il gospel e le più note melodie del Natale. Una serie di eventi che si arricchiscono della prestigiosa collaborazione con il Teatro San Carlo di Napoli, la fondazione Telethon, il Fondo per l’Ambiente italiano e il Comune di Montemiletto».

«Con un programma così variegato ed articolato – spiega il direttore del Conservatorio Carmine Santaniello – è proprio il caso di dire che il “Cimarosa suona bene” da novembre fino a gennaio. Una rassegna che spazierà dal “Clavicembalo ben temperato” di Bach alla “Rapsodia in blu” di Gershwin, toccando le grandi stagioni della musica, dal tardo Rinascimento al Barocco, da Handel a Pergolesi, da Mendellshon a John Cage».

I concerti della rassegna «Il Cimarosa suona bene», il cui programma è stato presentato questa mattina nel corso della conferenza stampa, saranno tutti ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti. Per alcuni spettacoli la direzione potrà decidere di prevedere l’accesso solo con inviti gratuiti da ritirare in conservatorio.

IL PROGRAMMA DELLA RASSEGNA «IL CIMAROSA SUONA BENE»

  • Venerdì 18 novembre Ore 21

PIAZZOLLA INCONTRA TSCHAIKOWSKY

Concerto per due pianoforti

Fausto Trucillo – Dora Dorti

Concerto in due parti per due pianoforti che vedrà i maestri Fausto Trucillo e Dora Dorti eseguire brani originali e trascrizioni come “Libertango” e la “Milonga del Angel” di Astor Piazzolla, “Ritmo” e “Sentimento” di Manuel Infante, fino alla Suite tratta dallo Schiaccianoci di Tschaikowsky.

  • Martedì 22 novembre Ore 20

I GIOVANI PER I GIOVANI – TOUR SUD

Concerto per ensemble jazz

Andrea Avena

Gli alunni del Conservatorio “Cimarosa” si esibiranno sul palco dell’auditorium Vitale nell’ambito della settima edizione del progetto «Ismez Relazioni Music Live: I Giovani X I Giovani» che vedrà coinvolti 12 Conservatori individuati in tutta Italia. La tappa avellinese della kermesse vedrà l’esibizione della “Jazz Ensemble Martucci”, della “Giordano Jazz Collective” e della “Hocus Pocus Explab”.

  • Venerdì 25 novembre Ore 21

IL CLAVICEMBALO BEN TEMPERATO

Concerto per clavicembalo

Enrico Baiano

Un viaggio nelle esperienze musicali del tardo Rinascimento e del Barocco sulle note del grande Johann Sebastian Bach, sintetizzate dallo straordinario suono del Clavicembalo, uno degli strumenti a corde più antico ed affascinante. Il concerto sarà incentrato su una selezione di Preludi e Fughe tratte dal primo libro “Il Clavicembalo ben temperato” eseguite dal Maestro Enrico Baiano.

  • Venerdì 2 dicembre Ore 21

PLUCK & PULSE

Concerto per chitarra e percussioni

Emanuele Segre – Gianluca Saveri

Sulle note di Baden Powel, John Cage, Gert Mortensen, Isaac Albéniz, Jannis Xenakis, Steve Reich e Giovanni Sollima, il duo composto da Emanuele Segre alla chitarra e Gianluca Saveri alle percussioni rivisiterà, con un approccio originale, i linguaggi musicali tradizionali. Una formazione del tutto particolare, che unisce le percussioni alla chitarra attraverso un repertorio vario, raffinato e di grande comunicativa.

  • Venerdì 9 dicembre Ore 21

XMAS SONGS

Concerto del Coro di Voci bianche del Teatro San Carlo di Napoli

Pianista Luigi Del Prete

Direttore Stefania Rinaldi

I 70 giovani talenti del Coro di voci bianche del Teatro di San Carlo di Napoli, nato nel 2004 sotto la direzione del Maestro Stefania Rinaldi, porterà sul palco del “Cimarosa” una selezione di brani che spazierà dall’Opera lirica agli evergreen americani, fino ai più famosi canti natalizi, per un concerto emozionante che anticiperà in musica l’arrivo del Natale.

  • Venerdì 16 dicembre Ore 21

L’OPERA NEL SETTECENTO

Handel e Pergolesi. Stili e generi a confronto

Orchestra da Camera del Conservatorio “Cimarosa”

Direttore Massimo Testa

L’Orchestra da camera e i solisti vocali del Conservatorio “Domenico Cimarosa”, diretta per l’occasione dal Maestro Massimo Testa, accompagneranno il pubblico in un percorso musicale che attraverserà l’opera seria “Ariodante” composta da Georg Friedrich Handel e ispirata ad un episodio dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto e “La serva padrona”, il celebre intermezzo buffo di Giovan Battista Pergolesi.

  • Giovedì 22 Ore 21

GRAN CONCERTO DI NATALE

Le feste nel segno della musica

Orchestra di fiati del Conservatorio “Cimarosa”

Direttore Carmine Santaniello

L’Orchestra di fiati del “Cimarosa” protagonista di un viaggio in musica tra le più celebri melodie del Natale e delle feste. I 50 elementi eseguiranno brani classici e contemporanei della tradizione musicale internazionale per avvicinarsi al Natale nel segno della musica. Il concerto è dedicato alla raccolta fondi per Telethon.

  • Giovedì 5 gennaio Ore 21

GOSPEL SPIRITUAL & CAROLS

Quando la preghiera diventa musica

Quintetto jazz e Ottetto vocale del Conservatorio “Cimarosa”

Voce solista Marina Bruno

La potenza del Gospel declinata nel tempo e nello spazio. Una full immersion nella travolgente energia della musica religiosa, dalla tradizione anglicana ed afroamericana fino al cinema di Sister Act.

  • Venerdì 13 gennaio Ore 21

IL PRIMO ROMANTICISMO TEDESCO

Musiche di Mendellshon e Schubert

Orchestra da Camera del Conservatorio “Cimarosa”

Violino e Pianoforte solisti

Direttore Massimo Testa

Un affascinante percorso musicale nel repertorio del primo romanticismo tedesco, attraverso pagine solistiche ed orchestrali di Mendellshon e Schubert per un omaggio alla classicità e al rigore dello stile musicale di inizio ‘800. Il concerto è dedicato al FAI, il Fondo per l’Ambiente italiano.

  • Venerdì 20 gennaio ore 21

FANTASIA E ROMANTICISMO

Concerto per pianoforte

Antonio Di Palma

Un viaggio che abbraccia il “Romantico viandante” di Schubert, passando per la brillantezza di Parigi declinata attraverso i Valtzer di Chopin che accompagnerà il pubblico fino alle melodie del ‘900 cinematografico con la “Rapsodia in Blu” di Gershwin e il “Concerto di Varsavia” di Addinsel.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com