Frattali: «Riduttivo dare le colpe solo alla difesa»

Martedì 20 Ottobre 2015 18:45 Red.
Stampa

Il portiere FrattaliAVELLINO –  “Purtroppo nel calcio contano i numeri, non conta se uno gioca bene o gioca male, c’è poco da fare conta il risultato. Sicuramente è un periodo un po’ sfortunato per noi. La causa? Non è la mancanza di dialogo, lo escludo subito perché quello c’è ed è pure tanto. È un periodo che al minimo errore veniamo puniti, però sicuramente dare colpe solo alla difesa mi sembra un po’ riduttivo visto che scendiamo in campo in undici e la squadra si difende in undici”.

È improntata alla massima serenità l’analisi di Pierluigi Frattali, classe 1985, portiere titolare dell’Avellino, che, subito dopo l’allenamento sostenuto dalla squadra al Partenio-Lombardi in vista della prossima gara di campionato in programma sabato prossimo in trasferta contro lo Spezia, risponde in sala stampa alle domande dei giornalisti.

“È normale che in questo momento sia sotto accusa soprattutto la difesa. Per noi questo è un periodo che ci gira un po’ male, ma dovremo essere bravi ad invertire la rotta e magari essere un po’ più concentrati perché poi se analizziamo i gol viene fuori che non sono dovuti ad un cattivo schieramento dal momento che abbiamo preso tutti i gol a difesa schierata. Quindi, ripeto, bisogna essere sicuramente  più attenti e più concentrati”.

“Per un portiere – spiega ancora Frattali – prendere gol non è mai bello. Se abbiamo preso tutti questi gol, qualcosa che non va c’è. Quindi bisogna essere più concentrati, ci vuole più cattiveria. Ci vuole la scintilla per far scattare quel qualcosa in più che ci consenta di fare risultati visto che la squadra è stata attrezzata benissimo dalla società e visto anche che abbiamo un allenatore che fa giocare la squadra in maniera, per la verità, molto bella. Creiamo tanto ma dobbiamo concretizzare di più. Penso che riusciremo a tirarci fuori da questa situazione, me lo auguro con tutto il cuore, e speriamo di avere un po’ più di fortuna perché la fortuna aiuta gli audaci. Questo, comunque, è un campionato imprevedibile. Non c’è una squadra che domina sulle altre. Lo Spezia? Spero in un risultato positivo. Noi giochiamo ogni partita per vincere, certo non andremo alla Spezia a fare barricate”.