www.giornalelirpinia.it

    21/09/2018

Teatro civile, c’è Baricco con le Palladium Lectures

E-mail Stampa PDF

Alessandro BariccoAVELLINO – «Succede che a un certo punto qualcuno, contro ogni logica, fa sparire il mondo che lo aveva preceduto e cambia la Storia. Tutti noi facciamo invecchiare quelli che vengono prima, ma farli diventare preistoria accade a pochi. La storia di Kate Moss l’avevo letta in un libro di Christian Salmon. È una parabola vera, molto significativa. L’intuizione lì è che, in un caso particolare, il mondo si è aggregato per spiegarti come è fatto. Mi succede spesso, vedo spicchi di mondo in cui mi sembra che il mondo si riveli. Alla fine sono una specie di detective».

Così Alessandro Baricco, uno degli autori più amati dal pubblico italiano, fondatore della Scuola Holden di Torino, autore di romanzi che hanno venduto in tutto il mondo, in questi giorni nelle librerie di tutta Italia con “Smith & Wesson” e la riedizione di “Novecento” per i 20 anni dalla pubblicazione, presenta il primo capitolo delle “Palladium Lectures” che, dopodomani
alle 21.00, al teatro Carlo Gesualdo aprirà la rassegna di Teatro Civile, organizzata in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano.

“Palladium Lectures” – si legge in un comunicato – è un progetto in quattro lezioni per quattro personaggi, Kate Moss e Tucidide, Luigi XVI e Proust, che ha come obiettivo quello di dare risposte che generino domande perché sapere non è altro che imparare “a permanere nella domanda, a dimorarne i paesaggi”. La prima lezione sarà tutta incentrata sulle rivoluzioni del concetto di gusto. Una “lectio magistralis” in cui Baricco racconterà il cambiamento che portò Kate Moss nel mondo della moda, e di come la modella inglese inaugurò un canone di bellezza alternativo e imperfetto, probabilmente più “realistico”, in netto contrasto con quello sontuoso e ricco delle top-model che aveva dominato la scena della moda fino a quel momento. Ma anche del salto dorsale di Dick Fosbury o della voce ruvida di Maria Callas, tutte sfumature di questi paesaggi, brusche sterzate che, nel corso della storia, hanno cambiato i parametri del bello, lasciandoci insieme affascinati e terrorizzati davanti a quel che pensavamo di conoscere da sempre, “a dimostrare che esiste sempre un fondo di meraviglia nella vita”.

Le Palladium Lectures sono andate in scena per la prima volta a Roma, al Teatro Palladium. Successivamente sono arrivate al Petruzzelli di Bari e sono state trasmesse in live streaming su Repubblica.it e in televisione, su Sky Arte e su LaEffe, tivù del gruppo Feltrinelli. La matinée dedicata agli alunni delle scuole di Avellino e provincia, in programma sempre giovedì 13 alle ore 10 presso il Teatro “Gesualdo” di Avellino, ha fatto registrare già il tutto esaurito. I biglietti per assistere allo spettacolo serale, invece, sono ancora disponibili presso i botteghini di Piazza Castello, aperti al pubblico dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. Per maggiori informazioni telefonare al numero 0825.771620.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com