www.giornalelirpinia.it

    18/11/2017

Camera di commercio, La Stella proclamato presidente

E-mail Stampa PDF

Oreste La Stella (il secondo da sinistra al tavolo)AVELLINO – Il Consiglio della Camera di Commercio di Avellino ha proclamato Oreste la Stella presidente dell’ente camerale; lo ha fatto in assenza del past president Costantino Capone e dei componenti  in rappresentanza di Confindustria che hanno disertato la seduta. La proclamazione è avvenuta nel convincimento che i 14 voti ricevuti da La Stella nella votazione di ballottaggio rappresentassero il quorum necessario per ricoprire la carica di vertice della Camera di Commercio.

Suffragati dal parere di autorevoli legali e da alcune interpretazioni  giurisdizionali, i consiglieri che hanno sposato la tesi di La Stella hanno ragionato nel seguente modo: per essere eletto presidente, nella votazione di ballottaggio, occorre ottenere la metà più uno dei voti dei componenti del Consiglio; i quali sono 27, aumentati di uno fanno 28, la cui metà è pari a 14. Giusto il numero di voti ricevuto dal direttore di Confcommercio, contro i 12 ottenuti da  Federica Vozzella, la candidata di Confindustria, sponsorizzata anche dal presidente uscente Capone.

Questa interpretazione, peraltro non condivisa dal segretario generale dell’ente (secondo il quale occorrerebbero 15 voti per sedersi sullo scanno di presidente), non si giustificherebbe – a dire di qualche consigliere – con l’andamento progressivo delle votazioni. La Stella i 14 voti già li aveva ottenuti nella terza votazione; se la regola fosse stata quella dell’approssimazione per difetto nel calcolare il quorum che necessità ci sarebbe stata di andare al ballottaggio? La Stella poteva essere proclamato presidente già al termine della terza votazione.

Insomma tutto si sta giocando sull’approssimazione per difetto o per eccesso del quorum. Ed è probabile che a risolvere il rebus debbano essere i giudici amministrativi, giacché la proclamazione di La Stella potrebbe essere impugnata dai dissenzienti. Insomma, la Camera di Commercio di Avellino è ancora tra “color che son sospesi”. C’è, peraltro,  in piedi – in attesa di pronunce del Tar per casi simili – la possibilità per Costantino Capone di essere rimesso in corsa per il quarto mandato, cui si aggiunge la contestata proclamazione di La Stella.

Nel frattempo che faranno gli organismi di vigilanza sull’ente di Piazza Duomo, vale a dire il ministero per lo Sviluppo economico e la Regione Campania?

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com