www.giornalelirpinia.it

    24/11/2017

Ottavi Champions League/La Sidigas si perde nel finale, a Venezia la gara di andata

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket4_tho_mas.jpgVENEZIA – Le partite di basket durano 40’, e non 15’. Un’ovvietà che la Sidigas sembra aver dimenticato da qualche tempo. Perché ancora una volta la formazione di Sacripanti ha giocato su buoni livelli fino al 15’, con il punteggio in favore per 14 a 28, grazie ad una buona difesa ed a percentuali accettabili. Poi, con il passare dei minuti, la difesa ha continuato su livelli discreti, visti i 53 punti finali, ma l’attacco si è spento inesorabilmente, e bucare il canestro avversario è diventata un’impresa titanica. 18, 12, 15 e 4 non è una quaterna da giocare al lotto, ma i punti segnati dalla Sidigas nei quattro periodi. I 4 punti realizzati nell’ultima frazione sono un campanello d’allarme che non va sottovalutato, come non va sottovalutato il ripetersi di errori su errori negli ultimi minuti del match, quelli decisivi.

La Sidigas esce dunque sconfitta dal Taliercio, pur essendo stata in vantaggio per oltre 32’, ma la qualificazione al turno successivo non è comunque compromessa. Bisognerà conquistarla mercoledì prossimo al Paladelmauro, quando sarà necessario vincere per almeno cinque punti. Impresa possibile, a patto e condizioni che la Sidigas riesca a giocare con maggiore intensità per tutto l’arco della partita.

Così Sacripanti al termine del match: “Abbiamo giocato una buona partita per 32-33 minuti, sia in difesa che in attacco. Nell’ultimo quarto abbiamo riscontrato molti problemi a fare canestro, nonostante avessimo costruito anche dei buoni tiri. Abbiamo cercato di muovere di più la palla, di passarla più spesso dentro a Fesenko, ma non siamo riusciti a correre ed a prenderci dei tiri facili. Per come abbiamo giocato speravo di vincere la partita, ma l’ultimo periodo è stato fatale, abbiamo sbagliato troppo. La partita è stata persa di soli 4 punti, siamo a metà della sfida e cercheremo di recuperare ad Avellino”.

Kyrylo Fesenko ha commentato così la prestazione della Sidigas: “Abbiamo avuto un ottimo avvio, poi siamo scesi d’intensità, abbiamo smesso di correre commettendo troppi errori. Complimenti a Venezia che nell’ultimo quarto è stata più brava di noi nel segnare”.

Questo il tabellino del match:

UMANA VENEZIA – SIDIGAS AVELLINO 53 – 49

UMANA: Haynes 6, Hagins 8, Ejim 6, Peric 11, Bramos 3, Visconti n.e., Miaschi n.e., Filloy 5, Ress, Ortner 4, Viggiano, McGee 10. All. De Raffaele.

SIDIGAS: Zerini 2, Ragland 11, Green, Logan 2, Esposito M. n.e., Esposito L. n.e., Leunen 9, Severini n.e., Randolph 11, Fesenko 10, Thomas 4, Parlato n.e. All. Sacripanti.

ARBITRI: Viator, Horozov e Kalpakas.

NOTE: parziali 12/18 – 22/30 – 40/45. Tiri liberi: Umana 4/8, Sidigas 8/11. Tiri da due punti: Umana 17/40, Sidigas 16/39. Tiri da tre punti: Umana 5/25, Sidigas 3/19. Rimbalzi: Umana 43, Sidigas 41.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com