www.giornalelirpinia.it

    17/08/2018

La Scandone cambia e ora vuole tornare a vincere

E-mail Stampa PDF

SacripantiAVELLINO – Sulla fine del rapporto tra coach Pino Sacripanti e Sidigas Scandone Avellino ospitiamo un intervento di Gennaro Bellizzi.

*  *  *

E dunque dopo tre anni Stefano “Pino” Sacripanti lascia la terra irpina, verosimilmente per risalire lo stivale  e trovare un’altra panca (si parla di Torino e non solo).  È doveroso rivolgere un saluto cordiale e gli auguri più sinceri ad un coach che, in ogni caso, entra nella storia della gloriosa società biancoverde. Un triennio, quello del tecnico canturino, caratterizzato, come raramente è successo in passato, da opinioni contrastanti, soprattutto all’interno della tifoseria, fra coloro che lo considerano come l’artefice prevalente dell’ingresso della squadra nell’élite del basket nostrano, e altri che ritengono invece i suoi risultati inferiori al valore reale dei roster affidatigli da patron De Cesare attraverso il ds Nicola Alberani.

Noi ci poniamo (come abbiamo sottolineato anche in precedenti articoli) sulla seconda posizione, ritenendo che mai, come nel periodo 2015-2018, la Scandone abbia messo in piedi delle squadre di così elevata qualità. Un esempio? Nelle tre stagioni,  la Scandone ha avuto per due volte,  nella propria compagine, l’Mvp del torneo (Nunnally nel 2016, Rich nel 2018 ) e per una il secondo (Ragland nel 2017, scelta peraltro giudicata politica, avendo in tanti considerato il play irpino ben al di sopra degli altri concorrenti).

Eppure, malgrado investimenti crescenti della Sidigas  (il budget investito da De Cesare è stato fra i primissimi della serie A1), con roster sempre più profondi costruiti, i risultati hanno subìto una progressiva involuzione: in campionato, 3°posto nel 2016, 4° nel 2017, 5° nel 2018; in coppa Italia, dopo la brillante finale del primo anno, nelle due stagioni successive la squadra, presentatasi in posizione favorevole di sorteggio, è stata eliminata al primo turno da formazioni collocate sotto in classifica; infine in Champions League, nel 2017 eliminazione al secondo turno nello scontro diretto (con possibilità del ritorno in casa) , nel 2018 eliminazione al primo turno con dirottamento nella “coppetta” di consolazione, ovviamente perduta in finale.

Due grossi limiti soprattutto ci sentiamo di attribuire a Sacripanti: 1) la difficoltà di guidare i finali di gara, soprattutto di quelle determinanti: emblema, la dolorosa gara 4 della semifinale scudetto della stagione 2016/2017, quella che probabilmente è costata il titolo di campione d’Italia, persa per l’incredibile gestione dell’ultimo minuto; 2) la scarsa rotazione degli uomini, con pesantissime differenze di minutaggio fra i pretoriani (per restare a quest’ultima stagione Leunen, Rich su tutti), tenuti in campo anche quando la stanchezza li costringeva ad errori banali, e altri giocatori pure considerati di alto livello (vedi Scrubb e Zerini) frequentemente scesi in campi per periodi brevissimi e progressivamente demotivatisi (senza dimenticare il “mistero” Fitipaldo, fenomeno altrove, fantasma in Irpinia). Naturalmente ciò non toglie che Sacripanti sia un tecnico, in ogni caso, di buon livello: non si allena da 20 anni in Lega 1 senza qualità. Probabilmente gli manca il famoso “quid” di berlusconiano conio che lo renda allenatore di vertice assoluto.

Questa disamina appena conclusa ci consente anche di effettuare qualche altra considerazione sulla necessità che il pubblico irpino realizzi un’evoluzione assolutamente opportuna. Indipendentemente dalla opinioni sui singoli componenti la Scandone, sarebbe bene che i tifosi ricordassero sempre che si sta parlando di professionisti, il cui primo obiettivo è certamente dare il meglio di sé per la maglia che indossano in quel momento, ma che restano comunque degli “zingari” (in senso buono ovviamente) che arrivano e partono secondo le convenienze reciproche loro e delle società di cui, di volta in volta, fanno parte: questo vale per Sacripanti, questo varrà per il futuro coach, questo a maggior ragione riguarda anche i giocatori. Anche eventuali rapporti personali (assolutamente legittimi) che talora si costruiscono fra i tifosi e i loro “eroi” non debbono mai far dimenticare questa realtà, caratteristica precipua del mondo dello sport professionistico in cui siamo immersi. Chiedere, come talora è stato fatto, dove fosse la Scandone prima dell’arrivo di Sacripanti significa non aver compreso che i successi dell’ormai settantenne sodalizio irpino poggiano attualmente sulle spalle di Gianandrea De Cesare, così come in precedenza hanno camminato sulle gambe di quei dirigenti, e tutt’al più su quelle di generosi giocatori avellinesi purosangue (nominarli sarebbe sforzo sovrumano) che investirono risorse economiche  e personali su una Scandone in Promozione portandola a scalare tutti i campionati minori per arrivare nell’Olimpo (è bene ricordare che la società irpina non ha mai acquistato titoli belli e pronti): ecco, senza questi personaggi, ad Avellino non sarebbero mai approdati i Vanterpool, i Nolan, gli Erdmann,  gli Smith, i Green, i Fesenko, i Nunnally e nemmeno i Sacripanti. E allora che i tifosi esprimano liberamente giudizi tecnici su allenatori e giocatori, senza timore di urtare suscettibilità e senza farne questioni personali che, proprio in ragione di quanto prima affermato, non hanno alcuna ragione di essere: quel che conta è che ogni domenica, dagli spalti, il tifo esploda sempre e solo in nome dei due colori della  nostra terra, il bianco e il verde: è quello che occorre veramente alla Scandone.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Attualità

Agosto 17, 2018 7

Cavalcavia e sottopassi, il Comune di Avellino chiede uno screening sulla sicurezza

in Attualità by Red.
AVELLINO – “La sicurezza prima di tutto, sempre. Soprattutto adesso, alla luce dei gravi fatti che si sono verificati a Genova”. Questa mattina il sindaco di Avellino, Vincenzo Ciampi, ha inviato… Continua a leggere...

Irpinia

Agosto 16, 2018 19

Il centenario/Ariano rende omaggio a Nicola Flammia: il sacerdote, lo storico, il critico

in Irpinia by Arianna Imbriano
ARIANO IRPINO – Nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della morte (1917-2017) la città di Ariano Irpino ricorda la figura di P. Nicola Flammia delle Scuole Pie con un convegno promosso… Continua a leggere...

Cronaca

Agosto 17, 2018 5

Maltrattamenti animali e cucce abusive per cani, denunciato 35enne

in Cronaca by Red.
LACEDONIA – Maltrattamenti di animali e abusivismo edilizio: è quanto emerso a seguito di un controllo, effettuato dai carabinieri della stazione di Lacedonia, che ha portato al deferimento di un… Continua a leggere...

Sport

Agosto 17, 2018 6

Sidigas, ecco Cole. Alberani: «Un colpo importante per il nostro mercato»

in Basket by Red.
AVELLINO – La Sidigas Scandone Avellino è lieta di comunicare che l’atleta statunitense Norris Cole è ufficialmente parte del roster biancoverde per la stagione 2018/19. Con l’integrazione del… Continua a leggere...

Rubriche

Agosto 11, 2018 112

L’occhio sulla città/Non competenti vs competenti

in La Lettera by Antonio Fusco
AVELLINO – Dopo tre settimane di assenza dedicate al riposo corroborato da letture di quotidiani e libri che hanno privilegiato l’attualità dominante, torna l’occhio sulla città con qualche… Continua a leggere...

altre notizie sport...

altre notizie rubriche...

Notizie flash

Sidigas, lo staff medico per la stagione 2018/19

AVELLINO, 16 agosto – La Sidigas Scandone Avellino comunica che il dottor Alessio Sullo, specialista in Medicina dello sport e geriatria, sarà il responsabile del settore medico-sanitario biancoverde per la prossima stagione. Il professionista, ex professore di Fisiologia e medicina dello sport in numerose Università della regione Campania, ha ricoperto il ruolo di responsabile sanitario del Benevento Calcio in Serie C1 (stagione 2004/05) ed in Lega Pro dal 2006 al 2012. Riconfermate inoltre le figure della Dottoressa Laura Melzini, Specialista in Scienze dell’alimentazione, e dei Fisioterapisti, Salvatore Petruzzi e Lazzaro Preziosi.


Farmacie Avellino Città

Turni dal 13 al 19 agosto 2018 – Servizio continuativo dalle 8.30 alle 20.00 Faretra, via Enrico Capozzi n. 37 (tel.: 0825/31145). Sabato pomeriggio, dalle 16.30 alle 20.00, domenica e festivi dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.00, il servizio è assicurato anche da Mazzone, Corso Vittorio Emanuele, n.11-13 (tel.: 0825/35907).  Il servizio notturno, dalle 20.00 alle 09.00, è assicurato Lanzara, Corso Vittorio Emanuele n.109 (tel.: 0825/35965). Guardia medica, via degli Imbimbo n. 10 - Avellino Telefono: 0825/292013/14/15.

 

 

Giornale L'Irpinia n.10-11-12 del 30 giugno - 14 luglio - 4 agosto 2018

Calcio

Agosto 13, 2018 42

Taccone: «Massima disponibilità per l’utilizzo del Partenio-Lombardi»

in Calcio by Red.
AVELLINO – Il presidente dell’U.S. Avellino 1912 s.r.l., Walter Taccone,… Continua a leggere...
Agosto 10, 2018 42

Partenio-Lombardi, la nota dell’Us Avellino

in Calcio by Red.
AVELLINO – Qui di seguito il comunicato stampa dell’Us Avellino: “In… Continua a leggere...

Basket

Agosto 17, 2018 6

Sidigas, ecco Cole. Alberani: «Un colpo importante per il nostro mercato»

in Basket by Red.
AVELLINO – La Sidigas Scandone Avellino è lieta di comunicare che l’atleta… Continua a leggere...
Agosto 09, 2018 42

Sidigas, Ndiaye rinnova il contratto

in Basket by Red.
AVELLINO – La Sidigas Scandone Avellino comunica con grande soddisfazione… Continua a leggere...

Ciclismo

Maggio 27, 2018 178

Froome vince il Giro 101, a Roma il trionfo. A Bennet l’ultima tappa

in Ciclismo by Red.
ROMA – Chris Froome (Team Sky) ha vinto il centunesimo Giro d'Italia,… Continua a leggere...
Maggio 26, 2018 185

Nieve primo a Cervinia, Froome padrone del Giro

in Ciclismo by Red.
CERVINIA (Aosta) – Il corridore spagnolo Mikel Nieve (Mitchelton - Scott)… Continua a leggere...

Cultura

Luglio 19, 2018 98

Ariano Irpino/Le 2 Culture, il presidente Mattarella all’inaugurazione del meeting

in Cultura by Red.
ARIANO IRPINO – “Cosmologia - L’uomo eterno Ulisse nell’infinità dei mondi… Continua a leggere...
Luglio 19, 2018 158

Il ricordo/Sempre con noi

in Cultura by Matteo Cosenza
AVELLINO – Ospitiamo volentieri il bellissimo ricordo di Antonio Di Nunno… Continua a leggere...

Meteo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Primo piano - Video

Sezione Video

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com