Matute: «Recupero impossibile? Vogliamo chiudere la stagione senza nessun rimpianto»

Martedì 16 Aprile 2019 18:40 Red.
Stampa

Kelvin Matute (fonte Ssd Avellino)AVELLINO – "Ormai non guardiamo più all'avversario, alle sue motivazioni o alle difficoltà logistiche imposte dal calendario o dal campo di gioco perché il nostro obiettivo deve essere quello di raccogliere i tre punti, l'unico risultato che ci è concesso e che vogliamo portare a casa".

È Kelvin Matute, classe 1988, camerunense, a fare il punto sul cammino dell’Avellino a tre giornate dalla fine e a quarant’otto ore dal prossimo impegno di campionato in programma, giovedì prossimo, allo stadio Montefiore di Rocca Priora, alle ore 15:00, contro la Lupa Roma di Marco Amelia in piena lotta per la salvezza.

"Non mancano momenti di stanchezza - ha spiegato il centrocampista - ma manca poco alla fine e noi continuiamo a crederci, deve essere la testa e la voglia di fare bene a guidare il nostro corpo. Vogliamo chiudere la stagione senza nessun rimpianto, consapevoli di aver dato il massimo e poi vedere cosa dirà la classifica. Recupero impossibile? Il campionato è in mano al Lanusei, ma niente è impossibile, solo difficile. Se le squadre giocheranno contro il Lanusei con lo stesso impegno che mettono contro di noi tutto può succedere".

La considerazione finale è dedicata ai tifosi: "Li sentiamo anche quando non ci sono, fanno parte di noi. È  un orgoglio per noi vestire questa maglia ed essere rappresentati da una tifoseria che non ha eguali, e che non merita questa categoria. Noi dobbiamo scendere in campo per dimostrare loro quanto teniamo all'Avellino, ormai la tattica conta poco: è l'atteggiamento e l'unità di gruppo a fare la differenza, e noi l'abbiamo".