D’Angelo dà la carica all’Avellino: «Dobbiamo ripartire subito»

Martedì 01 Dicembre 2015 19:25 Red.
Stampa

Angelo D'AngeloAVELLINO – “Ripartiamo subito”: è lapidario capitan D’Angelo, classe 1985, uno dei veterani doc dell’Avellino insieme con Gigi Castaldo, pronto a rientrare in squadra dopo la lunga squalifica, nel caricare la squadra reduce da due sconfitte consecutive in campionato, Pescara in trasferta, Perugia in casa.  La sua analisi sull’attuale momento dei bianco verdi parte proprio dalla debaclee interne con gli umbri: “Noi dobbiamo riscattarci, e subito, soprattutto dobbiamo riscattare i 45 minuti del secondo tempo con il Perugia. Il primo tempo abbiamo espresso un buon calcio e siamo andati negli spogliatoi in vantaggio per 1-0. Peccato, però, perché nel secondo tempo siamo rimasti negli spogliatoi. Ecco bisogna dare una scossa perché non ci possiamo permettere questi cali di tensione. L’Avellino si è sempre contraddistinto per voglia di fare bene e fame di risultati, quindi più che mai dobbiamo rimboccarci le maniche ed andare avanti primo perché lo meritiamo, poi perché lo merita la città intera che ci sostiene nonostante queste due sconfitte che abbiano fatto ultimamente”.

“Ora viene il Trapani che sta passando un buon momento, ma noi dobbiamo andare avanti e riprendere la nostra strada. Sì, non nascondo che siamo un po’ in difficoltà, in difficoltà mentale però sono sicuro che ci rialzeremo. Nello spogliatoio c’è gente con gli attributi, gente che in questi anni ha tirato la carretta. Faremo da ciceroni ai nuovi perché se qualcuno non l’ha ben capito qua c’è una città alle nostre spalle che aspetta, che ci dà calore, e ch non può essere delusa. Le somme le tireremo alla fine, però ora è il momento di stare tutti uniti. Lo so che è dura perché non stiamo facendo benissimo, ma per l’amore della maglia bisogna stare uniti”.

La squadra, in vista della gara contro il Trapani, in programma sabato prossimo alle 15.00, ha disputato oggi una oppia seduta di allenamento, a porte chiuse, al Partenio-Lombardi. Questa mattina la squadra ha lavorato in palestra, mentre nel pomeriggio ha svolto lavoro in campo. Arini si è aggregato al gruppo. Terapie e differenziato per Ligi, Mokulu e Rea. Lavoro a parte per Insigne, fisioterapie per Biraschi.

È perfettamente riuscito – si legge in un comunicato della società – l’intervento di riduzione della frattura del quarto metacarpo della mano sinistra a cui è stato sottoposto questa mattina Pietro Visconti: il calciatore osserverà riposo nei prossimi giorni e dalla settimana prossima ricomincerà gradualmente a lavorare. Domani pomeriggio allenamento a porte chiuse al Partenio-Lombardi.