L’Avellino si sveglia nel finale e abbatte la Sicula Leonzio

Domenica 08 Dicembre 2019 17:44 Red.
Stampa

b_300_220_15593462_0___images_stories_Calcio7_av_sic_leonz.jpgMarcatori: 14’ pt Parisi, 32’ pt Scardina, 46’ st Albadoro, 50' st Alfageme

AVELLINO-SICULA LEONZIO 2-1

AVELLINO (3-4-3): Tonti; Njie, Zullo, Laezza; Celjak, De Marco (30’ st Rossetti), Di Paolantonio (28’ st Silvestri), Parisi; Micovschi, Charpentier (33’ pt Albadoro), Karic (1’ st Alfageme). A disposizione: Pizzella, Abibi, Morero, Carbonelli, Evangelista, Acampora, Petrucci. Allenatore: Capuano.

SICULA LEONZIO (4-3-3): Nordi; De Rossi, Petta, Sosa, Sabatino; Palermo, Esposito (35’ st Megelaitis), Maimone; Bariti (35’ st Bollino), Scardina (16’ st Lescano), Sicurella (16’ st Grillo). A disposizione: Polverino, Tafa, Cozza, Vitale, Ripa, Terranova, Governali. Allenatore: Bucaro.

Arbitro: Eduart Pashuku di Albano Laziale. Guardalinee: Mattia Politi di Lecce e Riccardo Pintaudo di Pesaro.

Ammoniti: 29’ pt Charpentier, 39’ pt Sabatino, 39’ pt Esposito, 24’ st Alfageme, 30’ st Celjak, 38’ st Maimone, 46’ st Capuano.

Recuperi: 3’ pt più 4’ st.

Note: angoli, 3-4. Spettatori paganti 3.570 di cui 2.952 abbonati.

AVELLINO  – Arriva al fotofinish la vittoria dell’Avellino sulla Sicula Leonzio dell’ex allenatore Bucaro con i gol dei due attaccanti Albadoro ed Alfageme schierati da Capuano nella ripresa dopo un primo tempo conclusosi in parità sull'1-1. Una vittoria, la terza consecutiva, che non solo posiziona la squadra irpina nella zona tranquilla della classifica, ma che costituisce un autentico benvenuto alla nuova proprietà che, dopo l’accordo delle ultime ore tra Nicola Circelli e Luigi Izzo, si accinge a dare il via al nuovo corso del calcio avellinese dopo la gestione De Cesare-Mauriello. In festa, naturalmente, la tifoseria di fede biancoverde che al termine della gara ha applaudito a lungo la squadra attesa ora dall’ultimo impegno di campionato di questo girone di andata, quella di domenica prossima in trasferta in terra di Puglia contro il Monopoli.

La cronaca È subito assalto alla porta siciliana da parte dell’Avellino intenzionato a mettere l’immediato sigillo alla gara. I bianconeri dell’ex tecnico Bucaro, però, danno l’impressione, in queste battute iniziali, di non voler fare da vittima sacrificale e provano a controbattere in contropiede. Al 12’ pt colpo di testa di Parisi su cross di Micovschi dalla destra, palla che s’inalbera in maniera incontrollabile. Non fallisce, però, il bersaglio due minuti dopo il difensore biancoverde originario di Serino che, dopo aver saltato il portiere avversario, mette dentro il pallone dell’1-0. Festeggiano sugli spalti i supporter irpini con cori e sventolio di bandiere. Al 26’ pt nuova incursione in attacco di Parisi in tandem con Charpentier, sbroglia in qualche modo la difesa sicula. Si becca l’attaccante francese il primo cartellino giallo della partita per un fallo su Sabatino rimanendo, peraltro, infortunato: si profila la sostituzione. Al 32’ pt arriva il pareggio della Sicula Leonzio con un gran gol di Scardina servito a dovere da Sabatino. Albadoro, al 33’ pt, rileva Charpentier che viene trasportato in barella negli spogliatoi: si teme per il ginocchio destro. Al 39’ pt ammoniti Sabatini ed Esposito. Pericolosa ripartenza, al 40’ pt, della Sicula Leonzio, rimedia in qualche modo Celjak. È l’Avellino, due minuti dopo, a creare problemi, libera la difesa ospite. Saranno tre i minuti di recupero concessi dall’arbitro Pashuku.

Ripresa –  Alfageme in campo al posto di Karic ad inizio di secondo tempo. Minuti iniziali della ripresa caratterizzati da continui capovolgimenti di fronte con le due squadre che si danno battaglia a viso aperto in cerca del gol del vantaggio. Ospiti che appaiono più tranquilli e sicuri in grado di tenere a freno l’offensiva dei padroni di casa non sempre ordinata e lucida. Si agita, come al solito, nell’area tecnica l’allenatore Capuano che non smette di incitare i suoi. Al 16’ st doppia sostituzione nelle file della Sicula: Lescano e Grillo rilevano Scardina e Sicurella. Al 24’ st tiro di Alfageme senza pretese, para tranquillo Nordi. Cartellino giallo per l’argentino per gioco scorretto nei confronti proprio dell’estremo difensore ospite . Al 28’ st fuori Di Paolantonio, dentro Silvestri.  Ammonito, alla mezz’ora, Celjak. Rossetti in campo al posto di De Marco. Al 35’ st nella Sicula Leonzio Bollino rileva Bariti mentre Megelaitis sostituisce Esposito. Al 38’ st cartellino giallo per Maimone. Gara che si avvia stancamente alla fine. Nessun tiro in porta, assente ogni tipo di emozione per gli spettatori. Saranno quattro i minuti di recupero. Arriva, al fotofinish,  al 46’ st il gol che decide la partita: ne è autore Albadoro che capitalizza un cross di Micovschi. Prova a reagire la Siculo Leonzio che si riversa al gran completo nell’area irpina, compreso il portiere Nordi. Sul capovolgimento di fronte esce dalla mischia, palla al piede, Alfageme che, dopo una eroica corsa di oltre trenta metri, arriva da solo dinanzi alla portata avversaria completamente sguarnita e mette dentro il pallone del definitivo 3-1. In aggiornamento…

Aggiornamento dell’8 dicembre 2019, ore 17.25 Le dichiarazioni del dopopartita dell’allenatore dell’Avellino, Ezio Capuano: "Abbiamo giocato benissimo fino al nostro goal poi siamo stati un po' condizionati anche dall'infortunio di Charpentier. Dopo il pari la Sicula è venuta fuori bene ma la mia squadra ha dimostrato di voler vincere ed alla fine abbiamo ottenuto il bottino pieno. Charpentier? Sono preoccupato, ne sapremo di più in settimana".

Alessandro Di Paolantonio, 200 presenze nel campionato di serie C: "Forse nessuno si aspettava tre successi in fila, però siamo stati bravi ed alla fine ci godiamo il momento, senza montarci la testa e pensando già al prossimo match".

Ultimo aggiornamento ( Domenica 08 Dicembre 2019 20:30 )