www.giornalelirpinia.it

    19/10/2018

L’occhio sulla città/Un riepilogo può far bene

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Rubriche-LaLettera_gazeb.jpgAVELLINO – Quando ormai quasi quattro anni fa  decidemmo di far nascere l’occhio sulla città fummo mossi dalla volontà di offrirci ed offrire a voi lettori un antidoto all’assuefazione ed  allo status quo ma anche e  soprattutto dall’amore per la nostra città. È per questo che riteniamo che un riepilogo può far bene. In un periodo in cui  continua inalterata e tangibile la piacevole percezione di essere ascoltati, infatti, quale occasione propizia per i nostri amministratori di concedersi un’organica rilettura degli articoli, segnalazioni e “inflessioni” presenti nella nostra rubrica?

Sguardi diretti e snelli che, invitando prima di tutto a “ meditare”su quelle piccole cose di cui ancora c’è bisogno, potranno essere d’aiuto nel tentativo, pur già fruttuoso, di migliorare la fruibilità e la vivibilità della nostra città e, al contempo, un invito per tutti ad essere quello che si è ora. Non sarà difficile accorgersi inoltre che, a fronte del pur cospicuo numero di articoli pubblicati (peraltro presto raccolti in un volume ormai prossimo alle stampe), ahi noi, il numero dei grazie per quanto accaduto risulta essere ancora minore rispetto ai vedremo, per quanto ancora c’è da attendere ma tant’è.

Qualche esempio nel merito: come si ricorderà oggetto di più di un nostro sguardo sono stati i famigerati  “dischi volanti” di Corso Vittorio Emanuele. Ebbene: pur esprimendo  soddisfazione per la celerità con la quale si sta procedendo alla loro totale dismissione o dislocazione in altra area, non possiamo che  notare, e perciò far notare, l’approssimazione e la poca cura degli addetti al servizio. I vuoti lasciati in terra dalle strutture fisse, infatti, sono stati riempiti rattoppandoli con del cemento, a sicuro danno di quella unità d’immagine e di decoro che pur faticosamente si sta cercando di far riguadagnare al nostro “salotto buono” come alla città tutta. In fondo, sono i dettagli a far la differenza!...Ed è anche se non soprattutto dall’osservare questi particolari che si giudica un amministrazione. Sicuri che si sia trattato soltanto di una riparazione temporanea (la definitiva rimandata  ai tempi conclusivi del complesso dei lavori) attendiamo con fiducia ed ottimismo.

Sentiamo  inoltre di voler segnalare ancora il permanere di alcune insidie...nascoste in città. Nel riepilogo consigliato, peraltro, non sfuggirà che il tema fu oggetto di uno dei  nostri primi interventi nel  2014. Ebbene, duole constatare come da allora, nonostante alcuni nostri successivi richiami, nulla sia cambiato: vi sarà sicuramente capitato di percorrere il tratto di strada che da piazzale Amedeo Guarino va a congiungersi con vicolo Giardinetto. Vi sarete altrettanto sicuramente accorti di quanto continui ad essere sconveniente se non addirittura pericoloso percorrerlo soprattutto in ora tarda. Riteniamo basti davvero poco per rimediare ad una situazione di così atavica precarietà: sarebbe sufficiente provvedere ad una migliore, continua manutenzione e pulizia della strada, coprendo i tombini non coperti, installare fari per la pubblica illuminazione o potenziarne l’azione ove già presenti. Noi ci limitiamo nuovamente a sollecitare celerità in interventi tanto necessari per la zona, confidando nel buon senso di chi di dovere.

Prosegue a ritmo sostenuto, infine, la sistemazione dei pali e dei fili per la metropolitana leggera cittadina prossima ventura, in ossequio al soddisfacimento di chissà chi o quali grandi esigenze. Anche in questo caso, per ulteriori approfondimenti e/o suggerimenti, rimandiamo al riepilogo consigliato. Potremo apparirvi a volte monotoni ma credeteci, di più lo sono coloro che continuano a costringerci ad esserlo, presi come sono dall’osservare il lassismo diffuso, accompagnato spesso a  rassegnato permissivismo di cui comunque  hanno fatto atavico ostaggio il capoluogo. Nella certezza consapevole anche questo nostro invito  di fine consiliatura non avrà fatica ad essere accolto, da questa rubrica si vedrà sempre garantito impegno, sinergia ed attiva collaborazione per il futuro sviluppo con proposte nell’esclusivo interesse della nostra città.

Intanto, ci consentiamo una breve considerazione a margine dell’election-day tenutosi  lo scorso lunedì in Federcalcio: sebbene la mancata elezione del presidente federale abbia oggettivamente contribuito a scrivere un’ennesima pagina nera per la storia recente del nostro calcio, un’occasione persa, certificando così plasticamente la fragilità e la mediocrità della sua classe dirigente, riteniamo comunque che la  scelta  commissariale possa rappresentare persino un‘opportunità.

Infatti, con l’individuazione  oculata ed in tempi  rapidi di una figura di garanzia credibile, quale  quella del dottor Roberto Febbricini ma soprattutto di Alessandro Costacurta (sub commissario),  la cui  esperienza e competenza specifica è a tutti nota, ne siamo certi, si potranno porre le basi per quel necessario processo riformatore in grado di accompagnare il gioco più bello del mondo nella modernità come anche da noi auspicato con l’occhio sulla città di appena due settimane fa.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Chime

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com