www.giornalelirpinia.it

    22/09/2017

Venezia bestia nera, Sidigas Avellino ancora sconfitta

E-mail Stampa PDF

b_300_220_15593462_0___images_stories_Basket4_ragland-3.jpgVENEZIA – Quarta partita della stagione contro Venezia, e quarta sconfitta per la Sidigas Avellino, battuta al Taliercio di Mestre per 78 a 75. Partita in equilibrio nelle prime battute con la Sidigas anche in vantaggio (14/17 all’8’) dopo la tripla di Logan, raggiunta e superata nel finale di periodo da un parziale di 10 a 0 chiuso da due triple di Tonut ( 24/17 al 10’). Senza Fesenko, e con Ragland ancora alla ricerca della forma migliore, ma comunque autore di 17 punti. Randolph mette dentro la tripla del – 6 (28/22 al 12’) e sull’azione successiva un canestro di Ragland in penetrazione viene annullato per un dubbio fallo in attacco del play biancoverde. E così si passa dal – 4 al – 10 dopo il canestro di Ejim (32/22 al 15’). La Sidigas prova a reagire con la tripla di Ragland ed un canestro di Thomas (32/27 al 17’), ma nel finale di periodo i lagunari trovano i canestri per il nuovo allungo che vale il 45 a 36 del 20’. Al ritorno in campo Ragland si carica sulle spalle il peso dell’attacco nel tentativo di recuperare lo svantaggio, con la Sidigas che non riesce ad agganciare gli avversari, che sfruttano un paio di dubbie decisioni arbitrali che regalano tre liberi a Bramos per una stoppata di Cusin, apparsa più che regolare, ed un tecnico a Sacripanti per proteste dopo un fallo molto dubbio fischiato a Logan. Nonostante questi episodi negativi, la tripla di Green vale il pareggio a quota 50 al 27’, ma Venezia reagisce e si porta sul 57 a 51 al 29’. Ma prima Zerini dalla lunetta, e poi Ragland, prima con un canestro dalla parabola incredibile, scoccato da dietro la linea del tabellone e poi con de liberi impatta nuovamente a quota 57, con il periodo che si chiude sul 59 a 57 dopo i due punti di Filloy a fil di sirena. La Sidigas opera il sorpasso al 32’ (59/60), l’Umana prova a scappare ancora (68/63 al 34’), ma Logan e Leunen segnano i punti della nuova parità a quota 70 al 37’. La Reyer mette a segno due triple con Ejim e Filloy, mentre la Scandone trova punti solo dalla lunetta con Leunen e Ragland. Entriamo nell’ultimo minuto con Avellino che deve recuperare due lunghezze (76/74), ma Haynes trova il canestro del + 4 ed a Ragland, a 2” dal termine, non resta che realizzare il primo libero e sbagliare il secondo nel tentativo di recuperare palla ed impattare con una tripla. Ma il gioco non riesce e Venezia si impone per 78 a 75. Svanito ormai il secondo posto, la Sidigas dovrà cercare di difendere la terza poltrona dall’attacco delle inseguitrici. Nei prossimi giorni si valuteranno le condizioni del ginocchio di Fesenko, ma non è escluso il ricorso al mercato dei comunitari.

Così coach Sacripanti al termine del match: “Abbiamo svolto una partita di grande ardore, purtroppo quest’anno per la quarta volta perdiamo contro Venezia di uno o due possessi. Ci sono alcuni aspetti negativi da sottolineare: siamo stati troppo morbidi nei primi 20’ a livello difensivo, ed abbiamo concesso indiscutibilmente troppi rimbalzi offensivi, anche se quest’ultima è una loro caratteristica strutturale. Nonostante gli aspetti negativi ce ne sono altrettanti positivi da evidenziare: Ragland dopo 20’ non proprio brillanti è riuscito a giocare una gara interessante, siamo stati più bravi in difesa nel terzo e nel quarto periodo, e si è vista un’importante voglia di giocare e di stare insieme. Non siamo ancora al livello di Venezia, ma speriamo che con il passare del tempo e con il recupero da un punto di vista fisico di Cusin e Ragland riusciremo a lavorare meglio durante la settimana. Sono abbastanza ottimista sulle capacità dei miei giocatori tenendo conto che, sul piano infortuni, la fortuna non ci ha assistito. Faccio i complimenti a Walter De Raffaele e alla capacità dei suoi giocatori di saper rispettare perfettamente i loro ruoli”.

Questo il tabellino del match:

UMANA VENEZIA – SIDIGAS AVELLINO 78 - 75

UMANA: Haynes 11, Ejim 12, Peric 8, Stone 2, Bramos 16, Tonut 13, Visconti n.e., Filloy 10, Ress,  Batista 2, Ortner 4, Viggiano. All. De Raffaele.

SIDIGAS: Zerini 7, Ragland 17, Green 3, Logan 19, Esposito n.e., Leunen 7, Cusin 7, Severini, Randolph 5, Obasohan 2, Thomas 8, Parlato n.e. All. Sacripanti.

ARBITRI: Lanzarini, Baldini e Grigioni.

NOTE: parziali 24/17 – 45/36 – 59/57. Usciti per 5 falli: Peric. Tiri liberi: Umana 11/18, Sidigas 22/27. Tiri da due punti: Umana 20/36, Sidigas 19/37. Tiri da tre punti: Umana 9/23, Sidigas 5/18. Rimbalzi: Umana 39, Sidigas 24.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Teatro Gesualdo Avellino

DG3 Dolciaria

Geoconsult

Condividi


www.puhua.net www.darongshu.cn www.fullwa.com www.poptunnel.com