www.giornalelirpinia.it

    20/09/2017

La Sidigas tira fuori l’orgoglio e doma Sassari

E-mail Stampa PDF

Marques GreenAVELLINO – La Sidigas Avellino concede il bis e, dopo il successo di sette giorni fa a Reggio Emilia,  batte anche il Banco di Sardegna Sassari per 77 a 65, una delle formazioni più in forma del campionato. E lo fa giocando senza Ragland, tenuto a riposo precauzionale, ma ritrova Cusin, in campo per 11’.  Non è stata una partita facile per Green e compagni, perché la Dinamo ha opposto resistenza per gran parte della gara, anche se ha dovuto sempre inseguire dopo l’iniziale 2 a 7 del 2’. La Sidigas ha avuto una grande performance al tiro da tre punti nel primo periodo (6/7), grazie alla quale ha acquisito il primo vantaggio importante (26/15). Sassari ha cercato di recuperare il risultato, riuscendo a chiudere sotto di sole quattro lunghezze all’intervallo lungo (40/36).  Il 9 a 3 di parziale ad inizio di terzo periodo permette alla Sidigas di allungare nuovamente e di portare il vantaggio ancora in doppia cifra (49/39 al 33’). La reazione degli isolani è immediata e perentoria con un break di 0 a 9 che vale il – 1 al 26’ (49/48). Randolph e Green rispondono con canestri di pregevole fattura, ed al 30’ la Sidigas conduce per 59 a 54. La Dinamo si appoggia a Lydeka che, con quattro punti in fila porta i suoi al distacco minimo (64/63 al 34’).

A questo punto salgono in cattedra Green con una tripla ed un assist per Logan che, in contropiede, si esibisce in una schiacciata in reverse, e subito dopo mette dentro la tripla che in pratica chiude la partita (73 a 63 dopo il libero di Fesenko a 1’52” dal termine). Begli ultimi 2’ la Sidigas gela sapientemente il pallone, ma va ancora a canestro sempre con Green e Logan, che fissano il punteggio finale sul 77 a 65. Sugli scudi Green, 35 anni proprio oggi, in veste di match-winner (11 punti, 8 rimbalzi e 9 assist). Una grossa mano, con canestri di classe, l'ha data anche Logan, altro ex della partita, ma tutta la squadra ha dato il suo contributo, con Randolph che alla fine è risultato il miglior marcatore dell'incontro con 21 punti. Con questo successo la Sidigas si porta a quota 30 in classifica, e per una notte si gode il secondo posto solitario alle spalle di Milano.

Così in sala stampa coach Sacripanti: “Ci sono molti aspetti postivi in questa partita, allunghiamo su Sassari in classifica con il doppio vantaggio negli scontri diretti, e guadagniamo due punti importanti. Abbiamo disputato un’ottima gara sfruttando l’energia di tutti i nostri esterni e dei lunghi. Finalmente ripartiamo dalla nostra difesa, far segnare solo 65 punti a Sassari è la dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto. Mi dispiace solo che dopo aver commesso qualche errore offensivo, diventiamo troppo soft in difesa, situazione che si è palesata nel secondo quarto. Poi, c’è da sottolineare il rientro di Marco Cusin, pensavamo di farlo giocare contro Brindisi, ma dopo l’allenamento di venerdì abbiamo ritenuto opportuno schierarlo qualche minuto per aiutarlo mentalmente a riprendere fiducia con il gioco. Sono molto contento perché questa vittoria ci aiuta a superare il momento di crisi che stiamo vivendo. Dobbiamo arrivare con Joe Ragland ai play-off al 100%, è un grande professionista che pur di giocare lo farebbe sopra al dolore, ma non possiamo forzare la mano. Mancano ancora sette gare vogliamo preservalo finché non recupererà il massimo della forma”.

Le dichiarazioni di coach Pasquini al termine del match: “Voglio fare i complimenti ad Avellino che ha fatto una partita di ottimo livello. Noi siamo stati bravi a sporcare un po’ i loro attacchi, a fare in modo che si inceppassero: siamo stati bravi a riportarci in partita dopo un primo quarto dove non abbiamo avuto la giusta energia ed abbiamo sbagliato tanti tiri aperti. La partita si è segnata quando, sotto di un punto, abbiamo fatto una gran difesa ma non abbiamo preso il rimbalzo offensivo e ha segnato Marques Green per il +4 davanti alla nostra panchina. E la nostra energia è andata a scemare mentre loro hanno continuato la loro partita. Complimenti a loro, andiamo avanti e ci concentriamo sulla prossima sfida”.

Questo il tabellino del match:

SIDIGAS AVELLINO - BANCO DI SARDEGNA SASSARI 77 - 65

SIDIGAS: Zerini, Green 11, Logan 19, Esposito L. n.e., Leunen 4, Cusin, Severini n.e., Randolph 21, Obasohan 4, Fesenko 9, Thomas 9, Parlato n.e. All. Sacripanti.

BANCO DI SARDEGNA: Bell, Lacey 16, Devecchi, D'Ercole, Sacchetti, Lydeka 14, Savanovic 7, Stipcevic 18, Lawal 5, Monaldi n.e., Lighty 5, Ebeling n.e. All. Pasquini.

ARBITRI: Begnis, Biggi e Vicino.

NOTE: parziali 26/15 - 40/36 - 59/54. Spettatori 3.300 per un incasso di euro 42.000. Usciti per 5 falli: nessuno. Tiri liberi: Sidigas 2/5, Banco di Sardegna 6/7. Tiri da due punti: Sidigas 21/42, Banco di Sardegna 22/38.  Tiri da tre punti: Sidigas 11/24, Banco di Sardegna 5/22. Rimbalzi: Sidigas 36, Banco di Sardegna 32.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com