www.giornalelirpinia.it

    23/09/2017

La Sidigas si deve arrendere a Venezia e dice addio alla Champions League

E-mail Stampa PDF

FesenkoAVELLINO – La Sidigas fallisce anche il terzo obiettivo della stagione perdendo in casa con Venezia nel match di Champions League, con 4 punti di scarto (68/72), lo stesso del match della settimana scorsa. La squadra di Sacripanti può recriminare per i tanti errori commessi al tiro (10/22 ai liberi, e 4/19 da tre punti), e per essere scesi in campo forse con troppa tensione, regalando due quarti agli avversari.

La Sidigas ha rischiato anche il crollo quando è finita sotto di 16 lunghezze (27/43 al 21’). Invece, scaricata la tensione, dopo aver chiuso in svantaggio sia il primo periodo (14/21), che il secondo (27/40), ricomincia a risalire la china, portandosi sul 49 a 56 al 30’. Il caldo pubblico del Paladelmauro sospinge la squadra verso un recupero che sembrava impossibile dopo i primi 2’'. Una palla rubata da Logan a Filloy, e convertita in canestro, porta la Sidigas sul 55 a 59 al 33’, mentre altri suoi due punti valgono il - 1 del 36’ (61/62). La rimonta sembra completata, e l’impresa a portata di mano, ma Venezia non molla. L'aggancio che illude i tifosi avviene solo a 30” dal termine sul 68 pari, ma prima dell’1/2 di Fesenko dalla lunetta, Thomas fallisce il tiro sbilanciato da un avversario (fallo non rilevato da una scarsa trena arbitrale n.d.r.), mentre due conclusioni di Ragland e Logan vengono rifiutate dal ferro, condannando la Sidigas alla sconfitta per 68 a 72, perché Venezia è precisa dalla lunetta.

Le dichiarazioni di Sacripanti al termine del match: “Sono state due partite molto diverse, a Venezia abbiamo iniziato bene e non siamo riusciti a capitalizzare i punti nel secondo tempo. Oggi, al contrario, abbiamo iniziato male segnando poco nel primo periodo, mentre nel secondo siamo riusciti a prenderci degli ottimi tiri ed a ridurre il gap iniziale. Al di là del risultato volevo ringraziare la squadra per quello che ha dato, abbiamo disputato un’ottima Champions League, siamo entrati tra le prime sedici arrivando a un passo dalla qualificazione ai quarti di finale. E’ stata una grande stagione europea. Chiaro che rimane l’amarezza della gara di andata a Venezia dove potevamo trovare la vittoria, e la delusione del primo periodo di oggi in cui abbiamo avuto grande difficoltà emotiva nell’approcciare la gara. I tiri liberi ci hanno condannato e l’ansia nel voler far bene a tutti i costi non ci ha facilitato. Un grazie speciale al nostro pubblico che ci ha spinto e sostenuto fino alla fine. Ripartiamo da qui e pensiamo al campionato”.

Questo il tabellino del match:

SIDIGAS AVELLINO - UMANA VENEZIA 68 - 72

SIDIGAS: Zerini 3, Ragland 9, Green, Logan 15, Esposito L. n.e. Leunen 3, Cusin n.e. Severini n.e. Randolph 14, Fesenko 12, Thomas 12, Parlato n.e. All. Sacripanti.

UMANA: Haynes 16, Hagins 5, Ejim 10, Peric 9, Bramos 4, Visconti n.e. Taddeo n.e. Filloy 8, Ress 6, Ortner 4, Viggiano, Mc Gee 10. All. De Raffaele.

ARBITRI: Anastopoulos, Bijedic e Maricic.

NOTE: parziali 14/21 - 27/40 - 49/56. Spettatori 3.500 per un incasso di euro 33.000. Usciti per 5 falli: nessuno. Tiri liberi: Sidigas 10/22, Umana 17/23. Tiri da due punti: Sidigas 23/38, Umana 14/35. Tiri da tre punti: Sidigas 4/19, Umana 9/21. Rimbalzi: Sidigas 32, Umana 38.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Teatro Gesualdo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com