www.giornalelirpinia.it

    23/01/2021

L’occhio sulla città/Parole, parole, parole...soltanto parole

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Attualita11_avellino.jpgAVELLINO – Chi scrive non può ricordarlo ma è storia che il 23 novembre 1980 Avellino ha dovuto fronteggiare un devastante terremoto. Ebbene, a 40 anni dal sisma (lunedì ne ricorderemo l’anniversario), avremmo voluto provare a guardare in positivo, avremmo voluto raccontarvi di una città che fa progetti di rinascita, per dirla con il nostro sindaco, avremmo voluto raccontarvi di una città “capace finalmente di lasciarsi alle spalle il periodo più buio della sua storia: perché è un pugno nell’occhio passeggiare e notare quegli scheletri lungo Corso Vittorio Emanuele, via Piave, viale Italia o via Tedesco”.

Sì, avremmo voluto fare tutto questo e  invece continuiamo ad essere sgomenti di fronte all’insipienza di chi è chiamato ad assumere decisioni e responsabilità nella nostra città. In effetti basta fare una passeggiata per le vie del centro, e non solo, per trovare ancor oggi visibili riscontri di ferite e lacerazioni che ancora sanguinano. Ci si trova di fronte a cantieri avviati e poi inspiegabilmente interrotti come, ad esempio, Palazzo Sandulli a Corso Vittorio Emanuele  o il rudere che ospitava un famoso bar cittadino, per il quale sono state avviate e concluse tutte le procedure e le opere di messa in sicurezza ma poi più nulla; o ancora Palazzo Trevisani, da tanto, troppo tempo ormai “imbracato ed in attesa  di adeguata cura” e che, ricordiamo, peraltro al suo interno ospita una scalinata del Vanvitelli. Non va dimenticato neppure il gran numero di palazzi terminati ma ancora inspiegabilmente dichiarati inabitabili. Una condizione di contesto alquanto stridente, insomma, viste anche le tante rinnovate attività commerciali a dar lustro al nostro “salotto buono” .

Le perplessità in noi dunque restano immutate: che fine hanno fatto i fondi post sisma destinati proprio al recupero ed alla ricostruzione di questi palazzi?

Dove è finito il tavolo permanente istituito proprio dal sindaco Festa, con la Camera di commercio e tutti gli ordini professionali, che avrebbe dovuto vigilare e sovrintendere ad un attento lavoro di restyling e di messa in sicurezza degli edifici dandosi l’obiettivo precipuo di guarire una volta per tutte il capoluogo dalla ferita dei suoi buchi neri? Quale città che voglia definirsi civile può permettersi di accettare e/o concedere ancora tempi d’attesa tanto dilatati?

Non  sono più tollerabili, ormai a 40 anni dal sisma, rimpalli di responsabilità, litigi o peggio sterili e strumentali conflitti di competenze. Occorre una “rivoluzione civica”: nel merito, la nostra rubrica, avendo eletto ad oggetto di più di un suo sguardo, proprio il tema dei” buchi neri in città, ha invitato il sindaco, la sua giunta e tutti i comparti interessati ad agire dove possibile “motu proprio” o d’imperio, avvalendosi anche eventualmente di specifiche leggi dello Stato. E dunque, visto il nuovo periodo di semi lockdown regionale, imposto dalla pandemia da Covid-19, quale occasione migliore per questa amministrazione per portare a conclusione i tanti cantieri cittadini avviati e poi sospesi o per avviare un dialogo fruttuoso con i privati, proprietari dei tanti palazzi oggetto di segnalazione e non solo? Sarebbe un buon modo per iniziare a risolvere finalmente e definitivamente situazioni divenute ormai annose ed insostenibili.

Fa piacere ricordare come, proprio in un’ottica  di “dialogo fruttuoso con i privati”, l’unico cantiere in cui si sta procedendo a  ritmo sostenuto con i lavori è quello di Palazzo Genovese in viale Italia. Solo così si potrà assicurare quell’unità di immagine e di decoro che permetterà alla nostra città di proiettarsi davvero nel futuro e di lasciarsi finalmente e definitivamente alle spalle quel nebuloso e triste passato di cui, purtroppo, ancora conserva retaggio.

Non possiamo esimerci, infine, dal far doveroso cenno allo stato di degrado e di abbandono in cui versano gli edifici siti alla “porta Est d’ingresso alla città: ci riferiamo a via Francesco Tedesco. Ora, al di là di reboanti dichiarazioni partite addirittura dalla campagna elettorale e non ancora sostanziate dalla concretezza dei fatti, solo attraverso un serio ed oculato progetto urbanistico che unisca tangibilmente e compiutamente il centro come la periferia si potrà davvero dare avvio a quella “rivoluzione Avellino” immaginata dall’amministrazione guidata dal sindaco Festa ed eletta ad emblema della sua  “propensione all’attivismo”. Staremo a vedere: non più, dunque, parole, parole, parole...ma soltanto fatti.

Siamo stanchi di continuare a commentare e a criticare evidenze che ornai parlano da sé, tanto da sentir condiviso quanto Shakespeare affermava: “Le parole possono diventare così false che odio dimostrare le mie ragioni con esse”.

Ultimo aggiornamento ( Domenica 22 Novembre 2020 23:25 )  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Attualità

Gennaio 22, 2021 20

Lavori sugli immobili di interesse storico-artistico, la richiesta degli architetti irpini

in Attualità by Red.
AVELLINO – Si riporta di seguito la nota inoltrata al ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini ed alla Soprintendente delle belle arti e del paesaggio per le… Continua a leggere...

Irpinia

Gennaio 22, 2021 19

Ariano, follow-up sui pazienti risultati positivi durante lo screening dello scorso maggio

in Irpinia by Red.
ARIANO IRPINO – Si rinnova la collaborazione tra l’Azienda sanitaria locale di Avellino, l’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno, l’Azienda ospedaliera dei Colli e il Comune di Ariano… Continua a leggere...

Cronaca

Gennaio 22, 2021 24

Lauro: pregiudicato denunciato per ricettazione. Avellino: 44enne nei guai per truffa

in Cronaca by Red.
LAURO – Personale del commissariato di Lauro, nel corso dei servizi di controllo del territorio, ha denunciato alla procura della Repubblica un pregiudicato dì Quindici responsabile del reato di… Continua a leggere...

Sport

Gennaio 22, 2021 19

Braglia: «La Turris è un avversario ostico, ci stiamo preparando al meglio»

in Calcio by Red.
AVELLINO – “Veniamo da una settimana positiva, ci siamo allenati finalmente quasi al completo. L’obiettivo è quello di fare una buona gara e provare a portare a casa i tre punti. Sappiamo che nelle… Continua a leggere...

Rubriche

Gennaio 23, 2021 40

L’occhio sulla città/Ma una rondine non fa primavera!

in La Lettera by Antonio Fusco
AVELLINO – Questa settimana il nostro occhio torna ad osservare direttamente la città e plaude all’avvio, da parte di Piazza del Popolo, di un “piano di alleggerimento dei costi e della spesa”. Dopo… Continua a leggere...

altre notizie rubriche...

Gennaio 16, 2021 88

L’occhio sulla città/La capsula del tempo

in La Lettera by Antonio Fusco
Dicembre 19, 2020 139

L’occhio sulla città/Ma è sempre Natale

in La Lettera by Antonio Fusco
Dicembre 05, 2020 230

L’occhio sulla città/Ti (ri)conosco mascherina

in La Lettera by Antonio Fusco

Notizie flash

Vaccinazione, comunicato dell’ordine dei medici

AVELLINO, 20 gennaio 2021 - L’Ordine dei medici chiede a tutti i medici che hanno ricevuto la vaccinazione anti Covid-19 fuori provincia di comunicarlo con urgenza allo stesso. Nel contempo chiede a tutti i medici pensionati o liberi professionisti, che intendono vaccinarsi, di comunicarlo con tutti i dati di contatto (mail, numeri telefonici), entro sabato 23 gennaio, tanto per elaborare liste corrette di convocazione.


Farmacie Avellino Città

Turni dal 18 al 24 gennaio 2021 – Servizio continuativo dalle 8.30 alle 20.00 Sabato, via Carducci, 20 (tel.:0825/35409). Sabato pomeriggio, dalle 16.30 alle 20.00, domenica e festivi dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.00, il servizio è Cardillo, via dei Due Principati, n. 32  n. 199 (tel.: 0825/71825). Il servizio notturno, dalle 20.00 alle 09.00, è assicurato da Cardillo, via dei Due Principati, n. 32  n. 199 (tel.: 0825/71825). Guardia medica, via degli Imbimbo n. 10 - Avellino Telefono: 0825/292013/14/15.

Giornale L'Irpinia n.3-4-5-6-7 del 25 Luglio 2020

Calcio

Gennaio 22, 2021 19

Braglia: «La Turris è un avversario ostico, ci stiamo preparando al meglio»

in Calcio by Red.
AVELLINO – “Veniamo da una settimana positiva, ci siamo allenati… Continua a leggere...
Gennaio 16, 2021 72

L’Avellino va subito in gol con Adamo e vince il derby con la Cavese

in Calcio by Red.
Marcatori: 10’ pt Adamo AVELLINO-CAVESE 1-0 AVELLINO (3-5-2: Forte;… Continua a leggere...

Basket

Gennaio 17, 2021 33

La Scandone non c’è, Cassino domina e vince

in Basket by Franco Marra
AVELLINO – Un’autentica débâcle quella subita dalla Scandone Avellino ad… Continua a leggere...
Gennaio 16, 2021 62

De Gennaro: «Giochiamo in casa e contro Cassino vogliamo ottenere la vittoria»

in Basket by Franco Marra
AVELLINO – Ultimo atto del girone di andata del campionato di… Continua a leggere...

Ciclismo

Dicembre 27, 2020 825

João Almeida vince il torneo degli scalatori, successo per Ben Swift tra i velocisti

in Ciclismo by Red.
MILANO - La seconda edizione di The Challenge of Stars by Enel si è… Continua a leggere...
Ottobre 26, 2020 110

Giro new generation

in Ciclismo by Red.
MILANO - Si è concluso ieri un Giro tanto imprevedibile quanto difficile… Continua a leggere...

Cultura

Gennaio 20, 2021 41

Le chiavi del Mediterraneo, nel libro di Cotticelli la politica coloniale di Pasquale Stanislao Mancini

in Cultura by Andrea Cotticelli
ROMA – Nella seconda metà dell’Ottocento l’Italia fu l’ultima delle… Continua a leggere...
Gennaio 19, 2021 35

Il ricordo/«Macaluso comprese prima di altri la necessità di uscire dai vecchi confini del Pci senza rimuovere il passato»

in Cultura by Red.
ROMA – La scomparsa di Emanuele Macaluso – si legge in una nota dI… Continua a leggere...

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Primo piano - Video

Sezione Video

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com