www.giornalelirpinia.it

    22/04/2019

Biodigestore di Chianche: in un documento il no di sindaci, consorzi e associazioni

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Irpinia10_biodigestore.jpgTUFO –Biodigestore di Chianche: qui di seguito il testo del documento unitario con cui sindaci, consorzi e associazioni ribadiscono il loro alla realizzazione dell’impianto. Il documento è indirizzato al presidente e ai componenti del consiglio d’ambito dell’Ato rifiuti Avellino, all’assessore all’Ambiente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, alla struttura di missione della Regione Campania, al presidente della Provincia Domenico Biancardi e all’Arpac di Avellino.

*  *  *

La vicenda dell’ipotesi del biodigestore a Chianche è giunta a uno snodo ineludibile rispetto al quale occorre prendere posizioni chiare e coerenti da cui la proposta da sempre sostenuta da questo Coordinamento di non realizzare l’impianto di trattamento industriale dei rifiuti solidi urbani per oggettive e documentate incompatibilità di natura urbanistica, idrogeologica, logistica, ambientale e vocazionale dei territori di pregio dell’area Docg del “Greco di Tufo” .

Un sito, è giusto ricordarlo, individuato attraverso un semplice “Avviso di manifestazione di interesse” priva di una istruttoria propedeutica, senza vagliare le criticità del territorio, selezionato non considerando il rispetto del Piano territoriale di coordinamento provinciale e i diversi siti idonei che esso pur contempla per queste tipologie di insediamenti produttivi, identificato con un’area Pip non più vigente, non attrezzata nelle infrastrutture primarie che comporterà dei costi per espropri, opere di urbanizzazione e depurazione incredibilmente superiori a qualsiasi altra scelta che si potrebbe tranquillamente operare nell’ambito delle diverse aree industriali in disuso disseminate lungo gli assi a scorrimento del territorio irpino, in particolare quelle legate alla ricostruzione post-sismica, già predisposte ad accogliere iniziative produttive e compatibili sotto tutti i profili tecnici e  amministrativi ed economicamente meno onerose .

Le competenze in materia, dalla costituzione dell’Ato Rifiuti di Avellino, avvenuta ben due anni or sono, e in particolare dalla sua compiuta operatività istituzionale, registratasi da ben sei mesi, erano quelle di procedere a realizzare un Piano industriale integrato provinciale dei rifiuti e solo a un aggiornamento della mappatura dei siti idonei  in modo che l’organismo deputato, il Consiglio d’Ambito, avesse tutti gli elementi per una serena valutazione della scelta dell’area seguendo non l’assurda logica dell’auto candidatura da parte di singoli comun ma quella seria e razionale dei criteri ottimali.

Oltretutto sono anche da considerare i dati non secondari di una reale previsione del fabbisogno di trattamento della frazione Rsu umida, tenuto conto della natura prettamente rurale della nostra provincia  e il  mai seriamente sperimentato sistema di compostaggio di comunità, nonché la  presenza di strutture private attualmente operative  a pieno regime.

Questo doveva fare il presidente dell’Ato Rifiuti Tropeano invece di inventarsi un’arbitraria consultazione    tra ignari sindaci della provincia che non hanno potuto usufruire di alcuna indicazione utile e propedeutica per comprendere cosa fosse più giusto e come fosse opportuno procedere per la definizione dell’importante  strumento di regolamentazione della politica industriale dei rifiuti in provincia di Avellino. Le tesi del presidente Tropeano, che invoca insistentemente il tempo scaduto e l’ineluttabilità della scelta del sito di Chianche, contrastano palesemente con queste evidenti inadempienze istituzionali e che fanno ricadere sugli stessi organismi dell’ente d’ambito una grave responsabilità politica, e non solo,  perché non è in discussione la realizzazione del Piano provinciale dei rifiuti, che noi riteniamo importante e doveroso,  ma la sua corretta

applicazione in termini di procedura amministrativa, sostenibilità ambientale e rispetto dei territori.

Per queste ragioni i sottoscritti chiedono al Consiglio d’Ambito dell’Ato Rifiuti Avellino, in tempi ragionevolmente brevi,  di riconsiderare urgentemente quanto messo in atto in modo improprio e al di fuori delle sue prerogative istituzionali dal presidente Valentino Tropeano perché il previsto impianto di biodigestione  sia collocato in  una delle aree industriali o produttive succitate realizzate con i fondi dell’art. 32 della ex  legge 219/81, seguendo i criteri oggettivi della normativa in materia e della strumentazione di pianificazione urbanistica provinciale vigente a cui anche il redigendo Piano industriale dei rifiuti provinciali deve scrupolosamente attenersi.

Si consideri, inoltre, di verificare anche  i diversi soggetti che a suo tempo hanno rappresentato una propria manifestazione di interesse circa la opportunità di utilizzo di tali siti nonché quella formalmente avanzata dall’Asi di Avellino per aree di propria competenza esterne alla già satura Valle del Sabato.

E se ce ne fosse ancora bisogno di provare il nostro senso di responsabilità e di sensibilità alle esigenze di sviluppo dei nostri preziosi quanto fragili territori, in coerenza  con quanto sostenuto nella nostra battaglia di civiltà ci facciamo carico di una proposta che possa vedere l’utilizzo dei fondi già anticipati (il 10%)  per il biodigestore da destinare alla  realizzazione funzionale in quel contesto  paesaggistico e floro-faunistico di straordinaria bellezza e importanza, attraverso il recupero, la tutela e la valorizzazione dell’habitat ambientale seguendo i principi della ricerca e dello sviluppo sostenibile ma che sia chiaramente estraneo alla filiera del trattamento produttivo o di servizio dei  rifiuti.

Una simile iniziativa non può che comportare prestigio al marchio “Campania” e valorizzare  in modo utile e  produttivo tutte le aree naturalistiche e di pregio più suggestive di questa provincia che non meritano il destino infausto di area sfruttata e marginale a cui le si vorrebbe condannare.

I sindaci dei Comuni di Altavilla Irpina, Montefusco, Petruro Irpino, Prata P.U., Santa Paolina, Torrioni e Tufo

I presidenti del Consorzio provinciale di tutela dei vini d’Irpinia, “Terre di Tufo “, “Gli otto Comuni del Greco”

I presidenti delle Associazione “Salviamo la Valle del Sabato” e “Movimenti locali”

Il Coordinamento “No al biodigestore, Sì al Greco di Tufo”

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 25 Marzo 2019 19:50 )  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Attualità

Aprile 18, 2019 22

Pics Valle, il commissario incontra il comitato di quartiere

in Attualità by Red.
AVELLINO – Stamattina il commissario straordinario, prefetto Giuseppe Priolo, ha incontrato i referenti del comitato di quartiere “La Voce di Valle”. Nel corso dell’incontro, svoltosi in un clima di… Continua a leggere...

Irpinia

Aprile 20, 2019 16

Franza: «L’unità del centrosinistra arianese un’occasione storica»

in Irpinia by Red.
ARIANO IRPINO – "Colgo l'appello del consigliere dottor Carmine Grasso che, sulla base dell'unità ritrovata nel campo del centrosinistra ad Ariano Irpino, invita quanti tra coloro si riconoscono nei… Continua a leggere...

Cronaca

Aprile 21, 2019 7

Cesinali: in fiamme il tetto in legno, paura in via Nocelleto

in Cronaca by Red.
CESINALI – I vigili del fuoco di Avellino, subito dopo le ore 9'00 di questa mattina, sono intervenuti a Cesinali in via Nocelleto per un incendio che ha interessato un tetto in legno di… Continua a leggere...

Sport

Aprile 20, 2019 20

La Sidigas domina, batte Torino e torna alla vittoria

in Basket by Franco Marra
AVELLINO – La Sidigas torna alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive e festeggia la Pasqua battendo con un reboante 109-82 Torino. In pratica, non c’è stata partita con la squadra di… Continua a leggere...

Rubriche

Aprile 20, 2019 60

L’occhio sulla città/Tutti più buoni

in La Lettera by Antonio Fusco
AVELLINO – Nella settimana che precede la Santa Pasqua si è tutti più buoni e il nostro occhio non vuol essere da meno: per questo sabato decide di volgere il suo sguardo altrove, augurando a tutti i… Continua a leggere...

Notizie flash

Farmacie Avellino Città

Turni dal 15 al 21 aprile 2019 – Servizio continuativo dalle 8.30 alle 20.00 Mazzone, Corso Vittorio Emanuele, n.11-13 (tel.: 0825/35907). Sabato pomeriggio, dalle 16.30 alle 20.00, domenica e festivi dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.00, il servizio è assicurato anche da Lanzara, Corso Vittorio Emanuele n.109 (tel.: 0825/35965). Il servizio notturno, dalle 20.00 alle 09.00, è assicurato da Lanzara, Corso Vittorio Emanuele n.109 (tel.: 0825/35965).

Turni dal 22 al 28 aprile 2019 - Servizio continuativo dalle 8.30 alle 20.00 Novellino, viale Italia n. 199 (tel.: 0825/34475). Sabato pomeriggio, dalle 16.30 alle 20.00, domenica e festivi dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.00, il servizio è assicurato anche da Lanzara, Corso Vittorio Emanuele n.109 (tel.: 0825/35965). Il servizio notturno, dalle 20.00 alle 09.00, è assicurato da Lanzara, Corso Vittorio Emanuele n.109 (tel.: 0825/35965). Guardia medica, via degli Imbimbo n. 10 - Avellino Telefono: 0825/292013/14/15.

 

Giornale L'Irpinia n.1-2-3 del 16 febbraio 2019

Calcio

Aprile 18, 2019 33

L’Avellino batte la Lupa Roma e si porta a -2 dalla vetta

in Calcio by Red.
Marcatori: 14’ pt Morero, 20’ pt Da Dalt, 46’ pt Alonzi. LUPA… Continua a leggere...
Aprile 16, 2019 31

Matute: «Recupero impossibile? Vogliamo chiudere la stagione senza nessun rimpianto»

in Calcio by Red.
AVELLINO – "Ormai non guardiamo più all'avversario, alle sue motivazioni o… Continua a leggere...

Basket

Aprile 20, 2019 20

La Sidigas domina, batte Torino e torna alla vittoria

in Basket by Franco Marra
AVELLINO – La Sidigas torna alla vittoria dopo quattro sconfitte… Continua a leggere...
Aprile 18, 2019 16

Maffezzoli carica la squadra: «Contro Torino in campo con la voglia di vincere»

in Basket by Red.
AVELLINO – “Torino, a dispetto della classifica, arriva da una vittoria… Continua a leggere...

Ciclismo

Aprile 15, 2019 31

Partirà da Budapest il Giro d’Italia 2020

in Ciclismo by Red.
BUDAPEST – L’Ungheria ospiterà la grande partenza del Giro d’Italia 2020.… Continua a leggere...
Aprile 06, 2019 54

L’americano Brandon McNulty il vincitore del Giro di Sicilia

in Ciclismo by Red.
RAGUSA – Il corridore americano Brandon McNulty (Rally UHC Cycling) ha… Continua a leggere...

Cultura

Aprile 21, 2019 11

Il messaggio/Aiello: «C’è ancora speranza per un nuovo rinascimento e un nuovo umanesimo»

in Cultura by Arturo Aiello*
AVELLINO – Qui di seguito il messaggio di Pasqua del vescovo di Avellino… Continua a leggere...
Aprile 16, 2019 39

La polemica/«Uno scandalo che offende la città», la nota del comitato per la salvezza della Dogana

in Cultura by Red.
AVELLINO – Inconcepibile, arrogante e presuntuosa la risposta dei Lions… Continua a leggere...

Meteo Avellino

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Primo piano - Video

Sezione Video

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com