Gavazzi: «Con il Perugia sta a noi fare la partita»

Martedì 24 Novembre 2015 19:59 Red.
Stampa

Davide GavazziAVELLINO – “Siamo consapevoli che per trequarti all’inizio abbiamo fatto una brutta prestazione. Sapevamo di affrontare una buona squadra sul loro campo, però sicuramente potevamo e dovevamo far di più. Detto questo credo che la prossima sia una partita diversa perché la squadra che affrontiamo ha una difesa tra le meno battute, credo che sarà una partita più chiusa e si combatterà fino alla fine”: ha il senso della sintesi Davide Gavazzi, classe 1986, centrocampista, nel fare il punto sull’ultima partita dell’Avellino, quella persa in trasferta venerdì scorso contro il Pescara, e sulla prossima, quella di sabato prossimo contro il Perugia valevole per 15ª giornata ddel giorne di andata del campionato di serie ed in programma allo stadio Partenio-Lombardi alle ore 15.00.

Poi aggiunge: “Non dobbiamo farci prendere dalla foga e andare all’arrembaggio. È chiaro che tutti si aspettano un risultato positivo da una partita in casa, però sta a noi fare la partita, ci sono 90 minuti e la partita può essere decisa da un singolo episodio”.

“Stavano arrivando i risultati, poi abbiamo fatto una trasferta a Crotone dove abbiamo perso 3-1, però credo che il primo tempo abbiamo dimostrato di poterci essere. Poi abbiamo ripreso il nostro cammino in casa vincendo con il Latina, poi di nuovo sotto a Pescara. Ecco, dobbiamo essere più determinati ed organizzati a fare punti fuori casa”.

Intanto, in vista della gara con gli umbri, oggi la squadra ha effettuato una doppia seduta al Partenio-Lombardi. Lavoro in palestra questa mattina mentre nel pomeriggio la squadra ha svolto allenamento sul campo, con partitella a ranghi misti. In permesso Tutino per motivi famigliari; Giron è rientrato regolarmente in gruppo. Indisponibili Biraschi (a riposo) e Ligi (terapie). Domani pomeriggio allenamento a porte chiuse a Torrette di Mercogliano.