www.giornalelirpinia.it

    20/08/2018

Del Basso De Caro: «Se non c’è la certezza della platea rappresentativa, il congresso non si farà mai»

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Politica3_pd_av.jpgMONTEFORTE IRPINO – “Noi non avevamo chiesto lo spostamento. Avevamo chiesto di verificare i tabulati degli iscritti, di verificare la platea congressuale, nel concetto di legalità naturalmente. Per il me il congresso – io ve l’ho spiegato in italiano molte volte, forse non sono stato felice – il congresso per me si può fare anche il 15 agosto. Il tema è un altro: dobbiamo avere la certezza della platea rappresentativa. Se non c’è questa  certezza, per quanto mi riguarda, non si farà mai o lo fa chi lo vuole fare. Poi, quando la platea è stata certificata si può fare anche il 15 agosto a mezzogiorno. Io ci sto”.

È quanto dichiara dinanzi a taccuini e microfoni l’ex sottosegretario Umberto Del Basso De Caro oggi ad Avellino per presenziare l’assemblea pubblica a sostegno della candidatura di Michelangelo Ciarcia a segretario provinciale del Pd irpino proprio nel momento in cui da Roma rimbalza la notifica da parte del Nazareno del rinvio delle assemblee di circolo già in programma sabato e domenica prossimi.

Ciarcia, sostenuto oltre che da Del Basso De Caro, dagli ex parlamentari De Luca e Famiglietti, ed il suo concorrente Giuseppe De Guglielmo, che fa capo invece agli ex deputati Paris e D’Agostino e all’attuale presidente del Consiglio regionale della Campania Rosetta D’Amelio, incontreranno mercoledì prossimo a Roma il reggente nazionale del Pd Martina per fare il punto sulla vicenda congressuale irpina che va assumendo sempre più - anche per l’incapacità proprio dei vertici nazionali del Partito democratico, peraltro più volte palesata nel passato più o meno recente, di mettere ordine e di dare delle soluzioni che non vadano al di là della pilatesca massima renziana "tanto lì sono abituati così"– la connotazione di una vera e propria situazione kafkiana. Naturalmente, manco a dirlo, al centro dell’empasse già alla base di numerosi rinvii, oltre che di scontri e polemiche senza fine, c’è il nodo del tesseramento, un nodo che, a questo punto, rischia di non poter essere mai sciolto vista la debolezza di chi sarebbe deputato a farlo.

Qui di seguito il testo della missiva del segretario nazionale reggente del Pd, Maurizio Martina, al commissario provinciale David Ermini: Preso atto della nota Prot. 010/2018 del 13/04/2018, trasmessa dal segretario nazionale reggente, Maurizio Martina e dal responsabile nazionale dell’organizzazione, Andrea Rossi, d’intesa con il commissario provinciale David Ermini, a legittimazione dell’attività svolta dalla Federazione provinciale Pd Avellino,

SI COMUNICA

il rinvio delle Assemblee di circolo per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea provinciale previsto per il 14 e 15 aprile e la convocazione delle stesse tra domenica 22 e lunedì 23 aprile 2018 ;

la preso d’atto, inoltre, della delibera (Prot. 001/2018 del 12/04/2018) della Commissione Nazionale di Garanzia, che esamina i ricorsi pervenuti a livello nazionale

  • dal Coordinatore del Circolo di Solofra, avverso alla certificazione delle anagrafe;
  • da due tesserati del Circolo di Cervinara, avverso alla certificazione delle anagrafe;
  • dal Coordinatore del Circolo di Ariano avverso la definizione delle platea congressuale,

specificando:

  1. di cassare la Delibera 39 della Commissione regionale di Garanzia della Campania, relativamente ai punti b), c), d) e g) e limitatamente alle parole “entro la data di svolgimento dell’Assemblea di Circolo”, che sono abrogate e sostituite dalle parole “entro la data prevista dal Regolamento congressuale ai fini dell’inserimento nell’Anagrafe certificata 2017”.
  2. Di abrogare, di conseguenza, l’art. 12, comma 3 del Regolamento congressuale di Avellino limitatamente alle parole: “e, contestualmente, provvedere ai rinnovi 2016 ed a quanto previsto dalla Delibera R.G. Campania n. 39 del 15/12/2017”.
  3. Di modificare l’art. 12, comma 4 del Regolamento congressuale di Avellino nel seguente: “Il diritto di elettorato attivo e passivo, nelle Assemblee di Circolo per l’elezione del Coordinatore, è riservato a tutti gli iscritti certificati nell’anagrafe 2017”.
  4. Di annullare la certificazione di cui alla lettera l) della Delibera 39 della Commissione regionale di Garanzia della Campania.
  5. Per l’effetto, di inserire nell’anagrafe certificata dei Circoli di Solofra e di Cervinara, esclusivamente le persone in possesso dei requisiti previsti dallo Statuto del PD e dal Codice Etico, che abbiano perfezionato la propria iscrizione nelle forme previste dal Regolamento del tesseramento entro e non oltre il 31 gennaio
  6. Di respingere il ricorso di Raffaele Grasso, in quanto infondato per i motivi esposti al punto 10) della narrativa.

Per quanto integrato dalla C.N.G. quindi, si pubblica il nuovo NUOVO REGOLAMENTO CONGRESSUALE per la elezione del segretario e dell’assemblea provinciale della Federazione provinciale di Avellino.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com