www.giornalelirpinia.it

    21/09/2017

Sacripanti: «A Brindisi ci aspetta una grande sfida»

E-mail Stampa PDF

SacripantiAVELLINO – La Sidigas Avellino giocherà a Brindisi contro l’Enel, alla ricerca del terzo successo consecutivo, dopo le vittorie di Reggio Emilia e contro Sassari. Il match, in programma al PalaPentassuglia con inizio alle 20 e 45, sarà trasmesso in diretta da Rai Sport HD. La Sidigas si affiderà ancora una volta a Marques Green in cabina di regia, vista l’assenza di Ragland, che tornerà in Italia fra domenica e lunedì, pronto poi a riprendere gli allenamenti con i compagni a partire da martedì. In settimana c’è stato qualche guaio fisico per Green, Fesenko e Zerini, ex del match, ma tutti dovrebbero essere a disposizione di Sacripanti.

Sacchetti, coach dell’Enel, potrà contare anche sul nuovo acquisto Samardo Samuels, ex Milano e reduce dal campionato cinese, con l’ultima partita però giocata nel mese di dicembre, a causa di un infortunio, però superato, visto l’esito positivo delle visite mediche. A far posto al centro statunitense sarà Agbelese, diretto in Francia. Brindisi è dunque pronta a muovere le sue torri contro Fesenko e Cusin che, dopo gli 11’ giocati contro Sassari, dovrebbe vedere aumentare il proprio minutaggio. In settimana la dirigenza pugliese si è lamentata per presunti torti arbitrali, avvalorati dall’instant replay, nel match perso a Cantù, riportando alla mente anche l’episodio del canestro convalidato a Macvan nella gara di coppa Italia. Non ci sarà, quindi, un clima disteso, vista anche la rivalità fra le due tifoserie, e le parole poco opportune di Scott al termine del match di andata. La Sidigas dovrà battere anche l’elemento ambientale, se vuole continuare ad essere l’anti Milano, mentre dal punto di vista tecnico dovrà essere capace di mettere in campo una difesa aggressiva, e controllare il ritmo della gara.

Così coach Sacripanti si è espresso sul match contro l’Enel: “E’ una trasferta molto difficile, perché in casa propria Brindisi ha perso solo tre gare di cui due ad inizio campionato, ed è quindi un campo ostico e molto caldo. I nostri avversari stanno vivendo un momento di grande salute avvalorato dall’innesto di un giocatore di livello assoluto come Samuels. L’Enel rispecchia perfettamente l’impronta della pallacanestro di Meo Sacchetti, riesce a fare tanti tiri nei primi 8” con transizioni di primo livello, gli esterni hanno percentuali da tre punti molto alte, quindi, è una formazione che ci farà fare un lavoro difensivo molto particolare. All’interno della stessa partita si potranno avere tanti break e contro break, dovremo essere bravi a limitare quelli negativi, ed è per questo che l’accoppiamento difensivo nei primi 7” sarà molto importante. Inoltre, tra le due squadre c’è una forte rivalità, sarà una gara ad alto contenuto emotivo. Con l’uscita dalla Champions abbiamo avuto a disposizione l’intera settimana per preparare la partita, questo ci ha permesso di lavorare focalizzandoci su alcuni particolari aspetti. Purtroppo non è stato possibile allenarci sempre al completo a causa dei piccoli problemi fisici di Fesenko, Zerini e dell’assenza di Joe Ragland. Sabato, dopo l’allenamento di rifinitura, decideremo chi sarà della partita. Ci aspetta una grande sfida”.

Dal sito dell’Enel Brindisi, le parole di coach Sacchetti sul match contro la Sidigas: “Prima di tutto vorrei salutare Danny Agbelese – esordisce l’allenatore – un ragazzo generoso che ha avuto l’atteggiamento sempre giusto in questi mesi. Abbiamo fatto una scelta puramente tecnica cogliendo l’opportunità di acquisire Samuels. A Danny quindi un grande ringraziamento”.

L’analisi passa successivamente al neo biancoazzurro Samardo Samuels: “L’ultima partita da lui disputata risale allo scorso mese di dicembre, per cui dobbiamo valutare le condizioni fisiche. Ci darà certamente una grossa mano in difesa e nei rimbalzi, nostro problema da inizio anno. Sfrutteremo le sue caratteristiche, appoggiando maggiormente la palla sotto canestro e cercando più la profondità che ci mancava. Le sue qualità non si discutono”.

Il focus si sposta infine sulla prossima partita contro la Sidigas Avellino: “E’ la squadra più accreditata per competere fino in fondo lo scudetto con Milano. Dovremo fare una super partita per batterli, eliminando i black-out che ci contraddistinguono soprattutto sul piano difensivo. Avellino ha attraversato nelle settimane scorse un momento di crisi anche se ultimamente sembra aver trovato il bandolo della matassa. Saranno privi di Ragland ma la presenza di Logan è certamente un valore aggiunto”.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Teatro Gesualdo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com