www.giornalelirpinia.it

    23/02/2020

La nota/L’esercito degli invisibili

E-mail Stampa PDF

Il vescovo di Avellino, Arturo AielloAVELLINO – Su quanto accaduto ieri pomeriggio dinanzi al palazzo vescovile interviene il vescovo di Avellino Arturo Aiello.

*  *  *

A bocce ferme facciamo qualche considerazione sul piccolo incidente accaduto ieri davanti al portone dell’episcopio che tanta eco ha avuto in città e oltre, prestandosi a molteplici interpretazioni per lo più fantasiose. Prima di entrare in merito ringrazio quanti, come istituzioni e come singoli cittadini e fedeli, hanno fatto giungere vicinanza e solidarietà, e manifesto la mia vicinanza ad Antonio D’Agostino di Valle che è in ospedale con ustioni serie in seguito al tentativo, come semplice passante, di allontanare il pacco esplosivo dal portone, al vigile urbano Domenico Pironti ed ovviamente a Carlo Mele, direttore della Caritas diocesana.

Il gesto dell’incauto artificiere è isolato, non rientra in alcuna trama eversiva e va letto come “urlo” di un popolo di “invisibili” che abita la città e i paesi della nostra provincia elemosinando pane, lavoro e, forse, attenzione come i gatti randagi. Sono invisibili perché non considerati, esclusi o autoemarginati, vaganti come ombre e cani sciolti, senza fissa dimora, spesso sul limite sempre incerto della follia o di un disturbato senso della realtà. Chi fa caso a questa folle di ombre vaganti? Devo dare atto alle parrocchie di svolgere un ruolo di accoglienza, di ascolto, di integrazione, di “asilo politico”.

Nel Medio Evo le chiese e i conventi, per un riconosciuto diritto di extraterritorialità, erano rifugio di perseguitati politici, a volte di delinquenti, di ricercati o semplicemente di uomini e donne che intendevano uscire dal consesso civile nascondendo volti e storie sotto sai e soggoli. Oggi avviene lo stesso per quanti, a vario modo emarginati, cercano un luogo umano e lo trovano, purtroppo, solo nelle chiese che fanno incetta di folli, di tipi strani, di uomini e donne che vivono alla giornata di accattonaggio o di carità. È l’esercito “dei vinti” che facilmente dalla marginalità possono passare alla microcriminalità. Non vestono giacca e cravatta, non provengono da profumerie e centri estetici, mancano delle norme di buona creanza e a volte, o spesso, non sanno neppure dire grazie a chi presta loro attenzione ed aiuto. Può anche accadere che siano esigenti, arroganti, reclamanti diritti come nei confronti di un datore di lavoro che non corrisponda il dovuto.

L’esercito degli invisibili non conosce le norme elementari di buona creanza e si aggrappa ai servizi caritativi con la violenza di un naufrago alla scialuppa di salvataggio. Oggi svolgere un qualsiasi servizio caritativo è difficile, non gratificante e, a tratti, rischioso. Intendo con questa nota ringraziare i tanti volontari che agli sportelli di ascolto, nei centri zonali o parrocchiali della Caritas, nelle tante “opere segno” della superaccessoriata Caritas diocesana spendono tempo investendo attenzione ed amore e mettendo a repentaglio la loro incolumità. La disperazione non coniuga il congiuntivo e passa su tante forme e norme che per noi sono basilari, ma che non si accompagnano all’istinto di sopravvivenza. È questo il motivo per cui gli enti pubblici volentieri danno in appalto alle Caritas e ad altre agenzie servizi di ascolto, di mappatura, di aiuto, di arginazione, di sollievo che dovrebbero svolgere in prima persona.

È emblematico l’incidente di ieri perché il nostro artificiere è stato in carico per molto tempo alla parrocchia di Forino, poi, passato alla Caritas diocesana, ha usufruito della mensa e di altri servizi di prima necessità che, dal nostro versante, sono aiuti gratuiti, ma dal suo diventano diritti da contendere con altri poveri con cui si entra in competizione, a volte in guerra. Una guerra tra poveri. In un momento di disperazione non si morde qualsiasi mano, ma quella che tenta di offrirti un pane, non si usa violenza con un estraneo, ma con una persona domestica, non si brucia un qualsiasi portone, ma quello che tante volte si è aperto per accoglierti. Qui l’eroe non sono io, ma Carlo Mele e tanti che con lui hanno familiarità e si accompagnano con il popolo degli invisibili che a volte, per uscire dall’ombra, possono anche bruciare il portone dell’episcopio. Mi pare di sentire che lo stesso portone  abbia da ieri assunto un plus di valore perché dalle fiamme e dal fumo che ne è seguito è stato ulteriormente riconosciuto, con un marchio Doc, come “la porta di casa” da prendere a calci in un momento di sconforto.

Non voglio indorare la pillola o addolcire l’accaduto: c’è stato un gesto di violenza a persone e cose, ma, a volte, quando non si conoscano grammatiche diverse o siano negati diritti e patenti di umanità, può anche essere letto come un urlo di aiuto, un Sos prima di affondare definitivamente. E a te, artificiere improvvisato, a nome della Chiesa che indegnamente rappresento, rivolgo il mio pensiero, non ti tolgo il passaporto per la mensa o il dormitorio, assicuro che non sei entrato nella lista nera (esiste solo per i benpensanti!). Augurandoti che i sacerdoti della legalità ti riconoscano le attenuanti della disperazione o di corti circuiti che tolgono ai gesti la piena responsabilità, ti assicuro che troverai ancora aperto il portone dove c’è un piatto caldo e l’accoglienza che sempre, come diritto e dovere, dobbiamo riconoscerci come esseri umani.

*Vescovo di Avellino

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Attualità

Febbraio 22, 2020 12

Ato rifiuti, insediata la commissione

in Attualità by Red.
AVELLINO – Si è insediata questa mattina, presso la sede dell’Ato Rifiuti, la commissione tecnico- scientifica nominata per effettuare una valutazione delle manifestazioni di interesse pervenute per… Continua a leggere...

Irpinia

Febbraio 22, 2020 14

@scuolasenzabulli/D’Amelio: «La risposta dei giovani di Lioni sia d'esempio»

in Irpinia by Red.
LIONI - “La provincia di Avellino è stata scossa da un grave episodio di bullismo a Melito Irpino, la risposta dei giovani di Lioni sia da esempio per tutta la regione. I ragazzi sono stati… Continua a leggere...

Cronaca

Febbraio 22, 2020 12

Pietradefusi: scontro tra auto sull’Appia, due i feriti

in Cronaca by Red.
PIETRADEFUSI – La squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Grottaminarda, subito dopo le ore 15’00 di oggi, febbraio, è intervenuta a Pietradefusi, sulla SS 7 Appia, al km. 289,700, per un… Continua a leggere...

Sport

Febbraio 22, 2020 9

Capuano: «Non sottovalutiamo il Rende, ma chi va in campo deve dare il massimo»

in Calcio by Red.
AVELLINO – "Insieme al mio staff dovremo essere accorti nella gestione dei tre match in una settimana, distribuendo bene allenamenti e carichi di lavoro tenendo in considerazione anche l'inserimento… Continua a leggere...

Rubriche

Febbraio 22, 2020 46

L’occhio sulla città/Dalla parte del tifoso

in La Lettera by Antonio Fusco
AVELLINO – L’occhio sulla città di questa settimana guarda al calcio e avrebbe voluto constatare e raccontarvi, come nell’ultimo sguardo sul tema, di una ritrovata serenità nel lavoro, di fiducia in… Continua a leggere...

Notizie flash

Un libro sull’orfanotrofio irpino, nella chiesa del Carmine la presentazione

AVELLINO, 17 febbraio - Sabato 22 febbraio, alle ore 17,00, presso la chiesa del Carmine di Piazza del Popolo,sarà presentato il volume “Polvere di latte a colazione” a cura di Gerardo De Stefano. Il libro, realizzato a più mani, racconta la vita di vari allievi che nei decenni passati hanno vissuto l’esperienza educativa del benefico “Orfanotrofio Irpino Maschile” allocato nello scomparso e secolare monastero del Carmine. L’incontro, promosso dall’Associazione “Orizzonti” di Avellino, ripropone un brano significativo ed esaltante della storia recente del Novecento del capoluogo dell’Irpinia.


Farmacie Avellino Città

Turni dal 17 al 23 febbraio 2020– Servizio continuativo dalle 8.30 alle 20.00 Tulimiero, Piazza Castello (tel.: 0825/24000). Sabato pomeriggio, dalle 16.30 alle 20.00, domenica e festivi dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.00, il servizio è assicurato da Novellino, viale Italia n. 199 (tel.: 0825/34475). Il servizio notturno, dalle 20.00 alle 09.00, è assicurato Novellino, viale Italia n. 199 (tel.: 0825/34475). Guardia medica, via degli Imbimbo n. 10 - Avellino Telefono: 0825/292013/14/15.

Giornale L'Irpinia n.1-2 del 20 Gennaio 2020

Calcio

Febbraio 22, 2020 9

Capuano: «Non sottovalutiamo il Rende, ma chi va in campo deve dare il massimo»

in Calcio by Red.
AVELLINO – "Insieme al mio staff dovremo essere accorti nella gestione dei… Continua a leggere...
Febbraio 20, 2020 26

L’annuncio/Avellino, Circelli: «Ci sono imprenditori pronti a subentrare»

in Calcio by Red.
AVELLINO – “In riferimento alle ultime dichiarazioni rilasciate alla… Continua a leggere...

Basket

Febbraio 21, 2020 10

De Gennaro: «Dobbiamo giocare alla morte fino alla fine per centrare la salvezza»

in Basket by Red.
AVELLINO – “Abbiamo cinque partite in casa che dobbiamo necessariamente… Continua a leggere...
Febbraio 16, 2020 20

Corato non dà respiro, Scandone ancora sconfitta

in Basket by Franco Marra
CORATO (BARI) – Nonostante gli innesti dei nuovi Marchetti, Stanzani e… Continua a leggere...

Ciclismo

Ottobre 24, 2019 197

La presentazione/Da Budapest a Milano, ecco il 103° Giro d'Italia

in Ciclismo by Red.
MILANO – Tre cronometro individuali (per un totale di 58,8 km), 6 tappe di… Continua a leggere...
Ottobre 12, 2019 157

L’olandese Mollema il vincitore del Lombardia

in Ciclismo by Red.
COMO – Il corridore olandese Bauke Mollema (Trek - Segafredo) ha vinto la… Continua a leggere...

Cultura

Febbraio 21, 2020 72

Il libro di Orefice/La rivoluzione di Eleonora Pimentel Fonseca nella Repubblica napoletana

in Cultura by Ermanno Battista
AVELLA – Torna a vivere il comitato irpino dell’Istituto per la storia del… Continua a leggere...
Febbraio 19, 2020 31

È scomparso Tonino Petrozziello, una vita da libraio

in Cultura by Pino Bartoli
AVELLINO – Non è stata una morte improvvisa quella di Tonino Petrozziello.… Continua a leggere...

Meteo Avellino

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Primo piano - Video

Sezione Video

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com