I giovani e le risorse territoriali, Postale Fest fa tappa a Teora

Mercoledì 17 Luglio 2019 12:10 Red.
Stampa

Panorama di TeoraTEORA – Il progetto del tour “Postale Fest”, alla prima edizione, nasce da un’idea di Virginio Tenore che vede come capofila del progetto il Comune di Lioni ed ha come obiettivo la promozione della partecipazione giovanile e la consapevolezza delle risorse territoriali. Infatti, i ragazzi dei Forum dei Giovani dell’Alta Irpinia sono partiti da Lioni il 30 giugno ed hanno già raggiunto Montella, Bagnoli Irpino, Rocca San Felice, Conza della Campania, Morra De Sanctis, Villamaina, Cassano Irpino e Paternopoli. La prossima tappa del “Postale Fest” sarà quella di Teora dove il responsabile del progetto per l'ente comunale è il consigliere con delega alla Cultura ed al turismo Pietro Sibilia che ha collaborato con l’Associazione femminile “Te..ora, te..ieri, te..sempre” per la realizzazione dell’evento.

“Questa è una buona opportunità - ha affermato il consigliere Sibilia - per tutti i teoresi e gli irpini, di conoscere il proprio paese dal punto di vista dell'imprenditoria. Sono molto felice di avere al tavolo del convegno tre giovani imprenditori e due professionisti del settore economico come il prof. Luigi Lepore e l’avv. Rosario Maglio, che insieme fanno parte anche del centro studi giuridici ed economici dell'Alta Irpinia a cui va il mio ringraziamento per l'enorme lavoro svolto durante questi anni”.

Il Comune di Teora – si legge in un comunicato – ha quindi accettato la sfida del tour “Postale Fest” e l’appuntamento è per venerdì 19 luglio dalle ore 15:00 con la visita dei punti storici del paese altirpino, per poi proseguire alla visita della nuova area Pip. Alle 18:30 presso la piscina comunale di Teora ci sarà l'importante convegno dal titolo "I giovani e l'imprenditoria: un'opportunità per restare" insieme a chi ha iniziato il percorso di giovane imprenditore. Dopo i lavori sarà possibile, per chi ha partecipato all'evento, assaggiare i prodotti tipici di Teora con l’apertura degli stand gastronomici alle ore 20:00.

Il programma

Ore 15:00 Accoglienza del video maker team da parte dell’associazione femminile, poi visita guidata con i ragazzi del servizio civile Unpli presso la Chiesa Madre ed i ruderi della Chiesa Madre, il viaggio proseguirà verso la Fontana del Monte, al Belvedere, al Mulino Corona, per poi arrivare alla Fontana del Piano ed alla Pietra dei Matrimoni civili.

Ore 16:00 Visita guidata dell’Azienda Agricola “Calise Mario” e dell’Agriturismo “Il Calise”, concentrando il percorso sulla nuova idea di turismo culturale che un’azienda agricola può offrire.

Ore 17:30 Visita della nuova Area Pip ed agli artigiani del luogo, in particolare Gi. Elle srl ideata da due giovani imprenditori irpini.

Ore 18:30 Convegno presso la Piscina Comunale dal titolo “I giovani e l’imprenditoria: un’opportunità per restare” al quale interverranno: Luigi Lepore, professore di Economia Aziendale presso l’Uniparthenope, Rosario Maglio, avvocato del Centro Studi Giuridici ed Economici dell’Impresa - Alta Irpinia, il sindaco di Teora Stefano Farina e poi l’intervento di tre giovani imprenditori Amato Natale, Angelo Cordasco e Fabrizio Vitiello.

Ore 20:00 Apertura degli stand gastronomici con prodotti tipici locali con la presenza dell’Agrichef Immacolata Cordasco. La serata sarà allietata dalla musica di Francesco Clemente e Donato Grasso.

Aggiornamento del 20 luglio 2019, ore 12.27 - Grande partecipazione alla tappa nel Comune di Teora del “Postale Fest”, alla sua prima edizione, che nasce da un’idea di Virginio Tenore e vede come capofila del progetto il Comune di Lioni ed ha come obiettivo la promozione della partecipazione giovanile e la consapevolezza delle risorse territoriali. La tappa di Teora è iniziata con la visita alla Pietra dei Matrimoni Civili, usata in passato per gli atti pubblici di rilevanza, come ad esempio il rito del matrimonio. Il viaggio dei giovani dell’Alta Irpinia alla scoperta di 15 paesi confinanti è proseguito presso la Fontana del Piano nel centro cittadino, per poi proseguire verso piazza XX settembre dove vive il ricordo del sisma del 23 novembre 1980, poi la visita alla Chiesa Madre ed i ruderi della Chiesa ed al fantastico Belvedere di Teora. Il viaggio è proseguito alla scoperta della nuova Area Pip con la visita all’azienda tessile teorese Gi. Elle srl, per poi raggiungere l’Agriturismo “Il Calise”, dove i giovani del Postale Fest hanno potuto scoprire i sapori della terra trasportati in tavola. Terminato il viaggio alla scoperta del Comune di Teora il tour è proseguito presso la piscina comunale, dove gli ospiti del Postale Fest hanno dialogato su “Giovani ed imprenditoria: un’opportunità per restare”.

Erano presenti Luigi Lepore, professore di Economia Aziendale presso l’Uniparthenope, Rosario Maglio, avvocato del Centro Studi Giuridici ed Economici dell’Impresa - Alta Irpinia, il sindaco di Teora Stefano Farina, il responsabile del progetto per l'ente comunale, il consigliere con delega alla Cultura ed al turismo Pietro Sibilia e poi due giovani imprenditori Amato Natale ed Angelo Cordasco.

Proprio il professor Lepore ha dichiarato: “L’imprenditoria è un’opportunità per restare sicuramente, questi territori hanno grandi potenzialità, offrono opportunità importanti ai nostri giovani ed hanno del coraggio nel rimanere in questi luoghi. C’è necessità di ottimismo per farcela, qui ci sono iniziative interessanti come in questa area artigianale di Teora. L’impresa è la cellula deputata alla creazione del valore: imprese significano occupazione, consentono di osteggiare il fenomeno dello spopolamento”.

Rosario Maglio ha dichiarato: “Priorità all’esigenza dei giovani e questa unione tra mondo dei giovani e mondo dell’impresa può essere un’opportunità per il futuro con la prospettiva di restare o di ritornare”.

“Le opportunità bisogna ricercarle, coglierle, ma soprattutto bisogna iniziare ad avere idee chiare. Io dico la mia idea che le energie pubbliche e le attenzioni bisogna darle meno alle grandi industrie e più ai piccoli imprenditori locali. La nostra area artigianale, che nel post sisma era un cumulo di macerie, ha oggi 11 piccole imprese, questo è un grande orgoglio per noi e siamo convinti che questa è una scommessa vinta, avere consapevolezza e stare vicino ai nostri imprenditori”, ha dichiarato il sindaco di Teora Stefano Farina.

Ultimo aggiornamento ( Sabato 20 Luglio 2019 13:32 )