www.giornalelirpinia.it

    22/01/2020

L’occhio sulla città/La forza di un’idea

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Rubriche-LaLettera_macch_trani.jpgAVELLINO – Si dice che gli occhi sono lo specchio dell’anima: ebbene, basta passeggiare, ascoltare, domandare, guardarsi intorno e poi constatare per avere la plastica percezione di una città che ogni giorno di più non può che offrirsi a noi con la sua anima più fragile e vulnerabile.

Gli esempi in questo senso potrebbero essere tanti: passa il tempo, passano gli anni, combinano le amministrazioni ma Avellino si guarda intorno e continua a vedere il nulla o quasi. Fatta eccezione, infatti, per l’offerta del Teatro Gesualdo, quella del Conservatorio Cimarosa o le iniziative di aggregazione e partecipazione immaginate da monsignor Aiello  talvolta proprio in una partnership con l’università della musica avellinese, i programmi per la città come per i giovani continuano ad essere vaghi, indefiniti o durano lo spazio di un mattino, un capoluogo ricco di opportunità ma povero di risorse che difetta in “dimensione fisica della politica”, con un’amministrazione comunale ed un sindaco che stentano a vivere davvero appieno la propria città. Un’idea per sostanziarsi nella forza della concretezza ha bisogno di fiducia nell’intuizione, del coraggio della perseveranza e della tenacia nella realizzazione.

Ebbene, un esempio della summa di quanto appena descritto, è racchiusa nel Museo della macchina per scrivere di Trani. Unico nel suo genere, nato dalla lungimiranza  di visione del suo ideatore, il cavalier Pagano, è il primo dell’Italia meridionale e il più importante d’Europa. Se, entrandoci, ci si  chiede quanto può essere interessante conoscere e visitare un museo della macchina per scrivere, uscendone, saremo portati a interrogarci e riflettere sulla differenza tra collezionismo e  museografia. Una collezione di per sé sola dialoga con il proprietario, con il proprio “ autore” o con gli esperti di settore ma, se quella stessa collezione viene ordinata, illustrata, “spiegata” con dovizia di particolari, passione ed amore, allora riesce a dialogare con tutti: in una parola diventa museo, perché riesce a trasmettere conoscenze.

È indubitabilmente ciò che si prova dinanzi a questa esposizione che, grazie al minuzioso, accorto, quanto indispensabile ordine cronologico e didascalie sintetiche ed esaustive, consente di cogliere  la successione del progresso tecnico dai primordi alle prime macchine portatili, ai primi Pc. Pezzi unici provenienti da tutto il mondo insomma, dalla statunitense “ Sholes & Glidden” (1873], prima macchina per scrivere in assoluto, alla “Bastarda”,  in dotazione alle SS ,  proprio quella con cui redassero l’elenco ed i messaggi di morte per i “destinati” alle Fosse Ardeatine, alla “ Royal Quiet De Luxe Gold Edition”, la macchina usata dall’agente 007. Per  non parlare di quella di Luigi Pirandello o quella mai utilizzata allo scopo ma tenuta come “soprammobile” da Marilyn Monroe. Fino ad arrivare alle macchine utilizzate  dai grandi giornali americani o la prima a scrittura visibile (Usa, 1908).

Suggestiva la sezione dedicata ad Olivetti a cui è riservato un intero piano: si racconta e si percorre tutta la storia evolutiva, dalla prima macchina da scrivere creata dal patriarca e capostipite ingegner Camillo nel 1908 alla storica  Lettera 35, fino ai primi Pc della grande fabbrica italiana.

Per chi scrive, giornalista, è stata un’esperienza, un’occasione, un’emozione unica, un incredibile viaggio nel tempo, nella storia, nella memoria anche perché ho potuto vivere la delicata ed elegante suggestione di ascoltare il  ticchettio delle lettere sui martelletti, essendo tutte le macchine esposte perfettamente funzionanti, emozionando con straordinarie suggestioni nostalgico-sentimentali.

In un tempo in cui tutto è diventato tremendamente veloce, istantaneo,  in cui i giovani sono sempre più chini, preda dei loro smartphone, assenti o prigionieri di un vociare quasi irreale che impedisce anche il più elementare scambio di sguardi e di parole, chiedersi da dove veniamo con una visita al Museo della macchina per scrivere di Trani può essere un buon inizio, magari accompagnandovi anche i più piccoli.

Ecco la forza di un’idea: l’amministrazione Festa ha tante idee  per il rilancio in città della cultura e non solo, ma purtroppo ancora nessuna concretezza d’azione. Prendere esempio dall’organizzazione o carpire qualche segreto dalle competenze in campo in questo museo, potrà risultare utile. Consigliamo a tutti una visita.

Intanto, noi dal nostro canto, non possiamo far altro che attendere con la fiducia e l’ottimismo che ci contraddistingue la prova dei fatti e non più solo delle tante parole.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Attualità

Gennaio 21, 2020 14

In sciopero gli operai della Genetic, annunciato un presidio permanente

in Attualità by Red.
AVELLINO – Otto ore di sciopero nella giornata di oggi. Ed altre otto già programmate per opporsi alle scelte di sotto inquadramento operate in maniera unilaterale dalla proprietà. Tira una brutta… Continua a leggere...

Irpinia

Gennaio 21, 2020 16

Violenza domestica e di genere, al via il corso di formazione

in Irpinia by Red.
BENEVENTO – Domani alle ore 9.30, presso l'aula magna Demm dell’Università degli studi del Sannio, si inaugura il “Corso di formazione sul tema della violenza domestica, di genere e contro le vittime… Continua a leggere...

Cronaca

Gennaio 21, 2020 11

Rifiuta il test dell’alcol, denunciato 30enne di Monteforte Irpino

in Cronaca by Red.
MONTEFORTE IRPINO – I carabinieri della stazione di Monteforte Irpino hanno denunciato in stato di libertà un giovane del posto per essersi rifiutato di sottoporsi all’accertamento dello stato di… Continua a leggere...

Sport

Gennaio 21, 2020 11

Avellino, ingaggiato il centrocampista Izzillo

in Calcio by Red.
AVELLINO –L’Us Avellino comunica di aver raggiunto un accordo con il centrocampista Nicolas Izzillo. Nato a La Maddalena il 19/04/94 (Sassari), Izzillo ha esordito tra i professionisti con la maglia… Continua a leggere...

Rubriche

Gennaio 18, 2020 73

L’occhio sulla città/Conoscere la storia per cambiare la storia

in La Lettera by Antonio Fusco
AVELLINO – “Nessuna nuova buona nuova” non può certo essere considerato un adagio per tutte le stagioni: se si eccettuano, infatti, coloro che vivono un particolare momento della vita tra difficoltà,… Continua a leggere...

altre notizie rubriche...

Notizie flash

Farmacie Avellino Città

Turni dal 20 al 26 gennaio 2020– Servizio continuativo dalle 8.30 alle 20.00 Cardillo, via Due Principati, 32 (tel.: 0825/71825-756721). Sabato pomeriggio, dalle 16.30 alle 20.00, domenica e festivi dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.00, il servizio è assicurato da Lanzara, Corso Vittorio Emanuele n.109 (tel.: 0825/35965). Il servizio notturno, dalle 20.00 alle 09.00, è assicurato Lanzara, Corso Vittorio Emanuele n.109 (tel.: 0825/35965). Guardia medica, via degli Imbimbo n. 10 - Avellino Telefono: 0825/292013/14/15.

 

V anniversario scomparsa Antonio di Nunno

Giornale L'Irpinia n.4-5-6-7 del 15 giugno-luglio-agosto 2019

Calcio

Gennaio 21, 2020 11

Avellino, ingaggiato il centrocampista Izzillo

in Calcio by Red.
AVELLINO –L’Us Avellino comunica di aver raggiunto un accordo con il… Continua a leggere...
Gennaio 21, 2020 12

Capuano: «Dimentichiamo Teramo, a Catania non saremo vittima sacrificale»

in Calcio by Red.
AVELLINO – “Sicuramente il morale non è dei migliori perché, dopo una… Continua a leggere...

Basket

Gennaio 12, 2020 42

La Scandone batte Scauri, torna alla vittoria e fa festa

in Basket by Franco Marra
AVELLINO - La Scandone Avellino torna alla vittoria in questo inizio di… Continua a leggere...
Gennaio 10, 2020 69

De Gennaro: «Contro Scauri cuore e carattere per vincere una gara importante per la salvezza»

in Basket by Red.
AVELLINO – “Rispetto a domenica credo che non ci sia molto da dire, se non… Continua a leggere...

Ciclismo

Ottobre 24, 2019 166

La presentazione/Da Budapest a Milano, ecco il 103° Giro d'Italia

in Ciclismo by Red.
MILANO – Tre cronometro individuali (per un totale di 58,8 km), 6 tappe di… Continua a leggere...
Ottobre 12, 2019 127

L’olandese Mollema il vincitore del Lombardia

in Ciclismo by Red.
COMO – Il corridore olandese Bauke Mollema (Trek - Segafredo) ha vinto la… Continua a leggere...

Cultura

Gennaio 19, 2020 67

Educazione e società/«I figli non ti obbediscono perché hanno troppi soldi in tasca»

in Cultura by Pino Bartoli
AVELLINO – Nel 2010 Dario Lanzardo, fotografo, politicamente orientato a… Continua a leggere...
Gennaio 13, 2020 34

L’ultimo volo del gabbiano, il romanzo d’amore di Luca Franchini

in Cultura by Faustino De Palma
AVELLINO – Due storie d’amore vissute in due differenti periodi e tra due… Continua a leggere...

Meteo Avellino

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Primo piano - Video

Sezione Video

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com