Gesualdo: scoppio in un deposito di fuochi d’artificio, c’è una vittima

Giovedì 14 Marzo 2019 18:09 Red.
Stampa

b_300_220_15593462_0___images_stories_VVFF8_dep_fuoc_ges.jpgGESUALDO – C’è una vittima nel bilancio della forte esplosione verificatasi nel pomeriggio in un deposito di un fuochista di contrada Pastene, in territorio del Comune di Gesualdo. Sul posto, una volta scattato l’allarme, sono accorsi i carabinieri della compagnia di Mirabella Eclano (cui si stanno aggiungendo i carabinieri artificieri e la squadra di investigazioni scientifiche del comando provinciale di Avellino) ed i vigili del fuoco del distaccamento di Grottaminarda più una squadra proveniente dalla sede centrale di Avellino con il coordinamento del funzionario di guardia e del comandante.

Aggiornamento de 14 marzo 2019, ore 18.00 - È Michele D'Adamo, 50 anni, padre di tre figli, titolare dell'omonima ditta di fuochi d'artificio, la vittima della tremenda deflagrazione avvenuta questo pomeriggio in contrada Pastene di Gesualdo, il paese irpino dominato dal castello di Carlo Gesualdo, il principe dei musici. D'Adamo, detto Furia, era molto conosciuto per la sua attività e la notizia della sua scomparsa ha destato vivo cordoglio in tutto l'Irpinia. Sul posto è giunto il procuratore della Repubblica di Avellino, Rosario Cantelmo, insieme con il sostituto di turno Paola Galdo.

 

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 15 Marzo 2019 10:27 )