Scuola e lavoro: a Città di Castello lo stage degli studenti irpini

Lunedì 28 Aprile 2014 14:11 Antonio Petrillo
Stampa

Gli allievi dell'istituto MIRABELLA ECLANO – Ventotto alunni delle classi quarte dell’Istituto superiore “Aeclanum” di Mirabella Eclano, frequentanti l’Istituto professionale per il commercio di Mirabella e l’Istituto tecnico commerciale di Gesualdo, hanno terminato, la settimana scorsa, lo stage in Umbria presso alcune aziende di Città di Castello, in provincia di Perugia. Questa utilissima esperienza, durata circa tre settimane, è stata organizzata nell’ambito dei Fondi strutturali europei 2007-2013, Pon C5 azione 1, come progetto formativo da svolgere in contesto aziendale per un  utile inserimento degli studenti nel mondo del lavoro.

Lo stage, denominato “Lavorare in azienda”, coordinato dalla dirigente scolastica Fiorella De Vizia, ha costituito per gli alunni un momento formativo di notevole importanza, in quanto i partecipanti hanno avuto modo di verificare, ampliare e integrare le conoscenze apprese a scuola. Agli studenti è stata data l’opportunità non solo di conoscere i valori di riferimento in ambito lavorativo e l’organizzazione di un’impresa, con approfondimento di un settore specifico, ma anche di utilizzare le strumentazioni tecniche disponibili e migliorare le abilità operative, le metodologie specifiche di un contesto produttivo e/o di un’area professionale. In quest’ottica, l’alternanza scuola-lavoro, da realizzarsi nelle aziende regionali o extraregionali, costituisce un momento fondamentale nel percorso formativo per gli allievi di un Istituto tecnico e/o professionale perché permette ad ogni singolo alunno di autovalutare le scelte e le proprie capacità e di capire l’organizzazione del mondo del lavoro.

Il progetto realizzato dall’Istituto “Aeclanum” per i due indirizzi di studio ha riscosso positivi consensi perché, come riportato da diversi allievi, tutti hanno avuto la possibilità di  rafforzare la motivazione allo studio; imparare a rispettare i valori di riferimento e le norme di comportamento in ambito lavorativo; capire le proprie attitudini, acquisire nuove competenze, procedure e linguaggi;  imparare ad essere responsabili rispetto al compito e all’organizzazione di un’attività produttiva aziendale; maturare responsabilmente, al termine del percorso scolastico,  la decisione per una ragionata scelta professionali.

Inoltre, lo stage, in una logica di conoscenza dell’esperienza lavorativa, ha dato l’opportunità agli allievi di sviluppare meglio le capacità relazionali e naturalmente di utilizzare, ad integrazione della teoria,  le varie strumentazioni tecniche disponibili presso i diversi ambiti di lavoro, con ricaduta sull’attività pratica.

Numerose le aziende umbre che hanno aderito e consentito ai giovani irpini di svolgere tirocinio aziendale negli uffici: Lalli Assicurazioni, Allianz Subalpina, Ina, Arrow Special Parts, Bo.Ca Srl-Il Castellano, C.m.a. Componenti, Ceramiche Bizzirri, Cepu, Comune Città di Castello, Federazione Regionale Coltivatori Diretti Umbria, Godioli & Bellanti, Studio Rag. Burani, Tipografia Gamma, Utensileria Tiberina. Al termine dello stage, gli alunni hanno ricevuto positivi apprezzamenti da parte delle suddette aziende per l’impegno mostrato e le competenze dimostrate in ogni contesto produttivo-economico in cui sono stati impegnati. È già da diversi anni che la scuola dà la possibilità ai propri alunni di vivere questa utilissima esperienza a Città di Castello, in terra  d’Umbria, grazie alla disponibilità delle locali aziende. A seguire gli alunni in questo stage chi scrive, prof. Antonio Petrillo, in qualità di tutor della scuola, e il tutor aziendale.