Novellino: «Chi va in campo non deve avere paura, puntiamo al sorpasso sul Novara»

Venerdì 23 Febbraio 2018 13:01 Red.
Stampa

NovellinoAVELLINO – “Non mi piango addosso, alleno da trent’anni e ho vinto anche tanto. Quando eravamo al completo la squadra ha giocato come piaceva a me. Purtroppo Ardemagni e Moretti sono stati colpiti da un attacco febbrile e non ci saranno. Andiamo avanti lo stesso, abbiamo un obiettivo preciso, portare l’Avellino lontano dai pericoli. Il clima è molto disteso, nonostante il pensiero della brutta prestazione a Venezia, puntiamo al sorpasso sul Novara”.

Appare tranquillo l’allenatore dell’Avellino Walter Novellino nel presentare la gara di domani contro il Novara in programma allo stadio Partenio-Lombardi con inizio alle ore 15:00. E, nonostante le non poche critiche ricevute dopo la sconfitta di Venezia, suona la carica con il piglio del condottiero: “Il gruppo non ha mai perso fiducia e io sono il loro condottiero. A Venezia non mi è piaciuto il primo tempo, ma tornando al passato le buone prestazioni ci sono state. Domani sarà una partita fondamentale, determinante, ma chi va in guerra non deve avere paura”.

Un passaggio su quanto potrebbe avvenire domani in campo: “Il 4-4-1-1 è stata la mia fortuna, ma quando ti mancano elementi sugli esterni qualcosa bisogna cambiare. Bidaoui sta bene, anche Cabezas è rientrato con lo spirito giusto. Ho recuperato Gavazzi e Vajushi, quindi possiamo giocare la nostra partita, in difesa potrebbero esserci dei cambiamenti”.

Sono ventitré i calciatori convocati al termine dell’allenamento di rifinitura svoltosi questa mattina, a porte chiuse, al Partenio-Lombardi: portieri, 1 Radu, 22 Lezzerini; difensori, 13 Falasco, 5 Kresic, 3 Marchizza, 6 Migliorini, 16 Morero, 15 Ngawa, 2 Pecorini, 29 Rizzato; centrocampisti, 8 D’Angelo, 23 De Risio, 14 Di Tacchio, 24 Evangelista, 11 Gavazzi, 27 Laverone, 17 Molina, 7 Vajushi, 33 Wilmots; attaccanti, 19 Asencio, 26 Bidaoui, 30 Cabezas, 25 Luigi Mentana ('99).

Arbitro dell’incontro sarà il signor Ivano Pezzuto di Lecce che sarà  coadiuvarlo dai guardalinee Dei Giudici di Latina e Vecchi di Lamezia Terme. Quarto uomo, Nicoletti di Catanzaro. Queste le probabili formazioni:

Avellino (4-4-1-1): Lezzerini; Ngawa, Morero, Migliorini, Rizzato; Molina, D’Angelo, Di Tacchio, Bidaou; Gavazzi; Asencio. Allenatore: Novellino

Novara: (3-4-1-2): Montipò; Troest, Mantovani, Chiosa; Dickmann, Ronaldo, Casarini, Calderoni; Moscati; Puscas, Sansone.  Allenatore: Di Carlo

Ultimo aggiornamento ( Sabato 24 Febbraio 2018 12:18 )